Bluffa quel giocatore che tende a indurre in errore l’avversario o la persona a lui contrapposta. Questa è un’arte e non si impara. La crisi della maggioranza, o meglio, il polverone alzato negli ultimi giorni non ha sortito gli effetti sperati da qualcuno. E anche le parole dell’UdCap non impensieriscono l’imperturbabile Giannatempo. Il procedere delle cose vorrebbe una delega al Gam, più forza all’UdCap, qualche sostituzione in giunta (forse un azzeramento), qualche presidenza di agenzia ai meno premiati e la testa di qualcuno poco gradito. Ma come non dar ragione a chi crede che i veri problemi siano altri ?

Ognuno, anche e sopratutto in politica, vorrebbe avere più di quanto ha…per apparire, per comandare, per semplice sete di potere. E chi quel potere non ce l’ha perché non può(?)…mangiare, lavorare, permettersi cose che per altri sono normali? A loro le ossa. A chi ottiene (o vorrebbe ottenere) qualcosa invece…popolarità su giornali o affini megafoni doc, piccoli incarichi e qualche centesimo.

Ma il tempo per qualcuno in questi giorni non passa mai e chi è poco avvezzo al gioco della politica si stanca, si sfianca e può cadere in errore. Come chi ad esempio prometteva pubblicamente, qualora fosse arrivato mai un nuovo ortopedico, una cena per i presenti (oltre 100 persone). Siamo tutti invitati dottore?

Gam e altri sono avvisati. C’è chi da anni gioca sempre e solo a carte coperte. Siete pronti al bluff? Per i ‘cambiamenti’ ci vuole ancora del tempo, nonostante le mille dichiarazioni dei protagonisti.