Nel penultimo giorno del 2011 un evento rilevante per raffinatezza e qualità ha condito la serata cerignolana. D.Small Band e Mario Rosini per circa due ore hanno suonato classici del Jazz e della musica internazionale riarrangiati. «D.Small Band – dichiara a lanotiziaweb.it Luciano Pischetola – nasce come quintetto dixiland, poi allargato con altri fiati. Per stasera poi abbiamo deciso di invitare Mario Rosini e di aggiungere anche gli archi». Un formazione completa capace di proporre arrangiamenti in stile minimal, come Vacanze romane solo con gli archi e sonorità da Big Band come My Favorite Things.

A metà serata sale sul palco anche il Sindaco Antonio Giannatempo per portare il proprio saluto. «Oltre a complimentarmi – afferma il primo cittadino – per la splendida musica, mi auguro e auguro ai cittadini un 2012 più sereno, nonostante la crisi e le difficoltà che ci sono e, purtroppo, continueranno ad esserci. Spero che questo anno si chiuda domani sera con una bella festa in  piazza e non con botti e fatti spiacevoli».

Dopo alcuni brani cantati da Mariella Pizzolo, in uno splendido abito offerto dalla Boutique Specchio, è la volta di Mario Rosini. Un artista completo, capace di creare la propria orchestra con piano e voce. Pochi minuti prima del concerto Mario Rosini ha concesso un’intervista in esclusiva a lanotiziaweb.it. «Questa serata nasce in modo molto naturale – afferma l’artista pugliese -, anche perché a me piace fare questo tipo di esperienze. In fondo la musica è una, per cui quando sei sul palco, fai questa cosa bella che è la musica. Non è la prima volta che vengo a Cerignola. Conoscevo questo Teatro, perché ricordo un pianoforte con la firma di Mascagni».

Mario Rosini ha suonato tanto e studiato tanto. Una lunga gavetta che lo ha portato, oltre che al successo con il Sanremo 2004, a collaborare anche con diversi artisti internazionali. «Di sicuro chi mi ha dato di più musicalmente – continua Rosini – è Gino Vannelli, artista con cui ho collaborato e collaboro. Lui era un maestro ed è un maestro. Con Gino ho approfondito diversi aspetti musicali, sia da un punto di vista pianistico che vocale». E nel futuro del maestro di Gioia del Colle c’è anche l’imminente uscita di un album. «Sono ora in studio di registrazione. Sto facendo un disco di musica dove c’è dentro tutto. Ci sono anche collaborazioni importanti come Fabrizio Bosso. Credo che per marzo 2012 dovrebbe essere pronto».

1 COMMENTO

Comments are closed.