Il Partito Democratico di Cerignola torna, finalmente, a dire parole forti e chiare in  materia  ambientale. Lo fa attraverso il suo responsabile del Forum ambiente, Gigi Pizzolo, intervistato questa mattina da Stefano Campese de Lanotiziaweb in un apposito stand davanti alla Villa Comunale. “Colgo l’occasione per smontare una leggenda che in questi giorni sembra essersi alimentata anche sul web – dichiara Pizzolo – Non è in costruzione alcun sesto lotto nella nostra discarica. In realtà gli unici lavori che stiamo facendo in discarica riguardano dei vasconi per l’intercettazione delle acque piovane”. Sesto lotto o meno, l’ emergenza rifiuti sembra avanzare inesorabile con un quinto lotto che, soprattutto in mancanza della riapertura della discarica di Foggia, potrebbe davvero esaurirsi nell’arco di pochi mesi. Una preoccupazione espressa durante lo scorso Consiglio Comunale del 13 dicembre dallo stesso assessore alle Politiche ambientali Stefano Pecorella. Proprio sui contenuti di quell’assise Gigi Pizzolo incalza: “A me è sembrato di aver assistito ad un dibattito surreale,  in cui credo che si sia eluso uno dei punti principali. Per legge cioè, una volta che il comune di San Nicandro ha deliberato la propria contrarietà all’installazione di una discarica, posizione tra l’altro già nota almeno dal 2008, la Provincia avrebbe dovuto immediatamente individuare un nuovo sito dopo aver sentito l’Ato di riferimento. Tutto questo non è ancora stato fatto, preferendo il regime delle deroghe per governare l’emergenza”. Un dibattito surreale, quello del Consiglio Comunale con l’ordine del giorno avanzato proprio dal Pd, in cui erano presenti anche il consigliere provinciale Rino Pezzano (stamani assente come tutto il gruppo consiliare del Pd) e l’assessore Mimmo Farina. Ineludibile passaggio anche quello sulla strategia “Rifiuti Zero” in merito alla quale il responsabile ambiente del Pd ha ricordato come “la differenziata sia solo il primo dei tasselli di un puzzle molto più complesso: ad esempio, ammesso che riuscissimo a produrre quantitativi rilevanti di compost attraverso gli impianti di compostaggio, dovremmo chiederci anche come commercializzare un prodotto del genere”. E sull’inceneritore Pizzolo è perentorio: “Non sono pregiudizialmente contro ai termovalorizzatori. Quello di contrada Paglia, però, è inutile e dannoso per una serie di ragioni. Giannatempo ha detto che bisognerebbe sperare, come successo per EcoCapitanata, in qualche caduta dell’impianto. In tal senso, però, si pensi ad istituire commissioni di controllo davvero terze e senza alcun conflitto d’interessi”. A margine dell’iniziativa tantissimi sono stati i cittadini che hanno ricevuto, gratuitamente, gli shoppers ecologici gentilmente offerti dalla ditta PI-Trade.

13 COMMENTI

  1. 1) Il sesto lotto c’è e sulla pagina facebook del coordinamento no rifiuti del basso tavoliere ci sono le foto, sul sito della SIA c’è persino la richiesta di autorizzazione (http://www.siafg4.it/NEWS/In-evidenza/Procedura-A.I.A/Plico-4); o Pizzolo mente sapendo di mentire oppure avete sbagliato a trascrivere ciò che ha detto.
    2) La provincia non può trovare una localizzazione per una discarica, perché è competenza della regione che ha già detto che ne bastano tre (Deliceto, Cerignola e Foggia, che è stata raddioppiata non per niente …).
    3) Il problema più stupido è proprio quello del mercarto del compost, che è un fertilizzante per l’agricoltura biologica. Il problema è farlo di qualità e questo è compito dei cervelloni della SIA
    4) Sulla strategia rifiuti zero si vede la vera anima del PD di Cerignola. Mentre tutti si dichiarano a favore di questa strategia, tranne il PD che continua a parlare di inceneritori e discariche.

    E’ una perdita di tempo commentare le menzogne di Pizzolo ma anche riportarle, senza andare a verificare. Il vero problema è che ci s’improvvisa giornalisti e non lo si è.

    Quanto a Pizzolo (e sempre se le sue parole non sono state riportate in modo sbagliato), chi è lui per prendere in giro la gente affermando cose non vere?

