«Non se ne può più». Questo è quanto affermavano i farmacisti stanchi delle continue rapine nei giorni scorsi. E mentre l’arma dell’ironia lascia il tempo che trova stamane in pieno giorno, alle 12,17 ancora una rapina, la quarta per la categoria, la seconda per il dott. Ruocco. Vittima infatti è la Farmacia del Corso, sita in una delle zone più frequentate della città.

I Fatti Sono stati attimi di panico nei quali una signora è svenuta e una madre continuava a implorare il rapinatore di non far del male al ragazzo, il figlio, tenuto in ostaggio. Dopo aver preso il bottino i rapinatori sono scappati via, nell’incredulità e nello shock totale di chi era presente. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che si arrivasse a tanto. Nessuno credeva che in pieno giorno, in pieno corso, si potesse consumare un atto simile. Invece è successo. «E non dite che Cerignola è sicura», ha affermato stizzito un passante.

Si spera che a seguito di questo ulteriore evento criminoso l’Amministrazione comunale e le forze di polizia tutte, spingano e sollecitino i comandi provinciali a prendere in esame il caso Cerignola. Non è inoltre escluso che un incontro prefetto-sindaco avvenga nell’immediato.

30 COMMENTI

  1. ma quale incontro se l assessore dichiara che e solo un caso mi spiegate cosa vuole capire di sicurezza!!!!servirebbe un incontro x cambiare chi ci comanda.

  2. Reddavide sta arrivando il movimento dei FORCONI per te e tutta la giunta,scappate che è meglio per voi!!!!!!

  3. Un fatto al quale non può seguire qualcosa di concreto. Ma non nei prossimi giorni, bensì nelle prossime ore. Una risposta dura, concreta, forte…insomma un segnale da parte di tutti!Dall’amministrazione comunale che deve assumersi le responsabilità e finalmente attuare qualcosa di pratico, per la sicurezza dei cittadini e il nome della città; da parte della Questura, che deve capire che l’ora di rimanere a vedere è finita, prima che siano i cittadini a farsi giustizia da soli. Le forze dell’ordine, che invece di fermarsi ai bar a prendere i caffè durante il loro servizio, siano attenti ad ogni atteggiamento dubbio e illegale. Ci metto il nome e la faccia in queste dichiarazioni, credo e spero che lo facciano anche tanti altri ragazzi e cittadini che come me credono che a Cerignola è ora di cambiare! SONO STANCO DI VEDERE TANTE COSE CHE NON VANNO…DI CREDERE NELLE ISTITUZIONI MA ASSISTERE AL LORO SILENZIO, AL LORO LASSISMO….leggere tali episodi mi fa vivere stati di rabbia, viverle certe cose invece può segnarti per una vita!Non scherziamo, perchè quando ci accadrà qualcosa di più grave (se questo già non lo è!?) tutti saranno buoni a parlare di TAVOLI PER LA SICUREZZA, INCONTRI PRO GIUSTIZIA…ma basta. Dove sono i fatti? E se non si è capaci di rispondere con piani seri e duri contro la criminalità, fatevi da parte e ammettete la vostra incapacità!

  4. Non se ne può più, questo è poco ma sicuro!! L’amministrazione comunale e la polizia hanno la loro gran bella dose di responsabilità. Ma i cittadini? Oggi davanti alla farmacia del corso c’era tanta gente, e quando una giovane dottoressa è uscita chiedendo di chiamare la polizia nessuno l ha fatto e sono rimasti tutti a guardare mio padre che da solo correva per acchiappare questi bastardi! Nessuno li ha fermati, nessuno l’ha aiutato, anzi, sono rimasti tutti a guardare con il tipico atteggiamento curioso/omertoso che contraddistingue noi cerignolani. Come pretendiamo che la nostra città cambi se poi siamo noi, i cittadini, il più grande problema?
    I discorsi politically correct per accaparrare voti e consensi lasciano il tempo che trovano! Se non si comincia ad aiutarci a vicenda, ad essere una comunità vera, non potremo far altro che continuare a sottostare e a guardare inermi il farwest in cui abitiamo!!

    • ciao sono roberto e sono ormai 10 anni che vivo a modena perchè avevo forti dubbi sul futuro del paese!!
      ora credo di aver fatto bene
      bisogna dare una vera scossa a questo paese

  5. il cambiamento è in corso caro Pierluigi la gente è stanca di assistere ad una paralisi amministrativa in tutti i settori, sono sicuro che gente come te può contribuire a migliorare questa città. per quanto riguarda la sicurezza…. sono preoccupato, soprattutto dopo le dichiarazioni dell’assessore Reddavide,per lui è tutto sotto controllo.

