Pubblichiamo di seguito una nota di Franco Metta sulla demolizione dell’ex Albergo Moderno. Il cicognino ricorda come il problema sia non attribuibile ad oggi, ma dura da circa quindici anni. Ecco il documento completo.

MM’ARR’CORD !!!

Non sarà l’ “Amarcord” del Maestro Fellini,ma anche “mm’arr’cord”….. ha una Sua dignità. Dunque: mi ricordo che le prime ordinanze con cui le varie amministrazioni comunali ordinavano  la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’ex Albergo Moderno risalgono a 15, forse più, anni fa’. Non crediate che mi stia confondendo! A quell’epoca l’Amministrazione Comunale – lo stesso identico ingegner Amato – ordinava a Calice, non ancora proprietario in esclusiva, ma già presente come interessato e proprietario pro quota dell’Albergo Moderno, di aggiustare,sistemare,restaurare, garantire stabilità ed estetica a questo edificio. Guardate nel fascicolo comunale: troverete queste ordinanze. Che puntualmente ed ineluttabilmente venivano emesse e dimenticate; insabbiate, nascoste, per non disturbare il manovratore Donato. Per questo è indispensabile all’ingegnerone che il Sindaco sia amico suo, non della città. In quelle ordinanze di 15 anni fa’ si scriveva che “entro 15 giorni”………. Bisognava fare…. Aggiustare…..restaurare…… Ma, poi, nessuno faceva niente e nessun Amministratore – tanto meno il fedele Custode – aveva i coraggio di prendere i necessari provvedimenti. Per questa strada di omissioni, privilegi, favori si è arrivati alla demolizione. Con risveglio – alquanto tardivo – di alcune coscienze assopite finora, o peggio, finora complici del Sindaco Giannatempo. A tutti dico: l’albergo Moderno è….. andato…… a  consacrazione di una strategia impostata già da decenni or sono. La prossima vittima sarà il palazzo dell’Acquedotto! Mentre l’ex Mulino Tamma, pur acquistato da chi si può permettere di spendere milioni di euro, ancora non è stato oggetto di una serio provvedimento che imponga al nuovo proprietario di spendere subito qualcosa per i lavori di messa in sicurezza e per attenuare il degrado in cui versa l’edificio. Ma si sa, quest’altro è vicino al cuore del Capogruppo; dunque, nemmeno qua si farà nulla. Nel frattempo Calice già si prepara  a segnare il goal. TRASFERIRE LA VOLUMETRIA DELL’ALBERGO MODERMO (ora appetibile, ma fino ad un certo punto, con margine di guadagno ristretto) IN UN’ALTRA – PIU’ PREGIATA ZONA DI CERIGNOLA. PER UN GUADAGNO PIU’ ALTO E PIU’ SICURO! Il tutto, fingendo di scambiare questo affarone (si chiama speculazione edilizia), con una amena piazzucola. Tipo “rotonda d’oro”, ricordate? Due panchine (una a testa per Allamprese e Carbone) sei fili d’erba, due vialetti. Da far stimare migliaia e migliaia e migliaia di euro. E la volumetria portata altrove, per l’ennesima enorme speculazione edilizia. Soldi, soldi, soldi. Money, money, money. Sicuro che Berthold Brecth, non avesse già in mente Donatone nostro?

15 COMMENTI

  1. sui telefonini molti di noi hanno la sua voce che dice “sarò sindaco”.
    Le cose non andarono esattamente cosi: arrivò terzo

  2. ormai i comunicati sono fatti tanto per.
    l’albergo moderno sta giu. ed è questo quello che conta. non le chiacchiere

  3. il gabibbo non si firma piu con nome e cognome e preferisce scrivere su un altro sito. lo riconosco dal suo pessimo italiano. e pensare che voleva fare il consigliere (ma prese venti voti)

  4. e se domaniiiiiiiiiiii….io non lo votassiiiii, come non l’ho votatoooo. mettiamo il casoooo, che arrivi fuori dal ballottaggioooooooooo, e che noi ci mettessimo a brindare a champagne!!!

  5. non ho votato Metta alle ultime elezioni, non ho votato la cicogna ma una cosa è certa, alle prossime voterò Metta sindaco. Mai più con questa gente, mai col pdl (non li ho votati mai) e mai e poi mai più con il pd. dopo aver laciato capire con chi, per un’intera vita, sono stata schierata aspetto con ansia le prossime elezioni. Viva Metta.

  6. Viva metta?metta parla sempre dopo che succedono le cose…attenti perchè lui vuole solo sedere sulla poltrona e non certo per far del bene al popolo….anche lui avrà i suoi inciuci da fare anzi ce li ha già pronti e aspetta solo che arrivino le elezioni e la gente ingenua gli regali voti….non v’ fidot d’ niscioun..

  7. Metta non sapeva che cadinvest era proprietaria dell’albergo moderno? e che non potevano fare altro che una piazza gratis ,e avere giu a torricelli la possibilità di costruire case housing ,con un guadagno bello sostanzioso? Metta arrivi in ritardo abbiamo capito tutti la manovra adesso è tardi.

Comments are closed.