Domenica prossima, prima del match casalingo contro il Noicattaro, i giocatori della squadra gialloblu indosseranno le t-shirt di “Comincio da Me”, la campagna di sensibilizzazione promossa dal Centro Sociale “Don Antonio Palladino”

L’Audace Cerignola in campo per affermare il valore della cultura della legalità e del rispetto delle più elementari norme di convivenza civile in una città decisamente refrattaria all’osservanza delle regole. Domenica prossima, 8 gennaio, prima dell’inizio del match casalingo contro il Noicattaro, valido per la 17esima giornata del Campionato di Eccellenza Pugliese, i giocatori della squadra gialloblu e della compagine barese, insieme alla terna arbitrale e a 25 ragazzi del Centro Sociale “Don Antonio Palladino”, indosseranno t-shirt che riproducono due degli slogan di “Comincio da Me”, una campagna di sensibilizzazione appunto sul tema della cultura della legalità, un progetto promosso dallo stesso centro sociale di San Samuele, in questo supportato dall’Amministrazione Comunale, presentato lo scorso 17 dicembre a Palazzo di Città. In particolare, le t-shirt riportano messaggi che invitano tutti i cittadini a usare le cinture di sicurezza in auto e il casco in moto.

«Il 17 dicembre abbiamo presentato un calendario della legalità da noi prodotto – spiega il direttore del centro sociale Giuseppe Russo -. Nella pagina dedicata ad ogni mese dell’anno vi sono illustrazioni e slogan che vogliono essere un monito costruttivo al rispetto delle regole e dell’altro. Un esempio? Usare le cinture di sicurezza in auto, oppure pulire con paletta e sacchetto gli escrementi dei nostri cani. Insomma, ognuno è chiamato ad assumersi le proprie responsabilità, anche in quelli che possono sembrare semplici gesti quotidiani. Il rispetto delle regole è una questione che riguarda non le sole istituzioni, ma ognuno di noi». Messaggi la cui importanza è stata colta immediatamente dai protagonisti dello sport locale, che hanno accettato con piacere l’invito rivolto loro a fare da testimonial.

«L’ Audace, attraverso il presidente, i dirigenti e lo staff, sposa con molto entusiasmo questa iniziativa augurandosi che la legalità possa trionfare anche nel mondo dello sport», dice il direttore generale Francesco De Cosmo. Lo stesso avevano fatto, il 18 dicembre, i giocatori di Udas e Mediterranea, indossando le t-shirt prima del derby del basket cerignolano al Palazzetto dello Sport. Il calendario è stato distribuito in ogni scuola di ordine e grado perché possa essere collocato in ogni classe. Lo si può trovare presso la sede del centro sociale, in via Gran Sasso, oppure presso la bottega del commercio equo e solidale gestita dalla cooperativa sociale “Pietra di Scarto”, in Corso Garibaldi 54.

2 COMMENTI

  1. Buona iniziativa e verissimo che bisogna proprio cominciare da noi stessi ,dimostriamo che le nuove generazioni possono muovere qualcosa in questa direzione quella della buona educazione.Vorrei fare questa riflessione e girarla a voi lettori ed anche alla redazione .In queste feste Natalizie mi sono confrontato con parenti o conoscenti migrati fuori paese ,sono ritornati avvelenati contro il nostro paese per il comportamento di taluni cretini ,gettando veleno sulla cittaà dove loro stessi sono nati e cresciuti.Io a questo punto mi chiedo bisogna cercare di ripulire la nostra città e non bombardarla ,ammazzare tutti i Cergnolesi,io sinceramente mi vergogno di loro pseudo perbenisti Milanesi o Torinesi trapiantati. Scusate e uno sfogo contro certa gente che a lasciato la nostra Città avvolte per bisogno avvolte per vigliacheria.

  2. firnchè si tratta di magliette, caschi e cinture di sicurezza ………………………………….. il vero cancro e l’assenza di rispetto per il prossimo e per le cose comuni ………. tanto quelle private si prendono …… se solo si desiderano …………. questa non è cerignola ……. questa è BABELE

Comments are closed.