    • credo che tra poco a Cerignola più che in altri posti scoppi la rivoluzione della gente onesta! sono tante le cose che non vanno e che nessuno mi venga a dire che chi deve sta facendo il suo lavoro!non è cosi e questo è dimostrabile col fatto che certi episodi accadano a mezzogiorno in pieno centro!

  6. Falliti, andatevene a casa.
    In questa città non funziona nulla, ma la cosa più grave è che per chi ci amministra va tutto bene e tuto sotto controllo.
    Siete una massa di lestofanti e incapaci.
    La città è stanca e da ciò che sento in giro, condivido quanto affermato da Sandro Moccia, il cambiamento è in corso, ma serve il contributo di tutti.

  7. ormai è una situazione insostenibile, e non solo per le rapine, mi riferisco alla gestione in toto della vivibilità cittadina..anche se questa è la naturale conseguenza delle scelte su i nostri amministratori, come può un negoziante di professione occuparsi in maniera soddisfacente della sicurezza di una città di 60000 abitanti?..cosi’ come puo’ un commercialista (dott. DECOSMO) occuparsi dell’urbanistica, io avrei scelto un tecnico..ma tanto ormai si è capito che da entrambi gli schieramenti è tutto un gioco di poltrone.Buona serata

  8. Ma che belle notizie circolano in questa città. ora tutti ad alzare la voce e l’indice verso questo o quell’incapace. La prima cosa che questa città deve eliminare è la Connivenza: Consenso dato a un’azione disonesta senza parteciparvi attivamente. Il più grosso macigno o ostacolo mentale di questi indigeni, mentre la seconda è che il cittadino cerignolano è il più omertoso del sud, niente da condividere con abitanti di altri territori.
    Le forze dell’ordine, di ogni ordine e specialità, non possono nulla contro questo muro, anche se loro ne sono informati, in quanto esiste una legge che è impotente contro questa delinquenza che ormai non conosce limiti, anche i soggetti atti al reato, che molto spesso sono annoverati come provenienti da buona famiglia: ma fatemi il piacere! Qualcuno addirittura li classifica come “errori della società”, forse anche degli “aborti mancati”, ma comunque senza nessuna vergogna sono dei malviventi. Nulla a che vedere con quelli delle bidonville brasiliane o americane, ma comunque sempre di bidoni vuoti a perdere. Non facciamoci prendere dal “lacrimone”, quando si mette fine al loro …………………………………………………………..

  9. Buonasera,
    avevo già espresso il mio pensiero in un precedente post:

    http://www.lanotiziaweb.it/17/01/2012/sicurezza-problema-della-citta-e-non-della-piazza/#comment-8994

    ma non sono in accordo con quanto affermato dalla Sig.ra Marcella. Che vi sia una mancanza di senso civico che porta ad un certo qualunquismo ed omertà forse sì: ma che si debba svolgere il ruolo di polizia e forze dell’ordine proprio no. No perchè purtroppo in questo mondo non vi è certezza della pena e condanna: ricordo il caso emblematico dell’ormai dimenticato Michele Cianci…per salvare un anziano, per un gesto di totale altruismo ora non è più con noi. I malfattori scorazzano tranquillamente…allora penso che la mancanza di senso civico, almeno tra le persone per bene, stia nel fatto che il rapporto tra beneficio ed eventuali danni collaterali sia troppo alto. Non è un senso di meschinità che sovrasta tutti noi ma tutti tutti nel loro profondo pensano ” chi me la fà fare “, sono dei disgraziati che non verranno puniti e che faranno passare i guai a me o a qualcuno della mia famiglia. Altro discorso sarebbe se le leggi funzionassero velocemente, se si punisse esemplarmente, se coloro non i regola con i documenti fossero allontanati, se le stesse forze dell’ ordine non la pensassero come il comune passante…ma questa è veramente un’altra storia. Non vuole essere assolutamente una critica nei confronti della Sig.ra Marcella, capisco che non mi comprenderà, che dirà che siamo tutti codardi: ma una cosa è quello che si dovrebbe fare in un mondo perfetto da quello che è la realtà e l’animo umano. Distinti saluti.

