I militari della Stazione Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto, in flagranza di reato per rapina, TUDOR Stalian classe 1969, cittadino rumeno. Nel pomeriggio del 21 febbraio scorso sull’utenza di pronto intervento 112 gestito dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Cerignola giungeva una richiesta di intervento per una rapina in atto al supermercato di via Padula. I Carabinieri di pattuglia che stavano perlustrando la vicina via U.S.A. subito si dirigevano verso il supermercato giungendo sul luogo in pochissimo tempo. I militari decidevano di entrare nel supermercato da un’entrata d’emergenza di un magazzino attiguo per cogliere di sorpresa i malfattori. All’interno del supermercato i Carabinieri constatavano che vi era in atto una violenta colluttazione tra due persone ed intervenivano immediatamente per porre fine alla zuffa. Riusciti nell’intento verificavano che uno dei due era un cittadino rumeno che celava all’interno dei suoi abiti delle bottiglie di liquore, mentre l’altro era il direttore del supermercato.

I Carabinieri avevano modo così di appurare che il rumeno, insieme ad un altro complice dileguatosi prima dell’arrivo dei militari, aveva occultato sotto i vestiti diverse bottiglie di liquore per un valore complessivo di € 150,00. I due però erano stati notati dal personale del supermercato mentre sottraevano la merce dagli scaffali ed erano stati avvicinati dal direttore del supermercato; non appena quest’ultimo gli aveva rivolto la parola i due erano fuggiti verso l’uscita. Il direttore li aveva inseguiti ed era riuscito a bloccarli entrambi davanti all’ingresso, ma a quel punto aveva inizio la violenta reazione dei due che iniziavano a divincolarsi sferrando calci e pugni; in questo modo, uno era riuscito a liberarsi ed a fuggire mentre l’altro era rimasto bloccato e, ciò nonostante, aveva continuato a tirare calci e pugni al direttore. I Carabinieri sono giunti appena in tempo per evitare che l’aggressione avesse conseguenze più gravi. Il rumeno veniva accompagnato negli uffici della Stazione Carabinieri mentre il direttore del supermercato riceveva le prime cure sul posto dai sanitari del 118 e, successivamente, veniva accompagnato con l’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Tatarella dove gli veniva diagnosticata la frattura composta alla falange del 4° dito della mano destra oltre a diverse escoriazioni facciali con prognosi di 25 giorni. Per quanto accertato il rumeno veniva dichiarato in stato di arresto per rapina e tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia, la merce sottratta consegnata ad un responsabile del supermercato.

 

 

 

9 COMMENTI

  1. Ma guarda questi, non basta quanta delinquenza abbiamo, ora pure sta feccia deve arrivare a Cerignola… Per delle bottiglie di liquore si e’ sfiorata la tragedia. Mandateli al paese loro a sti sciacalli… Non si può più vivere tranquilli…

    • Io penso che la situazione sia diversa , la delinquenza cerignolana ha “forse ” istinti meno pericolosi per la gente mentre gli stranieri non hanno nulla da perdere perchè sicuramente vivono meglio anche dietro le sbarre invece di vivere al loro paese

  2. si perchè i cerignolani sono meglio dei rumeni e smettiamole con queste discriminazione…..perchè cerignola esporta delinquenti in tutta italia

  3. La discriminazione conta poco, perchè non esiste una accoglienza così sottovalutata nel resto del mondo, forse a qualcuno sfugge quello che sta avvenendo in India ai due marò italiani. Questa ipocrisia che a casa loro non esiste la delinquenza, che è frutto delle Società Occidentali averla creata, è un campanilismo dettato dall’opportunismo. Perchè tanti disperati vengono in Italia? Perchè da noi le Istituzioni Governative e non Governative, Cristiano- Cattoliche, ci “consetono” di avere una coscienza “umana”, non quella della politica che ci “impone” l’accoglienza solo perchè si dimostra il contrario dell’altra fazione. I lavori socialmente “bassi” abbiamo imposto a noi tutti che dovevano essere affidati agli “emigranti” provenienti da altri territori. Oggi per la scarsità occupazionale siamo “costretti” a sottrarlo ai disperati di ieri. Comunque questa gente, che osa mordere la mano di chi gli ha dato la possibilità di “sollevarsi” va rinviata a casa a calci ben assestati sul deretano, senza nessuna pietà.

  4. Va dato merito ai carabinieri. Bisogna mettere maggiormente in evidenza l’impegno delle forze dell’ordine come in questi casi.
    E’ importante che operino con tenacia e tempestività in modo da scoraggiare tali attività criminali messe in atto sia da Cerignolani che da stranieri.
    grande coraggio ha avuto anche il DIRETTORE.

    Ottimo esempio

  5. Questi li difendera’ l’avvocato o no perche’ non hanno i soldi per PAGARE? E poi cosa inventerebbe la difesa per rispettare i principi costituzionali? Che aveva sete? IPOCRISIA. servi del denaro. Attendo risposta sincera. No perditempo.

  6. Si danno case a questa gente a nero,non curandosi del numero,della promiscuità, del loro lavoro se lo hanno ! è chiaro che arriva la feccia della gente! Altrove se non hai un lavoro,non paghi 3 mensilità anticipate,una fideiussione di 5 mila euro ,non sei referenziato la casa te la sogni , italiano o rumeno o albanese!
    I cerignolani fanno i furbi nelle case, nelle campagne, negli sfasci, nelle assunzioni,e questi sono i risultati!!!!

  7. L’UNICA MEDICINA PER IL FURTO, RAPINE, ESTORSIONI, OMICIDI ECC.ECC. E’ LA PENA DI MORTE!!!!! PREVIO ESPIANTO DI ORGANI.
    MEDITATE GENTE MEDITATE ………

  8. sono perfettamente d’accordo con Gianluca , questi romeni, bulgari etc, sani e diretti discendenti di genti di ceppo unno,( e la cosa non è da poco) sono qui ad xxxxxxxx le nostre vie perchè noi cerignolani glielo permettiamo ! Perchè alla fine ci fa comodo pagarli quattro lire negli sfasci, in campagna, nello spaccio, e quant’altro. Usufruiscono di servizi come quello sanitario , ambulanze, accessi in pronto soccorso senza pagare una lira, mentre il cerignolano disoccupato è tenuto a pagare un ticket. Ma qualcuno ci può dire come xxxxxx funziona questo sistema ? Rubano luce, gas , rame e tutto cio che può essere portato via ……………..come si fa a non essere razzisti.

Comments are closed.