«Non possiamo più attendere i tempi del Sindaco. Le nostre richieste – afferma Gerardo Defeudis a lanotiziaweb.it – sono note alla città. Vogliamo azzeramento della Giunta e dei Dirigenti. Se Giannatempo continuerà a procrastinare le nostre richieste ci vedremo costretti a mandarlo a casa, attraverso l’autoscioglimento». Questo il commento a lanotiziaweb.it del consigliere in quota GAM, che altresì esclude la possibilità di una data certa per la firma dal notaio. Infatti il rischio oggi è che la data fissata dal Pd per giovedì alle 19,00 possa, dopo la riunione di questo pomeriggio, esser spostata. Questo perché in agguato ci sono altri problemi ben più gravi, come l’Albergo Moderno, le cui macerie potrebbero seppellire l’Amministrazione Giannatempo.

Tutti per uno o ognuno per sè? – Un dubbio legittimo. Perché, da indiscrezioni dell’ultimo minuto, se i due veterani Laguardia e Defeudis sembrano essere convinti di andare fino in fondo, Netti e Morano potrebbero all’ultimo far mancare la propria firma. Si sa queste sono scelte da ponderare, sulle quali non è mai detta l’ultima parola, ma dubitare è ancora lecito. E poi non va dimenticata l’incognita Ruocco.

Giannatempo non scende a compromessi «Non sono un uomo del compromesso – dichiara il Sindaco a lanotiziaweb.it – e come ho già dichiarato non ci ha prescritto nessun medico di governare questa città. Gli elettori ci hanno dato fiducia, sposando il nostro programma e la nostra linea. Se qualcuno, e non io, ha deciso di porre fine a questa amministrazione vada fino in fondo».

6 COMMENTI

  1. hahahahaha…………………………..ne vedremo di tutti i colori in questo 2012.
    Inizia lo spettacolo folkloristico di questa maggioranza…………..hahahahaha!!!!
    solo per concludere……vergognatevi!!!!!!!!

  2. Perchè non torna a lavorare visto che a lui la politica serve solo per avere aspettativa dal lavoro vada a riscaldare la sedia almeno fa qualcosa

  3. Condividendo lo scetticismo dei commenti che mi hanno preceduto, mi chiedo come sia possibile che un consigliere comunale di un partito come il PD possa ,in maniera del tutto autoreferenziale ,dare appuntamento dal notaio per sciogliere il consiglio comunale e credere che tutto ciò avvenga ??? ho l’impressione che qualcuno creda di svolgere il suo ruolo istituzionale come se stesse partecipando a ” SCHERZI A PARTE ” nota trasmissione televisiva di grande successo, coprendo di ridicolo tutto il partito di cui fà parte e tutti gli elettori che lo hanno votato loro malgrado.

  4. CAMBIARE GIUNTA: IL PROBLEMA RESTA SEMPRE CON GIANNATEMPI.

    GRANDE GIANNATEMPI.

    L’UOMO DEI MIRACOLI.
    ARRIVERA’ FINO ALL’ULTIMO E RIMARRETE TUTTI A BOCA ASCIUTTA.

Comments are closed.