    PS
    Mi chiedo cosa passa nella testa di persone che continuano a dire che è tutto tranquillo, che la situazione è sotto controllo…sono scollegati dalla realtà, la sete di protagonismo ed ambizione ha offuscato il loro giudizio…non se ne rendono conto…loro e noi che ci ostiniamo a votarli siamo veramente esseri alquanto strani !!!

  10. Dovete sterilizzare le mamme di questi bastardi che rompono la serenità di una splendida città.
    Dimenticavo, evirare i padri e loro a spalare letame.

  11. Ma se non più tardi di domenica mattina il carissimo assessore alla sicurezza alla rotatoria di via s. d’aquisto pur avendo uno stop grande quanto un palazzo, mi tagliava la strada …………………………………………….. cosa volete che possa capire di sicurezza………….

  12. Gherardo che dici? non capisce niente di sicurezza è stato Carabiniere Ausiliario nel 1987.

  13. ha ragione Marcella Ruocco, parliamo parliamo ma nessuno di noi ha il coraggio di intervenire, le istituzioni ci hanno abbandonato ok, le varie amministrazioni, di qualsiasi partito, non sono mai state in grado nemmeno di affrontare seriamente il problema, ma il vero problema è la nostra vigliaccheria, il nostro menefreghismo al momento del problema altrui e la nostra omertà.

  14. Ma ci rendiamo conto che la città è invivibile, e non certamente da qualche giorno ?
    Ma ci ricordiamo che quelli che votiamo di entrambi gli schieramenti li abbiamo votato noi ?
    E poi quanti di noi sono obbligati nei confronti di tizio e di caio per un posto all’Asia o ASL che sia… ???

    Meditate genta la libertà la si conquista con la dignità e questa città non ha più nè libertà e nemmeno dignità.

    P.S. Vicino alla famiglia Ruocco per l’accaduto ma meno ipocrisia per i discorsi politically correct si vede che …
    Excusatio non petita, accusatio manifesta

  15. Buonasera, chiedo…..che fine hanno fatto le video camere che avrebbero dovuto controllare almeno le vie principali,,,,,,,i?????????????????????

    Forse non si attivano per evitare particolari riprese ……che potrebberro riprendere anche la polizia urbana che permette di tutto…..es,,,utilizzo del caso etc……….

  16. E le telecamere dove sono? Marcella la tua farmacia aveva le telecamere azionate? Dov’è scappato il bastardo? Possiamo vedere le registrazioni degli esercizi commerciali vicini alla farmacia per piacere?
    Temo seriamente per l’incolumità di Reddavide! Rischia di gravitare a sè tutta la rabbia dei cittadini. Dimettiti fallito!
    Giannatempo dimettiti! Tanto in Via Candela non faranno mai fare la lottizzazione che vuoi tu!!!!

  17. tutta la solidarietà possibile al dott. Ruocco.
    @ tutti voi dare la colpa all’amministrazione comunale è vergognoso. Come se si scopre adesso che a Cerignola, come ovunque, ci sono delinquenti. Che si faccia il possibile, ma 4 farmacie rapinate in 4 giorni non possono non essere frutto di una banda. Sicuramente le forze dell’ordine stanno facendo il possibile. Piuttosto vergogniamoci dei nostri concittadini che, trovatisi fuori dalla farmacia in quel momento, non fanno nulla per fermare questi delinquenti, tanto meno chiamano la polizia, il minimo che un buon cittadino dovrebbe fare.
    Della serie “Piove! Governo Ladro!”

    • Assessore, perchè non si firma…………….? E’ palese che “voi non ci state con la testa” è un componente di questa amministrazione…….e se non è l’assessore alla sicurezza è di certo un suo amico…….o un adepto del nostro caro sindaco che d’ora in avanti chiameremo……”IL MEDIATORE” colui che media con tutti per continuare a mantenere una carica per la quale si è, in passato ed adesso, inadeguato. Dopo tutto ciò che sta succedendo, dopo che la maggioranza si regge non sulla presenza ma sull’assenza dei “contenuti”; dopo che Cerignola (lo scrivo con la maiuscola…..almeno qualcosa di grande lo merita questo paese) è diventata terra di conquista per criminali di ogni risma; dopo avete dimostrato di non avere la più pallida idea di come si governa un paese ed avete fatto capire (spero a tutti) che i vostri interessi erano solo quelli di tutelare i soliti noti………fate un favore a noi e a voi stessi………RIDATECI LA DIGNITA’ DI SENTIRCI CERIGNOLANI……andate a casa…..arrendetevi e dichiarate la vostra inadeguatezza………il popolo, forse, avrà parole più tenere nei vostri confronti…..grazie.

