E’ ad un passo dal concretizzarsi in successo la lunga rincorsa della Mediterranea under 16 femminile, nel campionato provinciale: nelle due gare ravvicinate, disputate il 14 e il 16 febbraio, doppio 3-0 inflitto prima all’Intrepida San Severo e poi al Manfredonia. La sfida cruciale contro la squadra dell’Alto Tavoliere è stata portata a casa con i parziali di 25-14; 25-21; 25-16. In questo incontro, partenza lenta delle ragazze, forse un po’ contratte vista l’importanza della partita: nel primo set c’è un parziale iniziale di 2-6 per le ospiti; molto equilibrio in campo, le contendenti si equivalgono e dandosi battaglia. La Mediterranea esce alla distanza, recuperando lo svantaggio fino ad allungare sul 19-9, grazie ad una ritrovata concentrazione e alla giusta misura tra i reparti: set poi chiuso in scioltezza. Anche la seconda partita ricalca l’avvio della precedente, con un break di San Severo subito rimontato; si gioca a viso aperto, poi i punti d’astuzia ottenuti dalla regista Fagnillo e l’ottimo apporto della Di Francesco (assieme a Giannuario) in attacco, costringono il tecnico dell’Intrepida al timeout sul 14-11. Un allungo poderoso sul 20-12 sembra chiudere i giochi, tuttavia le sanseveresi cercano di rientrare, ritorno però vanificato con qualche sofferenza per il 25-21. Non cambia il tema nel terzo set: le padrone di casa lasciano un vantaggio alle avversarie per poi sorpassarle sul 9-7 e dilagare poi sul 25-16 finale su una Intrepida ormai rassegnata; i tre punti servono per scavalcare San Severo e restituire la sconfitta al tie break dell’andata.

Nel match disputato ieri invece, il 3-0 è stato più agevole (25-11; 25-14; 25-19 i parziali): nonostante l’influenza, il libero Rubino è in campo a dar manforte in difesa; primi scambi che vedono le sipontine andare sull’1-5. Le giovani gialloblu agganciano le ospiti sul 6-6 e poi allungano fino al 16-7, sfruttando a pieno un lungo e redditizio turno in battuta del martello Chiara Crisà, vincendo poi agevolmente il parziale. Secondo set: ancora fuga di Manfredonia (1-6), nuova rimonta Mediterranea sul pari 7, incrementato poi sull’11-9. In questa fase buono l’apporto della centrale Alessia Di Rienzo, sia a muro che in attacco ed ancora un ottimo turno in battuta della Crisà; un piccolo recupero di Manfredonia non ostacola la conquista del 2-0. Nella terza frazione sono le ragazze guidate da Delvecchio a prendere il largo, fino al 15-3: il coach dà spazio a chi ha giocato meno, così Manfredonia prende fiducia e macina punti, fino ad arrivare al 23-18. Il rientro delle titolari e il punto decisivo di Chiara Crisà (prestazione da capitano, ben 16 punti realizzati), mettono fine alla contesa e sanciscono ufficialmente la scalata alla prima posizione. Ad un solo turno dal termine, la classifica recita: Mediterranea 46, Zammarano Foggia 45, Intrepida San Severo 44. L’ultimo scoglio è rappresentato dal Lucera, quart’ultimo in graduatoria: una vittoria senza arrivare al quinto set consegnerà nelle mani della compagine cerignolana il titolo. Appuntamento martedì 21 febbraio, alle 17.45 al Palabasket “Nando Dileo”.

6 COMMENTI

  1. Ma quante squadre sono tre? Due?….campioni provinciali? Forse campioni di rione di quartiere….ma possibile che vi volete mettere sui giornali anche se vincete il torneo di freccette tra scapoli e ammogliati?

  2. x ignoto: mi sono informat
    x ignoto, le squadre partecipanti sono 10; le partite sono 18; la squadra campione provinciale partecipa al campionato regionale; la vincente del campionato regionale partecipa al campionato nazionale….. mai una squadra tutta cerignolana è arrivata a questi livelli….
    x antonio: tu sei molto bravo a non farti notare tanto è vero che neanche ti firmi….la gente che si fa notare è quella che finalmente sta facendo qualcosa per lo sport vero fatto di passione, ed i risultati si stanno vedendo…
    Per entrambi: vi consiglio di andare a giocare a freccette assieme magari vi fanno l’articolo su questo giornale e vi passa il rosicamento…..
    x LANOTIZIAWEB: bravi continuate così, finalmente vi interessate di tutto lo sport cerignolano….
    Viva lo sport…..possibilmente senza elementi come i due vigliacchi di cui sopra!!!

  3. Una squadra giovanile che lotta per una finale interprovinciale onora tutto il movimento pallavolistico della propria città…e’ una gioia vedere giovani atlete giocare e vincere contro squadre, come San severo, che da sempre hanno una scuola pallavolistica blasonata…bisogna sempre motivare e incoraggiare queste realtà…anni fa con l’UDAS facemmo la finale regionale, sia con l’under 16 che con l’under 18, e quelle ragazze, giocavano tutte stabilmente titolari in C, in seguito hanno fatto un gran carriera nel volley, a testimonianza che il lavoro sul settore giovanile premia sempre e permette alle società di investire sulle proprie forze senza dover ricorrere sempre a giocatrici di fuori…complimenti ed in bocca al lupo all’under 16 della mediterranea e ai tecnici che hanno lavorato e lavorano con passione e sacrifici con queste ragazze!!!!!

  4. Chiedo umilmente scusa al sig. Michele Valentino, non sapevo che anche l’UDAS avesse sfiorato il titolo regionale under 16 e 18 anni fa, comunque è molto bello che dei ragazzi/e di cerignola e soprattutto tecnici nostrani, portino lustro alla nostra città mediante lo sport giovanile, qualunque specialità o società essa sia. Spero tanto che mio figlio di appena un anno in futuro potrà innamorarsi dello sport, mi piacerebbe tantisimo seguirlo e tifare per lui e la sua squadra…
    Spero inoltre che “strani figuri” come quelli che si firmano “ignoto” e “antonio”, che si distinguono solo per la loro viltà, spariscano da questo mondo fatto di passione e sacrificio, fanno tanta rabbia……
    In bocca al lupo ragazze, se il lavoro me lo permetterà verrò a tifare per voi!!

Comments are closed.