Premio Zingarelli

Anche quest’ anno Cerignola e i suoi autori saranno  protagonisti di una serata a loro dedicata. Dopo il successo dello scorso anno, torna infatti il Premio Letterario “Nicola Zingarelli”, giunto alla quarta edizione.  La manifestazione, che si terrà sabato 24 marzo, è organizzata dall’associazione culturale “LiberaMente”  e dal Comune di Cerignola e può vantare l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. E’ patrocinata anche dall’Università Luiss di Roma, dall’Università di Foggia e da Aics (Associazione Italiana Cultura e Sport).

L’ evento in questione, dedicato al letterato e filologo cerignolano autore del primo vocabolario della lingua italiana, è uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per la cultura nella nostra città. Quest’anno il tema scelto è l’Europa, di cui si parlerà in due conferenze e in una “lectio magistralis” che precederanno la serata di premiazione.

Direttore artistico dell’evento, per il terzo anno consecutivo, sarà Luca Galliano.

«Il Premio Letterario è un evento che costituisce la testimonianza di una memoria ancora viva delle grandi opere di questo nostro concittadino, che tanto lustro ha dato a Cerignola – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo – la manifestazione aiuterà gli scrittori che ne saranno protagonisti a far conoscere i loro lavori. Si tratta di una vetrina importante per loro e per la città, per la quale il Premio rappresenta un appuntamento di altissimo livello culturale»

Franco Conte, presidente della Consulta comunale per la Cultura, ricorda «l’impegno di questa Amministrazione Comunale nella diffusione della conoscenza delle opere dei cerignolani illustri, tra i quali spicca la figura di Zingarelli.  Per questo puntiamo a creare un polo museale, all’interno del quale dedicare appositi settori ai personaggi che hanno nobilitato l’immagine della nostra città».

«Il  “Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli” è stato pensato come un’occasione per il  territorio di Cerignola di “respirare cultura”,  in quanto quest’ultima è portatrice di innovazione e sviluppo, ma anche e soprattutto di crescita – afferma Luca Galliano, direttore artistico della manifestazione -. L’obiettivo della nostra organizzazione è fare altresì del Premio un’eccellenza di Puglia da poter “esportare” in Europa e nel Mediterraneo. A tal fine lo “Zingarelli”, da quest’anno è stato trasformato in un vero e proprio festival culturale, con convegni e conferenze tematiche con ospiti di caratura internazionale in ambito letterario, con le conferenze stampa di presentazione dei premiati e l’allestimento di punti per la vendita dei testi dei premiati stessi».