Museo Etnografico Cerignola

Pubblichiamo di seguito una lettera di sollecito, firmata da Matteo Stuppiello, a nome del Centro Studi e Ricerche “Torre Alemanna”, della Sede locale dell’Archeoclub d’Italia e del Museo Etnografico Cerignolano, in merito all’intitolazione di strade cittadine ad alcune figure importanti nate a Cerignola. Ecco il documento completo.

Prot. 2104 Cerignola, 27/02/2012

Preg.mo

Dr. Antonio Giannatempo

Sindaco

Comune

C e r i g n o l a

Oggetto: Intitolazione Strade cittadine

In riferimento all’oggetto, facendo seguito alla nostra Nota, Prot. n. 2101 del 12.12.2011, si chiede a che punto è l’iter per l’intitolazione di due strade cittadine agli eroici ConcittadiniFRANCESCO DOMENICO DITRANI (*Cerignola 27.6.1848 …Cerignola 13.1.1938), Garibaldino, amico dell’Eroe dei Due Mondi; ARCANGELO AMAROTTA (*Cerignola 7.10.1842  …Cerignola 15.5.1896), presente alla Breccia di PortaPia a Roma il 20 Settembre 1870, come combattente del 41° Fanteria. Ambedue furono decorati al valore militare.

Su richiesta del dott. Franco Conte, al fine di predisporrela Deliberacomunale, con Nota prot. 2102 del 16 gennaio 2012, sono state inviate notizie in merito ai due garibaldini.

Nel contempo si chiede, cortesemente, di essere informati sull’accoglimento della proposta di intitolazione di strade cittadine ai quattro Vescovi, nativi di Cerignola, che hanno preceduto Mons. Nunzio Galantino, neo eletto Vescovo di Cassano all’Jonio: PETRUS de Cidoniola”, Vescovo di Minervino, prima, di Canne, poi (1256); MONS. VINCENZO BISCEGLIA (*Cerignola 5.06.1803  †Termoli 13.02.1889), Vescovo di Termoli (5.09.1851 – 13.02.1889); MONS. LUIGI PUGLIESE (*Cerignola 26.12.1850  †Ugento 17.07.1923), Vescovo di San Marco e Bisignano, prima, di Ugento, poi (22.06.1896 – 17.07.1923); MONS. MICHELE IZZI (*Cerignola 28.02.1873  †Roma 31.12.1917), Vescovo di Alatri (2.06.1915 – 31.12.1917).

In attesa di un cortese riscontro scritto, si porgono cordiali saluti

3 COMMENTI

  1. Ma dico io ma sto’ cristiano con tutti i problemi importantissimi che ci sono in citta’ pensa all’intitolazione delle strade?

  2. x Roberto:

    Signore, mi permetta di dissentire. La proposta avanzata dal prof. Stuppiello e dalle istituzioni culturali che presiede è assolutamente degna di considerazione e di rispetto. Il fatto che si parli di cultura e di storia non deve turbarla ma rallegrarla. E’ vero, ci sono molti problemi oggi e di diversa natura ma non più né meno di ieri e di domani. Sicché accogliamo con il giusto interesse e curiosità quanto ha da dirci questo nostro concittadino. Insomma, grazie alla sua ricerca sappiamo due cose essenziali che prima nemmeno immaginavamo:

    1) Che anche Cerignola ha avuto dei garibaldini, fra l’altro abbastanza conosciuti ed in contatto con l’Eroe dei due mondi.
    (quindi Cerignola non è solo un covo di affaristi e ladri, che non mi sembra poco. Certo, le sembrerà superficiale quanto riporto, ma è pur sempre l’idea che hanno gli altri di noi fuori città e regione)

    2) Che prima di Mons. Galantino Cerignola ha dato i natali a ben 5 vescovi!! E non come invece titolavano i giornali ( anche se vi erano state allestite le mostre appositamente realizzate dal professore) in merito all’investitura del suddetto vescovo, “Secondo vescovo originario di Cerignola”… 🙁

    Quindi, per non farla lunga, ritengo di grande interesse il lavoro dettagliatissimo ed altamente scientifico (vi consiglio di guardare solo le ricerche bibliografiche di Stuppiello prima di sbilanciarvi con commenti alla buona) che queste istituzioni culturali ci donano. Grazie ai suddetti e a chi come loro si impegnano tutti giorni nel campo della Cultura e dell’Arte che Cerignola, nonostante tutto, riesce ancora a trascinarsi avanti non completamente ricoperta di vergogna.

    I miei vivissimi complimenti per il lavoro del professore.
    Inoltre, consiglio vivamente di visitare le mostre foto-documentali che realizza, poiché aggiungono sempre qualcosa di nuovo alla storia, se pur locale, senza limitarsi ad una ristampa delle cose dette e risapute come, invece, troppo spesso diversi “studiosi” e “storici” locali fanno, perseverando nell’inutilità (dato che non si può parlare nemmeno di divulgazione poiché esistono in commercio libri ancora facilmente reperibili).

  3. Grazie al professor Stuppiello, nella città di Cerignola, si sono visti per la prima volta realizzati due progetti di interesse storico e didattico davvero belli ed interessanti per la comunità come il Museo Etnografico ed il Museo del Grano. Ricordo con piacere le prime volte che li ho visitati accompagnato dalla mia maestra di scuola elementare, quando il Museo del Grano si trovava nel seminterrato del palazzo Pavoncelli. Complimenti al professore, speriamo che persone come lei trovino sempre lo spirito giusto per diffondere la nostra Storia e cultura cittadina.

Comments are closed.