Nell’incontro svoltosi nel pomeriggio a Palazzo di Città, l’Amministrazione ha concordato con la Fisascat Cisl il ricorso alla cassa integrazione in deroga come strumento di sostegno al reddito dei lavoratori. Il Sindaco Giannatempo: “L’accordo stretto con i sindacati ridà tranquillità  ai dipendenti della coop”.

I servizi esternalizzati di pulizia, piccola manutenzione, parcheggio e scuolabus svolti dalla cooperativa sociale “San Francesco d’Assisi” per il Comune di Cerignola sono prorogati fino al 30 giugno 2012, in attesa del nuovo bando di gara d’appalto. Lo ha garantito l’Amministrazione Comunale nell’incontro con la Fisascat Cisl di Foggia, tenutosi nel pomeriggio a Palazzo di Città. Una riunione chiesta dai rappresentanti sindacali, che avevano espresso preoccupazione rispetto al mantenimento dei livelli occupazionali dei lavoratori dopo aver ricevuto lo scorso 27 gennaio una lettera dei vertici della cooperativa nella quale veniva comunicata l’apertura di una procedura per riduzione del personale per i dipendenti impegnati negli appalti “Global Service” a favore del Comune di Cerignola. Un provvedimento che la cooperativa motivava con conclamate difficoltà economiche.

Si è giunti ad un accordo che stabilisce il  ricorso ad un ammortizzatore sociale quale la cassa integrazione in deroga come possibilità di sostegno al reddito di tutti i lavoratori coinvolti. Si procederà dunque all’avvio della relativa istanza presso l’Ufficio Politiche del Lavoro della Provincia di Foggia. Alla riunione erano presenti per l’Amministrazione Comunale il Sindaco, Antonio Giannatempo; l’assessore al Patrimonio, Nicola Gallo, e il dirigente Francesco Casamassima; per i sindacati, il segretario generale della Fisascat Cisl di Foggia, Leonardo Piacquaddio, e il rappresentante sindacale aziendale Michele Garruto; per la cooperativa, il presidente Michele Lapollo.

“Riteniamo di aver trovato una buona soluzione alla vicenda – commenta il Sindaco Antonio Giannatempo -. Abbiamo sempre detto che avremmo fatto di tutto per salvaguardare i livelli occupazionali dei dipendenti della cooperativa impegnati nei servizi esternalizzati. Pensiamo di aver imboccato la strada giusta per uscire dall’impasse: l’accordo stretto con le parti sociali ridà tranquillità ai lavoratori”.

“Siamo soddisfatti dell’intesa raggiunta con la cooperativa ed i sindacati – dice l’assessore Nicola Gallo -. In un periodo davvero difficile per le casse comunali stiamo facendo i salti mortali per cercare di conciliare le esigenze di tutti, e posso dire, senza enfasi, che ci stiamo riuscendo. La soluzione trovata era l’unica praticabile, a nostro avviso, e ci fa piacere che abbia incontrato l’apprezzamento dei nostri interlocutori”. Le parti si rivedranno prima dell’inizio dell’estate per un nuovo monitoraggio della situazione complessiva dell’appalto sia in termini economici che organizzativi.