Per chi ha visto la partita risulta difficile credere al fatto che l’Apricena vista a Cerignola possa occupare la penultima piazza del campionato di serie D. Dopo aver perso di un soffio domenica scorsa con la Mediterranea (77-79), ha venduto cara la pelle con la Solenergy Udas, forse complice l’orario di gara anticipato alle 16 e lo stato febbricitante del capitano Matteo Totaro che ha giocato solo alcuni minuti nell’ultimo quarto, la partita è stata ostica e combattuta. Certamente è difficile mantenere sempre alta la concentrazione e la determinazione partita dopo partita e con tutte le squadre. Tuttavia, per raggiungere certi obbiettivi bisogna trovare sempre e comunque le giuste motivazioni anche con le squadre che occupano le zone basse della classifica. Parte bene la squadra di casa che macina gioco in velocità ma l’Apricena ha in squadra un certo Zecchino (giocatore noto agli addetti per i suoi trascorsi anche in serie A), che alla fine metterà a referto 39 punti incantando lo sportivissimo tifo cerignolano sponda Udas. Gran partita, la sua, che insieme alle triple di Di Rienzo tiene sempre a galla l’Apricena, fino al sorpasso nell’ultmo quarto (60-61).

Ma la Solenergy, almeno fino ad oggi, quando decide di vincere le partite lo fa con una certa dose di cinismo sfruttando le armi migliori che ha a disposizione: difesa aggressiva e contropiede, oltre al costante decisivo apporto di Hugo Sierra (40 punti per lui), sempre migliore marcatore dei gironi di serie D. Certo ci vorrebbe più costanza e continuità di gioco ma, come si accennava prima, è indispensabile mantenere per tutte le partite la stessa concentrazione. Tutte le squadre ormai combattono alla morte per i rispettivi obiettivi, ne è la prova la sconfitta dell’Altamura (fino a ieri prima in classifica) in casa contro il Corato che divideva insieme alla formazione del nord tavoliere il penultimo posto in classifica. Comunque era importante vincere e la Solenergy lo ha fatto. Ora in classifica guida Foggia in coabitazione con la Cestistica Bari, che entrambi faranno visita all’armata bianco-azzurra di Coach Saracino. Ma non c’è il tempo di cullarsi su ciò che si è fatto fino ad ora perchè già sabato si va a San Severo, squadra in gran forma che è a ridosso della zona playoff e che all’andata segnò 101 punti vincendo all’ultimo secondo e dando il primo dispiacere della stagione alla formazione cerignolana. Pertanto da Martedì tutti al lavoro per continuare a far sognare il numeroso pubblico che ormai costantemente segue la compagine cerignolana e che non farà mancare il suo apporto nella trasferta del prossimo turno. Palla a due alle ore 18! Intanto la società informa gli appassionati ed i tifosi tutti, che la gara vinta contro l’Apricena sarà trasmessa su Teleblu (sia in chiaro che sul Digitale Terrestre) alle ore 21!

SOLENERGY UDAS CERIGNOLA 83 – BK Club Apricena 74

SOLENERGY UDAS CERIGNOLA: Visaggio 18, Totaro, Procacci 2, Sierra 40, Susbielles 12, Ricco 9, Sciascia 2, Marinelli, Rizzi, Riccardi.

Coach: Rosario Saracino

CLASSIFICA ALLA DICIANNOVESIMA GIORNATA

Cest Bari, Diamond Foggia 32; Solenergy Udas Cerignola, Libertas Altamura 30; Bk Angel Manfredonia 24; Don Bosco Bari, Nuova Alius San Severo 22; Mediterranea Cerignola 20; Bisanum viaggi Vieste 18; Cus Foggia, Olimpia Bisceglie, Wake Up New Bk Barletta 16; Angiulli Bari 10; Bk club Apricena, Casillo Corato 6; Fulgor Molfetta 4.

7 COMMENTI

  1. Sarà il freddo…ma stavolta niente critiche????tutto a posto ? Vi siete rassegnati???? Meglio così

  2. Non volevamo dire niente Ciro ma visto che insisti, ti chiedo chi è quel furbo che su play basket ha scritto che avete un piede nei playoff…….ma siete proprio sicuri????se non per prudenza…almeno per scaramanzia……

  3. Ancora nessuna offesa all’UDAS da parte dei Mediterranei?! strano!!!! Sarà davvero il freddo…

  4. Zecchino è veramente un giocatore impressionante. Davvero bravo. Ha quasi giocato solo la partita, regalando uno spettacolo straordinario.

    Onore a Sierra, però. E complimenti a tutta la squadra.

  5. nello sport non esistono nè scaramanzia nè fortuna…chi lavora duramente vince, chi merita vince, chi gioca meglio vince, chi ci crede vince, chi è leale merita!

  6. andiamo a San Severo, sabato prossimo , a sostenere la squadra che in quel campo ne avrà bisogno vi aspetto in tanti ( Leali o non ) cerignolani!!!!!!!

Comments are closed.