Secondo viaggio consecutivo nel “tacco d’Italia” per l’Audace Cerignola, atteso dal Tricase per la 16ma giornata del campionato di Eccellenza (prima di ritorno). Superata la bufera di inizio stagione, la formazione leccese attualmente si colloca all’ottavo posto in classifica, con 18 punti conquistati. L’allenatore è Lombardo, tecnico vincitore della scorsa edizione della Promozione alla guida del Maglie, chiamato a sostituire Mitri, dimessosi proprio alla vigilia della gara di andata. Il ruolino di marcia del Tricase conta finora quattro vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte; 21 i gol fatti, 20 quelli al passivo. Una compagine che si prefigge l’ambizioso traguardo dei playoff, adesso distanti ben sei punti, ma che nel mercato di riparazione appena concluso ha innestato molto proficuamente la rosa, con l’arrivo di calciatori che hanno subito fatto cambiare marcia ai salentini. I nomi sono quelli dell’attaccante Ferrante (tornato dopo la “fuga” di settembre) e del suo omologo Escobar, prelevato dal San Severo; in più il centrocampista offensivo Cimino e il difensore Biason. Potenziale offensivo robustamente incrementato, tanto più che Ferrante ha realizzato una doppietta nel largo 4-0 di domenica scorsa col Corato e considerando anche la buona vena di Villani, a segno su rigore all’andata, fermato però dal giudice sportivo e dunque non sarà della sfida. In casa, al “San Vito”, i rossoblu hanno ottenuto i quattro successi finora in carniere e solo una volta hanno ceduto il passo per opera del Bisceglie.

Di contro, per il Cerignola sarà un banco di prova importante per rialzarsi immediatamente dal ko di Copertino: un nuovo passo falso complicherebbe di molto la rincorsa alla capolista Monopoli e per respingere la rimonta del Bisceglie; avversarie per la vittoria che anche in questa finestra di mercato non hanno lesinato sforzi per aumentare ulteriormente il proprio potenziale. Come già accade da qualche settimana, Di Corato dovrà attentamente esaminare le condizioni di alcuni dei suoi, soprattutto in attacco: Rossi Finarelli è ancora in dubbio, pronto a prenderne il posto Maffucci. In difesa Colangione non è al top, ma almeno in questo reparto le alternative non mancano; per il centrocampo, salutato Nunziata che ha lasciato gli ofantini, se non recupera Riontino spazio a Millan e Malerba con Aucello e forse Cossu sulle fasce. Comincia il girone di ritorno, si potrebbe dire un campionato nel campionato, visti i frenetici trasferimenti che hanno riguardato gran parte delle formazioni alla ricerca delle giuste misure per migliorare o confermare gli obiettivi di ciascuno. La partita di domani inizierà alle ore 18 (come di consueto per il Tricase questa stagione in casa), direzione di gara affidata all’arbitro brindisino Lillo. Per quanto riguarda le altre, impegno morbido del Monopoli in casa del San Paolo; più complicato l’impegno del Bisceglie a Terlizzi.