Gran partita delle ragazze di MR Valentino nel derby di ritorno contro le “mediterranee”. Una prestazione maiuscola del collettivo bianco-azzurro che ha mostrato la netta superiorità tecnica ed un’organizzazione di gioco di altissimo livello per una Prima Divisione. Dopo un primo set in sordina da parte dell’Udas, nel quale la formazione ospite ha mostrato grinta da vendere, aggiudicandosi con gli artigli il parziale 17 a 25, il secondo set ha segnato la svolta della gara, vinto nettamente, 25 a 13 grazie ad un gioco fluido e preciso, evidenziando le giocate infallibili dell’opposto Silvana Bellapianta, preziosa anche in difesa e di Tiziana Carpentiere dal centro, vera spina nel fianco per le ragazze gialloblu. Un terzo set combattuto ha dato la dimostrazione della forza mostrata dalle udassine, 25 a 22 il finale di un set a dir poco emozionante, nel quale, da una parte c’era la voglia di non perdere della Mediterranea, dall’altra la consapevolezza di essere squadra vincente e unita, dote onnipresente nelle formazioni Udas. Grandi scambi, recuperi televisivamente parlando: spettacolari. Ottimi attacchi e difese ineccepibili, una gran partita ma il set è ancora una volta delle ragazze del biondo allenatore udassino. Così, la Music Art Udas effettua qualche cambio, si dà fiducia anche a chi in questa stagione non ha avuto molto spazio, ma cambiando le orchestrali, la musica non cambia: è vittoria 25 a 19, quarto set in sacca e 3 punti in classifica. E’ festa a fine gara, nel fair play generale. Vincono meritatamente le “miss” udassine ed ora si guarda con tranquillità al finale di stagione. Prestazioni superlative, come già detto, per Bellapianta e Carpentiere, ma sugli scudi sicuramente la partita del “Capitano” Angela Pia Lionetti, classe da vendere e carisma importante, gran fetta della vittoria è merito sicuramente suo. A fine gara, Michele Valentino ha sottolineato che è una vittoria del gruppo fondamentalmente, e poi ha voluto dedicare la vittoria al suo staff, di amici e di preparati assistenti, i quali da sempre hanno sostenuto il progetto Udas, che grazie a lui è ripartito quest’anno con il volley femminile dopo anni di assenza dai parquet pugliesi.

CLASSIFICA PRIMA DIVISIONE FEMMINILE ALLA DICIOTTESIMA GIORNATA

Asd Volley Manfredonia 38; Intrepida Volley San Severo 35; Vis Volley Foggia 34; Music Art Udas Cerignola 27; Eceplast silver sun Ecana Troia 26; Cannone Mediterranea 20; Play Volley Ischitella 17; Gioielleria Melillo Ortanova 8; Sporting Ortanova 7; Zammarano Sportlab Foggia 4. (Pol.San Pietro Vico ritirata dal campionato)

