Continua l’appassionante lotta al vertice del campionato provinciale di volley under 16, che vede coinvolta la Mediterranea: nell’ultima gara giocata, mercoledì 1° febbraio, le giovani promesse della pallavolo hanno battuto nettamente 3-0 il Bovio Foggia (parziali 25-11; 25-14; 25-18). Un ostacolo, quello rappresentato dalle foggiane, sulla carta non problematico ed il punteggio lo testimonia; tuttavia alcuni cali di concentrazione delle baby gialloblu ha permesso alle ospiti di restare sempre in partita e ad ottenere comunque l’onore delle armi. E’ una formazione interessante la Mediterranea under 16 femminile, che ha dispetto della fascia d’età, conta già alcune ragazze nell’orbita della squadra maggiore, la Lapige che disputa il torneo di serie C. La palleggiatrice Debora Fagnillo; il libero Rosaria Rubino; i martelli Gessica Sparapano e Chiara Crisà (quest’ultima anche capitano dell’under 16) si allenano con le colleghe più esperte e sono già in pianta stabile nell’organico. Sotto la guida attenta del primo allenatore Giuseppe Delvecchio e del vice Vincenzo Papagni, le altre componenti della squadra sono: le centrali Brunella Di Francesco, Roberta Mansi e Alessia Di Rienzo ed infine la schiacciatrice Miriam Giannuario. C’è da sottolineare che la formazione al completo è “made in Cerignola”, fattore che inorgoglisce la dirigenza oltre e soprattutto per i risultati conseguiti. Con la vittoria di due giorni fa, la Mediterranea sale a 40 punti, seconda dietro alla capolista Intrepida San Severo, la quale ha solo un punto di vantaggio; la Zammarano Sportlab Foggia segue a ruota, a quota 39. In quindici partite giocate, tredici successi e solo due sconfitte: un cammino di tutto rispetto per le piccole ofantine, che riceveranno nella terzultima giornata il Volley Manfredonia (8 febbraio, alle 18.30), quarto in graduatoria, ma ben distanziato a 26 punti. Sarà l’incontro che precederà lo scontro che potrebbe decidere le sorti del campionato col San Severo, sempre in casa, così come avverrà per l’ultimo incontro con il Lucera.