  18. non se ne può più in questo paese di merda dove se sei malavitoso te la passi sempre bene ci vuole un grosso ampliamento di forze del ordine se non l’esercito a parte che se si potessero rimettere certe leggi metterei la pena di morte in piazza x certi zulù e buffoni….

  19. Non è il paese ad essere “di merda” ma sono le persone sbagliate a farlo diventare così. C’è una mentalità retrograda.. ormai il delinquente è all’ordine del giorno, viene rispettato e ben visto e la gente onesta subisce in silenzio. E chissà perchè tanti giovani (col cervello) se ne scappano..

    L’ignoranza è l’origine di tutti i mali. Socrate si che aveva ragione.

  20. Mi chiedo ma le forze dell’ordine cosa fanno?
    C’è qualcuno che sta indagando su questi rapinatori?
    Possibile che non si riesca a sapere cosa succede nell’ambito della malavita Cerignolana in un paese di 60.000 abitanti?
    La sensazione è che nel ns. paese tutto ciò che rappresenta lo stato e le istituzioni sono totalmente assenti.
    Non mi sento schierato politicamente con nessun partito, ma sono certo che l’attuale amministrazione deve essere mandata subito a casa.
    Bisogna azzerare tutto e ripartire, cercando di usare la testa prima di votare.

    • Parlo da spettatore neutrale in quanto sono arrivato a Cerignola dal nord da circa tre mesi. Frequento e conosco la città da circa 25 anni e non ho mai visto un cambiamento. Anzi ho notato l’apertura di molti negozi di abbigliamento, di cellulari, di articoli superflui, ma anche la stessa perdurante mancanza di senso civico, la stessa arroganza e mancanza di regole di molti cittadini, la persistente avidità e inerzia delle istituzioni, una fatiscente programmazione, una omertosa inerzia delle coscienze. Non certo la città di Di Vittorio, di Zingarelli, la città che vide all’opera Mascagni, la citta delle conquiste civili e sindacali, ma una città spenta nei suoi figli migliori che sembrano ritrarsi dalle responsabilità lasciando via libera all’opportunismo, all’affarismo di basso conio, alla speculazione politico economica, alla delinquenza comune ed anche organizzata. Dove è il carattere dei pugliesi che vennero al nord e diventarono imprenditori, uomini di cultura e di prestigio, che seppero imporsi ad un mondo all’inizio ostile ma che poi li seppe apprezzare ed accogliere come pari. Perchè i cerignolani che vogliono emergere debbono per forza emigrare per non soggiacere alle regole di una città che non accetta diversità, che accoglie solo chi si adegua e si appiattisce. Fa tristezza vedere una città che sta morendo per l’insipienza della sua classe politica, che ostacola le novità, che si prostituisce ai notabili che contano.

      • solidale con i farmacisti……….ne ho subite 3 a mano armata l’anno scorso.
        un’altra sventata martedì (la 4) ………ci vogliono disguidi per tutti anke 1 cliente al dì cosi capite ke nn si può vivere a ceribagdad…..esercito digos e manganelli pure se uno butta una carta a terra………….questa è la cura…… non le telecamere …ho inviato foto , video e senza passamontagna di questi aborti mancati ma è meglio che non vi riferisco la risposta di certi addetti alla tutela perkè alcuni mi hanno sostenuto e aiutato veramente quindi c’è gente che fa il suo dovere come c’è gente (comuni cittadini) che durante la rapina mi ha aiutato a fermarli pur avendo un’arma puntata, altri ad inseguirli in auto…..per non parlare sopratutto di chi telefona alle autorità …grazie a tutti….non fate tutto un fascio…. sò di gente ke ha telefonato anke durante la tua rapina sig. ruocco…….ma ….loro sono più ”preparati” ecco perkè ci vogliono dei professionisti contro il crimine organizzato …….le telecamere servono solo a far cassa……x multe ….come dire ke gli autovelox fanno evitare gli incidenti…..

      • Chi ti risponde ha vissuto per 11 anni a Milano,condivido pienamente il tuo scritto,questa citta’ si dovrebbe vergognare e reagire difronte a questo schifo,purtroppo bisognerebbe cambiare la mentalita’ della maggior parte della popolazione e questo non e’ possibille in quanto sono ottusi e non guardano al futuro dei loro figli.

Comments are closed.