Il Cerignola fallisce un’occasione importante per restare a contatto con il Monopoli e la vetta, negandosi al 90’ la possibile vittoria sulla Libertas Noja, regalando in pratica il gol del pareggio e gettando via tre punti che sembravano in cassaforte. Al “Monterisi” è andata in scena una partita non eccelsa, sul solito campo difficile (ma almeno nella circostanza livellato come fondo, permettendo maggiore circolazione di palla): Di Corato deve fare i conti con diversi uomini non al meglio, schierando Colucci in difesa a destra, a sinistra Papagno ed in mezzo Modesto e Colangione; a centrocampo Malerba e Riontino centrali, Matera e Di Pinto con Maffucci e Rossi Finarelli in avanti. Nella prima frazione Libertas Noja più pericoloso complessivamente; pericolose le conclusioni di Fraschini e De Santis. Ma in ogni caso la pallagol più favorevole è dei padroni di casa, con Maffucci che non inquadra lo specchio di testa da favorevolissima posizione su cross di Matera, il quale aveva raccolto una apertura di Rossi Finarelli. Al 34’ una punizione di Di Pinto è deviata in angolo, il tempo si chiude con una buon tiro di Romito per gli ospiti.

Nel secondo tempo l’Audace sembra meglio disposto in campo e più propositivo: una sgroppata di Papagno (prestazione da vero capitano per lui) con traversone al centro è preda di un difensore che anticipa Maffucci. Nuova opportunità al 61’ con Rossi Finarelli, servito da una sponda di testa di Di Pinto, la cui girata è troppo debole per infastidire Tanzi. Entra in campo Zonno per Maffucci, baresi che ci provano con Fraschini e al 70’ Di Pinto non corregge in rete di un soffio una sballata volèe di Mazzanti, anch’egli subentrato per Matera. A dieci minuti dal termine, il risultato si sblocca con Colangione, alla prima marcatura stagionale, bravo nella torsione di testa a deviare alle spalle di Tanzi un calcio da fermo di Papagno. I rossoneri nojani non si arrendono: una punizione di De Santis è alzata sulla traversa da Vurchio e proprio allo scoccare del 90’ il patatrac. Su una apparentemente innocua palla proveniente dalle retrovie, Colangione sembra in vantaggio su Romito, che però sfugge alla marcatura ed infila con un rasoterra all’angolino appena in area l’indeciso Vurchio, fin lì molto attivo nelle uscite anche molto aldilà della sua area di competenza ma nella fattispecie come impietrito. Il difensore centrale cerignolano cerca di rifarsi nell’ultimo sussulto, incornando senza pretese tra le braccia di Tanzi. Al triplice fischio grande amarezza e delusione tra i presenti, con una sfuriata già manifestata in tribuna dei dirigenti e che si farà sentire anche tra le mura dello spogliatoio. I tifosi, sempre in silenzio durante la partita, hanno esposto uno striscione che recitava: “De Cosmo, la tua società contro tutta la città”, esprimendo ancora una volta il proprio malcontento. Il dato statistico rilevante è che il Cerignola ha concesso il primo punto ad un’avversaria sul proprio terreno, se si esclude l’altro pari col Tricase in campo neutro. La Liberty Monopoli guadagna sugli ofantini due punti, battendo 2-1 il Copertino; prossimo appuntamento domenica prossima a Corato, oggi bloccato in casa dal Vieste.