I RAGAZZI BIANCAZZURRI CEDONO AL FORTE MANFREDONIA SOLO AL TIE BREAK 

Una partita sicuramente di livello superiore quella disputata sabato scorso presso il Villaggio Sportivo Giovanni Paolo II di Cerignola. Sul parquet sono scesi in campo i ragazzi dell’Udas e quelli del Volley Club Manfredonia per il terzo turno dei play off di Prima Divisione Maschile di pallavolo. Il risultato, alla vigilia molto più scontato di quanto poi visto in campo, è stato a favore dei bianco-blu garganici, i quali hanno evidenziato la superiorità di alcuni elementi di serie B e C ora in forza nella squadra della loro città, vista comunque la non giovanissima età. I parziali dimostrano che è stata una vera e propria battaglia di quasi tre ore (25-27, 26-24, 25-23, 24-26, 9-15). Set tiratissimi, finiti, tranne l’ultimo al foto finish. Scambi interminabili, azioni di gran livello, giocate che nemmeno in serie D si vedono meritandosi gli applausi del folto pubblico delle tribune, per l’occasione giunto anche dalla città del golfo. La differenza? Sicuramente la maggiore esperienza degli ospiti alla fine si è vista, squadra esperta che ha fatto innervosire i padroni di casa, rei di aver esagerato nelle proteste e che con l’ammonizione del primo set sono riusciti a compromettere un esaltante inizio di gara dando coraggio agli ospiti, fino a quel momento martellati dal sempre verde Ivano Dente e dal talento di Francesco Raddato. Nel quinto parziale, la forma fisica migliore dei manfredoniani, è stata il valore aggiunto per portare a casa i punti vittoria. Ora il Volley Club è in vantaggio di un solo punto nella speciale classifica del girone Play Off di Prima Divisione: 8 punti per Manfredonia, 7 punti per la Lovendoperte.it Udas Cerignola, seguono Foggia e Troia, ormai fuori da qualsiasi ipotesi di promozione, che si giocherà, visti i valori, sicuramente nella gara di ritorno ai piedi del Gargano, in una partita che si prevede avvincente, come quella appena svoltasi. Da segnalare il ritorno su una panchina di pallavolo di Luisa Russo, il tecnico che dieci anni fa portò per la prima volta una squadra cerignolana in serie C, era la formazione femminile che tanto lustro ha dato all’Udas e a Cerignola tutta, visto che poi diversi sono stati i talenti (quasi tutta la rosa) che hanno calcato i campi di serie B e serie A. Pertanto, un in bocca al lupo alla “Signora del Volley” che tanto fa sperare e sognare la pallavolo nostrana.

CLASSIFICA GIRONE PLAYOFF PRIMA DIVISIONE MASCHILE ALLA TERZA GIORNATA

Volley Club Manfredonia 8; LoVendoPerTe.it Udas Cerignola 7; Eceplast silver sun Ecana Troia 3; Asd Canguri Foggia 0.


29 COMMENTI

  1. Ma la n xx della mediterranea non ha mai pensato di cambiare sport? E’ inguardabile , ha fatto perdere i set alle sue compagne!! Lascia stare che la pallavolo non fa x te !

  2. Ci ha fatto divertire davvero 🙂 bastava dare la palla a lei e i punti andavano a noi:-)

  3. complimenti alla squadra dell udas, peccato ke la mediterranea ultimamente ha molti problemi in squadra come vedete si nota , come si dice una per una non fa male a nessuno, e inutile dare spigazioni , perke anno perso. alla prossima.

  4. Vorrei prima di tutto dire a gerry di imparare l’italiano prima di scrivere cavolate!!! Poi ai restanti 2 ignoranti…la n xx della mediterranea è un’ottima giocatrice…tutti hanno una giornata no…d’accordo??? e poi voglio ben ricordare che all’andata le ‘perdenti ‘ hanno stracciato le ‘udassine’ …quindi parità…..la mediterranea ha due partite ancora da recuperare…e per lo più difficili…quindi silenzio e nn commentassero solo le persone facenti parte dell’udas!!! anche perchè anche chi scrive gli articoli è ben noto sia tifoso udas…e si vede più che bene!!!GRAZIE!

    • caro scandalosi forse c e qualke errore nel mio commento ma no nel concetto se veramente conosci la sqra menedovresti dare atto , e poi io sono della meditteranea, metto in luce il perke della vittoria netta dell udas , e sotto inteso ke ci sono bravissime ragazze ben preparate e alcune entrate da poco meno ambientate , poi non c e piu allenatore delle ragazze, e come vedi il risultato parla kiaro.

  5. una cosa riesce bene a noi di cerignola ed è:SPUTARE VELENO su tutto e su tutti,non riusciamo mai a vedere il buono in una qualsiasi cosa.abbbiamo da ridire SEMPRE.ma il motto:VIVI E LASCIA VIVERE lo conoscete?ma lasciate stare queste ragazze che dei vostri commenti sterili non sanno che farsene,anzi trovatevi anche voi quacosa di interessante da fare invece di criticare…..

  6. l’udas è più forte, ha un allenatore e da SECOLI fa pallavolo 😀 la mediterranea è già tanto quel che fa…e poi ci sono ragazze che giocavano nei tornei amatoriali….che ve lo dico a fare.

