Mercoledì 28 dicembre alle ore 18,30  i locali di ExOpera ospiteranno “Impronte di legalità”, un’iniziativa promossa dal Coordinamento Provinciale di Foggia e dal Presidio Cittadino di Libera- associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Durante la serata, che rappresenterà anche l’ occasione per fare il bilancio del primo anno di attività del Presidio cittadino, verrà presentato al pubblico l’ultimo prodotto “liberato”, l’OLIO AUT, frutto del lavoro dei ragazzi della cooperativa sociale Altereco (nella foto contrada Scarafone). Sarà possibile acquistare le 100 bottiglie d’olio, oltre che presso ExOpera durante l’incontro del 28, anche presso la parrocchia di San Domenico e la bottega ‘Stesso Sole’.  Relatori dell’incontro  saranno Mimmo di Gioia (coordinamento provinciale Libera), Don Pasquale Cotugno (referente del coordinamento cittadino di Libera),  Pietro Fragasso (cooperativa “Pietra di Scarto”) e Vincenzo Pugliese (cooperativa “Altereco”). Presente all’iniziativa sarà anche una delegazione di studenti dell’IISS ‘Righi’ di Cerignola che porterà la testimonianza dell’esperienza vissuta sui beni confiscati alla camorra di Castel Volturno e Casal di Principe. Don Pasquale Cotugno, referente cittadino del presidio commenta così l’iniziativa: “Le bottiglie d’olio in vendita saranno solo 100 per un semplice motivo: diversi sono stati i furti e le devastazioni subite nelle campagne di contrada Scarafone. A dimostrazione che un terreno confiscato e restituito alla collettività non può dirsi immune da episodi d’illegalità diffusa. La confisca è soltanto il primo passo, l’educazione alla legalità resta l’obbiettivo finale. La serata del 28 servirà per mettere a punto strategie e intrecciare relazioni con i soggetti che mirano a questo ambizioso e difficile obbiettivo”.