    E’ quanto ai giornalisti di Lanotizia Web visto che avete fatto già un video alla discarica, tornateci e riprendete le due cave che ci sono, una delle quali è grande. Quello è sesto lotto!, le vasche piovane ci vogliono per contenere le chiacchiere che raccontate alle persone.

    • L’articolo TESTIMONIA quanto accaduto stamane e affermato da un esponente del Pd. I virgolettati sono di Pizzolo, qualora a qualche intellettuale non fosse chiaro.
      Rispetto ai giudizi di merito e alle offese verso questo giornale, direi abbastanza gratuite, ne risponderai nelle sedi opportune. Peccato, avresti potuto fare un intervento costruttivo, invece hai perso una buona occasione.
      Questo articolo è stato scritto da una persona competente, da un iscritto all’ordine, se è questo che ti interessa.
      Ingenuamente noi de lanotiziaweb.it speriamo sempre che sotto gli articoli si attivino discussioni costruttive; ignoriamo probabilmente che l’intelligenza, il rispetto e l’educazione non sono distribuiti in maniera uniforme tra le persone.

      Grazie comunque,
      Daniela Giordano, Vito Balzano, Emanuele Parlati, Stefano Campese, Gennaro Balzano, Mimmo Siena, Andrea Baldi, Loredana Uggeri

  2. Bene. Si firmi il giornalista iscritto all’ordine come mi firmo io, sia per il pezzo sia per il commento sopra. Delle offese (dove le avete lette?) ne rispondo personalmente. Ma lasciatemi dire che anche se iscritti all’ordine (chi dei nomi sopra?) se usate questi mezzi spiccioli come minacce di querela, che sono il primo mezzo per intimorire i giornalisti (qualora non già prezzolati), voi vi dovreste rileggere lo statuto dell’ordine. La discussione per me è chiusa qui. Se volete proseguirla, sulla posta privata (lo stesso vale per Pizzolo, di cui forse avete riportato male i virgolettati, altrimenti ci sono delle affermazioni che sono smentite dal link nel mio commento sopra, preso dal sito dell’azienda per cui Gigi Pizzolo lavora). Giuseppe Dimunno
    ps. Firmatevi anche voi, visto che dovreste essere contenti che qualche volta qualcuno esprime la sua opinione liberamente mettendoci nome e cognome, diversamente dall’andazzo dei commenti del vostro giornale che sono sempre anonimi oppure firmati da personaggi strambi e di fantasia e che rendono ridicoli la testata stessa. Evidentemente, siete abituati male e reagite male, minacciando di agire nelle sedi opportune contro i vostri lettori. Un atteggiamento semplicemente sbagliato. Adesso chi commenta sa che può essere querelato per quello che scrive. Non dovete giudicare voi se nel mio commento c’erano offese oppure semplicemente precisazioni o argomentazioni. Non c’è peggior bavaglio di chi pone un bavaglio a stesso o suoi lettori, che è la stessa cosa.

    • Nel primo commento tu ti firmi come Giuseppe DM, che può essere Giuseppe Da Milano, Giuseppe Da Marcianise o Giuseppe Del Mondo. Tu hai offeso il nostro modo di fare informazione, ma mi rendo conto che l’italiano non è competenza necessaria. Non minacciamo nessuno. Hai criticato un organo di stampa, assumitene le responsabilità del caso. Per registrare una testata serve qualcuno iscritto all’ordine, informati. E chi non lo è, lo sta per diventare. Nessun bavaglio…avremmo cancellato il tuo commento invece non lo facciamo. Non abbiamo minacciato nessuno.
      Ne riparleremo di persona cmq, visto che se non ricordo male, siamo amici. Il commento comunque è firmato, leggi!

