Nella 18ma giornata del campionato di Eccellenza pugliese, è in programma la delicata sfida tra Corato ed Audace Cerignola. Reduce dal mezzo passo falso interno con la Libertas Noja, è di vitale importanza per gli ofantini tornare a fare bottino pieno per restare a contatto con il Monopoli ed il Bisceglie, che occupa adesso la seconda piazza in classifica. La formazione barese è appaiata col Manfredonia al quinto posto, in piena zona playoff: ha avuto un rendimento molto costante e positivo (sette vinte, cinque pareggi e cinque sconfitte), tuttavia la matricola attraversa un periodo non propriamente felice. Infatti, due soli punti raccolti nelle ultime quattro giornate, seguite all’ultimo successo ottenuto in trasferta con il San Paolo Bari. La rosa a disposizione del tecnico Loseto è costruita per fare bene e per essere una delle rivelazioni del torneo; alcuni movimenti hanno interessato i baresi nel mercato di riparazione, con gli ultimi arrivi dell’attaccante Lisi (dal Noicattaro) e del centrocampista Frascolla, i quali vanno ad aggiungersi al forte difensore Bruno. Uno dei difetti dei neroverdi è una certa sterilità in attacco: se si escludono i tre gol della prima giornata (vittoria a tavolino con l’allora Libertas Bitonto), sono appena 16 i gol realizzati, media di uno a partita. Il principale goleador e uomo di punta è, manco a dirlo, Corrado Uva, con dodici segnature stagionali, otto in campionato e quattro in Coppa Italia, dove il Corato si è fermato nelle semifinali contro il Bisceglie campione. La gara di domani è ostica anche per il fatto che gli avversari in casa non hanno ancora perso finora: bilancio di tre vittorie e cinque pareggi; è caduto al Comunale il Manfredonia, mentre Racale e lo stesso Bisceglie non sono riusciti a passare.

L’Audace deve riprendersi e in fretta dalla beffa subita domenica scorsa al 90’: il calendario di certo non aiuta, poiché fino alla nona di ritorno ci saranno una serie di scontri fondamentali per calibrare in maniera più chiara gli obiettivi di stagione. Mister Di Corato avrà un problema non di poco conto domani, per via della squalifica del capitano e sempre più continuo Papagno: possibile lo spostamento sulla fascia di Modesto se D’arienzo recupera dai suoi acciacchi; rientra Millan a centrocampo, tuttavia sulla formazione ci sono parecchi dubbi, dal momento che diversi effettivi sono alle prese con noie muscolari o infortuni vari. Quindi, non è possibile sbilanciarsi, se si eccettua l’attacco dove ci saranno al via i soliti noti, ovvero Rossi Finarelli e Di Pinto, con Maffucci pronto a subentrare all’occorrenza. L’incontro, che partirà alle 14.30, vedrà la direzione della terna interamente barese guidata dall’arbitro Roca (curiosita: lo stesso dell’andata giocata in campo neutro ad Ascoli Satriano). Le avversarie dirette per la promozione hanno impegni non impossibili: il Monopoli (senza Zotti) va a Tricase; per il Bisceglie trasferta contro l’ormai dimesso Maglie.