Ennesimo furto nello storico circolo cerignolano. Il terzo in pochi giorni. Dati alla mano, pensare che l’istituto sia stato preso di mira non è reato, anzi. Mentre per le precedenti incursioni pare che i malviventi si siano introdotti dalla palestra, questa volta non si comprende ancora bene come e da dove siano entrati, considerato anche che appare forzata, ma dall’interno, solo la porta che da su via dei Sanniti. Rilevante fatto di cronaca è che le aule sono state messe sotto sopra, è stata forzata la porta della segreteria, tentando la rottura del muro per superare la porta blindata, e sono stati sottratti alla comunità scolastica dei climatizzatori ancora imballati, un pc, un proiettore e un televisore. Non sono stati vittima del furto i nuovi computer Lim. Al momento la Polizia sta indagando. Rimane il fatto che l’ondata criminosa continua, in ogni modo e forma.

«Assistiamo inermi all’ennesimo attacco alla città – dichiara la dirigente dott.ssa Lucia Lenoci -, e ci sentiamo feriti, perché la scuola è di tutti, è parte di una comunità oggi in crisi. Non riusciamo a capire ancora da dove siano entrati, ma è certo che hanno avuto il tempo di agire in tranquillità. Oltretutto non è il primo furto. Non è il primo danno che subiamo, e che subiscono innanzitutto i bambini. Mi auguro che la istituzioni siano al nostro fianco e ci supportino mettendo in atto azioni concrete volte a contrastare l’emergenza sicurezza e la scia criminosa degli ultimi tempi».

1 COMMENTO

  1. ……………………………………., ma per il pseudo assessore alla sicurezza Reddavide, la situazione è sotto controllo, tutto nella norma.
    Che pena!!!

Comments are closed.