      Gennaro Balzano

  3. chiariamo una cosa, una volta per tutte: riportare un virgolettato pur pronunciato, ma non vero nella sostanza, non è colpa minore per l’articolista e la testata.
    Se uno dice “la mamma di tizio è bagascia”, riportarlo non esime dalla diffamazione, solo perchè l’ha detto quello lì. Ogni volta che si riporta qualcosa se ne amplifica e rinnova l’eventuale illecito.
    Tornando a noi, non entro nella questione, ma se tale Pizzolo ha detto una cosa non per questo deve essere presa per oro colato e riportata per forza. Esistono dei principi di autorevolezza di chi parla. Sennò ne risente l’autorevolezza di chi scrive: qui tutti dicono tutto e vengono pubblicati senza alcuna verifica.
    Prendetela come consiglio per operare meglio, piuttosto che come offesa alla vostra professionalità, che, ammettetelo, è lontana dall’esserlo, se non altro per inesperienza. Se poi ora aver diretto un giornalino scolastico e un tesserino da pubblicista significa avere esperienza tale da insegnare, allora scusate, faccio silenzio

    • Premesso che non amiamo dialogare con utenti che non hanno il coraggio e la coscienza critica di firmarsi, vogliamo per questa volta fare un’eccezione. Noi quando riportiamo un virgolettato verifichiamo sempre la fonte e la veridicità della stessa, e la risposta di Pizzolo nè è un’ulteriore conferma. Non ci sogneremmo mai di riportare delle offese. Nei virgolettati dell’articolo non ci sono offese ma considerazioni di un esponente politico cittadino, nonchè addetto ai lavori del settore. Nessuno ritiene queste dichiarazioni “oro colato”, ma sicuramente meritano di essere rese pubbliche per il contenuto forte, alla luce della crisi della nostra discarica e di tutto il comparto rifiuti. Per primi abbiamo dato voce al comunicato del Comitato in merito al penultimo consiglio comunale quando, invece di parlare di strategia zero rifiuti, si ponevano le basi per il sesto lotto. Noi ci siamo assunti la responsabilità e ci stiamo a ricevere critiche, ma che siano fondate! Chi critica (non facciamo riferimento a lei ma al primo commentatore) non era neanche presente la mattina del pubblico dibattito! Sull’autorevolezza e l’esperienza di chi scrive, ti invitiamo cortesemente a leggerti i nostri curricula, dal Direttore Responsabile fino agli aspiranti pubblicisti: oltre al giornalino scolastico (che francamente non sappiamo dove l’hai visto) e al tesserino, c’è tanto altro, anche a livello esperenziale: lauree di settore, dottorati di ricerca, esperienze in radio ed emittenti locali, pratica in testate cartacee locali, ecc… Prima di giudicare informatevi per favore.
      Staff!!!

  4. “Lanotiziaweb” ha fatto un resoconto correttissimo e fedele dell’iniziativa del PD sull’ambiente
    1. Confermo quanto detto, sapendo di non mentire: è falso che sia in fase di realizzazione il 6° lotto di discarica. Ciò che il sig. Dimunno ha estrapolato dal sito della SIA FG/4 è la richiesta di A.I.A. per l’adeguamento degli impianti esistenti e (in prospettiva) del 6° lotto. Il comunicato del “Comitato No Inceneritori” parlava di un impianto in fase di realizzazione e senza la relativa autorizzazione. Invito, quindi, il Sig. Dimunno ad andarsi a rileggere il comunicato in questione.
    2. A proposito delle competenze delle Province: D. Lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale) art. 197 comma 1. lett. d) spetta alla Provincia ” l’individuazione, sulla base delle previsioni del piano territoriale di coordinamento di cui all’articolo 20, comma 2, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, ove già adottato, e delle previsioni di cui all’articolo 199, comma 3, lettere d) e h), nonche’ sentiti l’Autorità d’ambito ed i comuni, delle zone idonee alla localizzazione degli impianti di smaltimento dei rifiuti, nonche’ delle zone non idonee alla localizzazione di impianti di recupero e di smaltimento dei rifiuti” . Cosa c’entra la Regione?
    3. Il confronto è durato quasi un’ora e “lanotiziaweb” ha, giustamente, riportato quelli che ha giudicato i punti salienti. Non essendo il megafono del PD, nè di qualsiasi altro partito o movimento della Città, non è tenuto ad un resoconto minuzioso del tutto. Se il Sig. Dimunno ci avesse fatto l’onore di partecipare avrebbe avuto modo di verificare che il PD giudica le discariche come un incentivo a NON fare la raccolta differenziata. Il suo commento, quindi, è assolutamente fuori luogo.
    4. Il problema della commercializzazione del compost è fuori luogo? Invito il Sig. Dimunno ad informarsi sulle quantità di “compost di qualità” finite in discarica per mancanza di sbocchi.
    5. Personalmente non credo di aver preso in giro nessuno. Da cosa e da chi Dimunno ricava questa impressione?
    6. Invito, senza alcun intento polemico, il Sig. Dimunno e chiunque voglia farlo, a visitare gli impianti di Forcone Cafiero per verificare quanto da me ieri affermato.
    Buon natale

