Una giornata trionfale per il basket ofantino, con due vittorie pesanti finché si vuole, ma al tempo stesso ricche di fascino ed emozione pura che solo il Palabasket Dileo sa dare: questo giova a chi ha creduto e crede in uno sport che sembrava destinato nel dimenticatoio da queste parti; due squadre con obiettivi diversi stanno regalando alla Cerignola sportiva un’annata straordinaria. Dovendo scegliere, l’inizio del racconto della seconda giornata di ritorno del campionato di Serie D maschile parte dalla Mediterranea Cerignola, che ieri aveva aperto il Basket Day affrontando il derby contro il Cus Foggia. Fra le file di casa rientra Giovanni ’’Speedy Gonzales’’ Romano, il quale nonostante l’infortunio della settimana scorsa a Bari, è in campo a dar manforte ai suoi compagni di squadra: inizio di partita equilibrato, con i dauni freschi e gli ofantini ancora un po’ bloccati; ma i padroni di casa si riprendono bene ed hanno il primo vantaggio 13-10. Il secondo quarto vede le due squadre in costante equilibrio fra belle giocate e triple spettacolari: Foggia effettua il sorpasso sul 35-33, subito pareggiato da Merlicco; all’intervallo lungo, la Mediterranea chiude con 2 punti di vantaggio sui cugini (39-37). Partenza del terzo quarto d’autorità dei gialloblu con un 44-39 imperioso, ma i dauni continuano a fare pressing cercando anche falli sistematici, trovando un ulteriore vantaggio (53-52) che si concretizza a 2’ circa dal termine della frazione. Il cuore dei padroni di casa non si perde d’animo riportandosi avanti 57-53. Ultimo quarto con la Mediterranea in netta ripresa con Domenico Rizzi, Vincenzo Granato, Mimmo Russo ed il resto del team che spegnono le velleità dei foggiani: i tiri dalla lunetta di Romano chiudono la gara sul 78-70; la strada verso la salvezza riprende a gonfie vele.

Tiratissima e vincente anche la sfida della Solenergy Udas contro la Don Bosco Bari: il punteggio finale a favore degli udassini (73-68) rispecchia scampoli di gran bel gioco da entrambe le parti, applauditi dallo sportivissimo pubblico del palazzetto cerignolano. Avvio bruciante con Susbielles e Sierra che costruiscono un 9-0 straripante dopo appena 3’ di gara; Bari dopo l’iniziale shock si riprende e con due triple arriva a -4 dai padroni di casa sorpassando in seguito l’Udas, ma Visaggio firma il 15-13. Ospiti avanti in chiusura della prima frazione di 4 punti, 17-13. Secondo quarto assai teso, con i padroni di casa che cercano di ragionare e riprendere in mano il match: una tripla di Visaggio li porta a -1, ma la Don Bosco spegne momentaneamente i tentativi di riavvicinamento. Bari gioca meglio, approfittando dei tanti passaggi sbagliati dei biancazzurri ed il vantaggio ospite aumenta sul 35-24, ma i tiri dalla distanza di Susbielles e del cerignolano Mimmo Sciascia porta la contesa sul 33-36. Ancora l’argentino con due tiri a segno dalla lunetta realizza il 35-36 con cui si va all’intervallo lungo. Il terzo tempo si apre con il sorpasso degli udassini ad opera di Visaggio, che insieme a Susbielles porta il risultato sul 41-38, ma la Don Bosco agguanta il 41-41 con una tripla. Si gioca sulla capacità di mantenere il risultato e su questo la Solenergy è bravissima: pur soffrendo si porta a casa un meritato 73-68, che la colloca fra le prime posizioni della classifica in una lotta play-off entusiasmante e ricca di sorprese. Tutta la squadra udassina ha giocato al top, dimostrando di non essere in questa serie per caso: grinta, nervi saldi e rabbia agonistica sono i tre fattori fondamentali per un team che vuole sognare in grande, ma a piccoli passi. D’altronde come ha detto coach Saracino a fine partita: «Non abbiamo ancora vinto niente, ogni partita è una finale e ce la giocheremo con tutte, senza timori». Il resto della giornata ha visto i successi della capolista Altamura sull’Apricena per 74-60, mentre la Diamond Foggia batte nel derby per 75-61 il San Severo.

CLASSIFICA ALLA DICIASSETTESIMA GIORNATA

Libertas Altamura 30; Cest Bari, Diamond Foggia 28; Solenergy Udas Cerignola 26; Bk Angel Manfredonia, Don Bosco Bari 20; Nuova Alius San Severo 18; Bisanum viaggi Vieste, Wake Up New Bk Barletta, Olimpia Bisceglie, Mediterranea Cerignola 16; Cus Foggia 14; Angiulli Bari 10; Bk club Apricena 6; Casillo Corato, Fulgor Molfetta 4.

 

 

2 COMMENTI

  1. ROSAAAAA…….grande….Ti ricordi quando giocavamo e ci allenavamo al freddo e al gelo???? Quanta…sacrficccc
    Bravo sei uno dei poche che ….lo dit …e lo fat…..!!!!!
    Ma il professore viene a vedere le partite o rimane in palestra??’
    Saluti da Venezia

  2. no so se rosario ti risponderà, cercheremo di avvisarlo. sono un dirigente udas fiero del suo lavoro. ogni domenica 500 spettatori sulle tribune, una torcida incredibile. il professor tomasicchio è uno dei nostri primissimi tifosi, è sempre al nostro fianco e addirittura un fedelissimo sostenitore! cerignola, l’udas e solenergy ringraziano del tuo sostegno…salutaci venezia!

Comments are closed.