Filippo Roma - foto www.iene.mediaset.it

Il tutto è accaduto ieri pomeriggio intorno alle ore 16 quando, nel tentativo invano di intervistare il Primo cittadino di Margherita di Savoia, l’On. Carlucci, Filippo Roma, inviato della trasmissione televisiva Le Iene, in onda su Italia 1, tenta di bloccare  l’ex showgirl che entrava a Palazzo di città per un’intervista. Oggetto della stessa era il mancato pagamento di due collaboratori che hanno fatto causa: una donna pagata in nero (la Carlucci è stata condannata a risarcire le differenze retributive non pagate) ed un uomo (suo mandatario elettorale in Puglia, poi divenuto suo collaboratore a Roma) al quale avrebbe fatto un contratto subordinato, senza corrispondere alcuna retribuzione (così come dichiarato dal collaboratore), che le ha fatto causa chiedendo una somma pari a 100mila euro di retribuzioni non riconosciute.

Evidentemente il noto “moralizzatore” non deve esser stato molto gradito e, dopo averla inseguita nei corridoi del comune, viene dalla stessa aggredito, così come dichiara ai colleghi del Corriere dell’Ofanto: «ad un certo punto ha salito le scale, ed io l’ho seguita incalzandola con le domande, ed in un piccolo pianerottolo, dove ci sono gli ascensori, mi ha letteralmente aggredito fisicamente, nel modo più assurdo: mi ha afferrato con tutte e due le mani i capelli, tirandoli in maniera veemente senza lasciarli. Io, ad un certo punto, ho sentito un dolore pazzesco, perché me li stava proprio estirpando. Era proprio fuori di se! Dopo un po’, mi pare che alcuni suoi collaboratori l’hanno convinta a lasciarmi andare, quindi dopo circa 4-5 minuti di tirata di capelli lei se ne è andata».

E non è finita qui. Infatti, pare che il Sindaco in forza all’Udc, abbia proseguito, con l’ausilio di alcuni fidati collaboratori, lanciandosi in un inseguimento che ha portato la Carlucci, il giornalista e il cameramen, ad attraversare tutta la città e terminare la corsa nella caserma dei Carabinieri, così come prosegue nel racconto alla testata locale: «ormai avevamo chiuso il servizio, abbiamo fatto per andarcene, uscendo dal comune, e ci ha rivisto. A quel punto, ci ha nuovamente aggrediti, nonostante il servizio fosse finito. Voleva appropriarsi della cassetta, ed alcuni suoi collaboratori hanno cercato di bloccarci e seguirci, ed in testa a questi inseguitori c’era proprio la Carlucci. Ci siamo, poi, ritrovati di fronte la caserma dei Carabinieri: siamo entrati e lei ci ha raggiunti lì. Abbiamo chiarito di fronte ai carabinieri lo stato delle cose, comunque lei era ancora nervosa, e ha chiesto che le venisse consegnato il girato. Il maresciallo a quel punto ha chiamato il magistrato, esposto il caso, quest’ultimo l’ha negato. Alla fine siamo riusciti ad andare via, fortunatamente, sani e salvi!».

E’ giunto, infine, presso l’Ospedale di Cerignola per farsi medicare. Intanto la Carlucci, intorno alle ore 19 ha diramato una nota stampa ufficiale nella quale dichiara di esser stata «inseguita ed attaccata dai giornalisti de Le Iene», smentendo quindi la versione dell’inviato.

 

9 COMMENTI

  1. Questa è mafia nemmeno il più pazzo sostenitore di certa gente può condividere queste cose è impossibile, a meno che non sia sadico, questa e mafia di un partito fondato storicamente con soldi provenienti dalla mafia e gente condannata che ad ora dovrebbe stare in carcere questa è “MAFIA!!!” Non ci sono altre scuse o giuistificazioni per questo, spero vivamente di non essere l’unico a dirlo, poichè dopo un gesto del genere è il minimo che debba fare, caro On. Carlucci, DIMETTITI devi dare le DIMISSIONI. La violenza non può trovarsi in nessun luogo, va punita penalmente, figuriamoci in un istituzione pubblica, non può rimanere li, è una questione di rispetto non solo verso i cittadini, gli elettori, la gente e la politica stessa, ma verso la ragione e l’intelletto di ogni singola persona, non siamo veramente dei caproni come alcuni se non molti di loro sperano.

  2. Vergognosamente sconcertante,tutto questo dal sindaco Carlucci non me l’aspettavo, l’ho sempre ammirata , ma dopo questo episodio vergognoso mi sono ricreduto.

    Chiedi scusa pubblicamente Sig.ra Carlucci per il lato negativo e deprimente che hai mostrato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Giuseppe da Cerignola

  3. La colpa non e’ della Carlucci ma di chi ha votato una persona che non sa niente del nostro territorio approfittando della povera gente credulona

  4. Delirante donna, ,,,,,,,,ma l’UDC, che fa?……..se la tiene una politicante cosi’ dispotica,irriverente,maleducata, sfrontata ?…….Povero Casini,,,,,ha tormentato ed additato le donne incompetenti del PDL,ed ora,una di quelle,se l’accoglie lui da buon samaritano qual’e’ lui …..MEDITATE GENTE,MEDIATATE!

  5. meditate gente, ad Assunta voglio ricordare che: l’On. Casini non è per niente povero, ma colui che in passato a protetto e tutelato l’ex Presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro, regalandogli un seggio in parlamento con la speranza che sfuggisse alla giustizia, sbagliando i calcoli attualmente detenuto x mafia a spese dei cittadini contribuenti, non importa sono ben spesi

  6. mah cosa dire questo è l’ennesima dimostrazione di inciviltà e incapacità che dimostrano i nostri politici !!!!!!!volete un consiglio? ma non li votiamo più .certa gente deve restare a casa

Comments are closed.