  5. Signor Pizzolo, niente contro il suo resoconto, nè quello che fa Lanotiziaweb, solo che dovevo precisare come non sia sufficiente dire “l’ha dichiarato Pizzolo”, come se ciò sottraesse da ogni responsabilità nel merito

    • Nessuno di noi si sottrae alla responsabilità. La frase era riferita al primo commentatore che criticava noi riferendosi, in modo confuso, alle dichiarazioni di Pizzolo. Tutto qua. Grazie per il tuo intervento… Staff!!!

  6. Caro Pizzolo:
    1) il sesto lotto da 400 m2 il più grande deve contenere terriccio? Chi l’ha detto questo?
    2) l’individuazione delle discariche è competenza della programmazione regionale. La Regione ha detto che le discariche attuali dobbiamo farcele bastare (e non dobbiamo raddoppiarle). Nell’ultimo consiglio comunale Pezzano e Pecorella hanno invitato la Regione ad individuare una discarica in più?
    3) Caro Pizzolo, se avessi partecipato con la mente e con lo spirito, e con solo disiecta membra, ad una delle tante iniziative aperte a tutta la cittadinanza del comitato e del coordinamento, ti renderesti conto che hai messo insieme una montagna di balle sulla corretta gestione dei rifiuti. Io so che a Capannori a Salerno si pratica esattamente il contrario di quello che dici tu e i cittadini non sono tartassati dalla TARSU o da continui malservizi o possono fare la raccolta differenziata da gente civile.
    4) Se la il compost della SIA non ha mercato è perché 1. l’impianto di compostaggio a Forcone-Cafiero va rinnovato, 2. avete distribuito i bidoni ai commercianti, senza informarli e incentivarli col risultato che dopo il primo mese di picco e di “priscio” poi i bidoni sono scomparsi oppure stati utilizzati per l’indifferenziato. Se non sapete fare il compost, rivolgetevi a chi sa farlo allora.
    5) Sostengo che prende in giro le persone. Forse mi sbaglio e prendi in giro la tua intelligenza, non voglio arrivare a credere che tu sia in malafede o corrotto.
    6) Organizzata eventi annuali di porte aperte e riattivate i tavoli di concertazione con la cittadinanza, non ci vuole Einstein.

    Inoltre, alla Redazione, “chiarezza” è una parola che avete usato voi in riferimento al PD. Bene, il PD in quanto ad ambiente continua a sostenere l’utilità dei termovalorizzatori, quando la commissione europea che fa le leggi afferma il contrario, che gli inceneritori sono uno spreco di risorse.

    • “Chiarezza” è fatta dal Pd, che si assume la responsabilità di ciò che dice, è la loro linea di partito che nè noi nè tu possiamo cambiare, ma al massimo criticare o commentare. Se il Pd ritiene utili i Termovalorizzatori (meglio Inceneritori) è la loro linea politica, non sta a noi omettere le dichiarazioni. Le riportiamo dando possibilità a te, come a chiunque, di criticarle e di fare “chiarezza” (puoi farla anche tu) sul tema.
      Buona giornata… Vito Balzano

  7. Dire che la raccolta differenziata è solo il primo e di non essere pregiudizialmente contro gli inceneritori non è fare chiarezza, ma solo confusione. Bisogna fare informazione, invece. La legge europee prevede le 44R: riduzione raccolta differenziata riuso/riciclo recupero e la chiusura del ciclo con le migliori tecniche disponibili che sono gli impianti a freddo come Vedelago o Pietrasanta. Gli inceneritori (e le discariche, cioè gli impianti di smaltimento) sono superati e vengono preferiti solo per i costi superiori, che garantiscono una buona percentuale di ricavi indiretti per politici e faccendieri! Giuseppe Dimunno

    • Sono punti di vista. Quello che dici è giustissimo, ma noi facciamo informazione! Che poi questa possa tramutarsi in opinione non dipende da noi, poichè non è questo il nostro fine ultimo. Noi raccontiamo ciò che accade, e cerchiamo di dare quante più informazioni possibili, per una cittadinanza sempre più cosciente.
      Grazie per l’attenzione, Vito Balzano!

Comments are closed.