  7. Chi ha scritto l’articolo ha soltanto raccontato la partita e tutto ciò che è successo, ma nn credo abbia “sputato veleno” e offeso nessuna delle ragazze della mediterranea…xciò non sparate cavolate 😉 . Avessero vinto loro il derby sicuramente ne avrebbe parlato bene. Rileggetevi tutti gli articoli che ha scritto dall’inizio del campionato. E smettetela di accendere fuochi che nn esistono! 🙂 P.s. Che sciot truvann dalla n.10? Godetevi lo sport e nn state sempre a parlar male. Udassina e fiera di esserlo!

  8. Sara concordo quasi in tutto…xò in effetti gli altri hanno ragione…la xx è scandalosa

  9. Allora ditemi chi delle ragazze della mediterranea secondo voi sono ‘brave’…e voglio vedere se siete oggettivi….

  10. La cosa ridicola e l articolo. si trattadi prima divisione femminile non di seria a o b. la pollo….un po di ritegno. Grandi scambi recuperi televisivi….ma eri ubriaco? O sei così incompetente che pensi che quello sia una spettacolo da raccontare
    con quello enfasi. E tu valentino che ti presti manco fossi Ve la s co

  11. credo che le ragazze delle mediterranea sono delle signore!! e che le poverine che hanno scritto questi commenti alla n xx ,e nn solo, nn sogno degne di essere delle sportive! sempre se lo sn….

  12. Gentilmente evitiamo di offendere e non costringeteci a chiudere i commenti.
    Redazione

  13. ma vi rendete conto attaccare persone sui commenti? almeno firmatevi. bisogna dare sicuramente un pò di colore ai commenti, però non offendere nessuno. chi ha visto la partita avrà notato anche come il pubblico seguisse gli scambi con il fiato sospeso. è stata a tratti una gran bella partita. non è detto che solo in serie A ci possano essere grandi partite. ognuno gioca al proprio livello, con le proprie velocità. sicuramente l’articolo è puntuale e preciso, racconta con entusiasmo una fetta di sport che rende onore alla cerignola per bene…ma evidentemente questo non piace…

  14. superman…ovviamente grandi recuperi ecc ecc a livello di prima divisione si intende. e che cavolo…cercate di capirle le cose 😀

  15. La numero xx ci mette la faccia, la parola e soprattutto gli attributi, a differenza di qualcuno che gli attributi ne fa uso sbagliato, proprio per questo so chi sei, vile ! Tanto ci si incontra tra i due chi chi camminera’ a testa alta sarò di certo io, tu non so come metterai la testa!

  16. Cerchiamo di fare un pò chiarezza..Prima di tutto vorrei dire a colui che ha insultato la numero 10 di farsi vivo e di farci vedere come gioca a pallavolo magari chissà potremmo dire lo stesso di lui/lei (anche se immagino chi sia stato), il numero 10 a differenza di colui che ha scritto gioca a pallavolo e ci mette l’anima, certo può capitare una giornata in cui il nervosismo ti fa sbagliare ma voglio ricordare che il numero 10 è stata e lo è un punto fermo della mediterranea e dobbiamo ringraziarla per tutto quello che fa nella polisportiva…Tornando al udas dico solamente che non vi smentite mai..Sempre i soliti pettegoli, io personalmente ci sono stato nell udas e vi posso dire che non è stata un’esperienza piacevole anzi tutt’altro, quindi tutti questi insulti me li sarei aspettati da gente come voi..Poi vi sentite tanto importanti per una partita vinta..Ma ricordate il ritorno almeno??? Quando avete perso di brutto, ma no nonostante questo nessuno si è permesso di insultare una delle vostre giocatrici (e credetemi ce ne sono da insultare!!!), noi ci siamo comportati da signori. Chiudo questo mio bel commento dicendo che se avete avuto questa vostra amata vittoria è anche grazie alle nuove tre giocatrici che adesso fanno parte della vostra squadra… E’ stato un piacere a presto 🙂 ps: Ah dimenticavo fiero di non essere “udassino” 😉

  17. Ma chi sono che hanno fatto alla udsd.alla mediterranea in ogni sport hanno raggiunto risultati loro cosa cosa analizziamo nella pallavolo fanno una prima divisione stentata, nel basket fanno i lportaborse dell allenatore. forse riusciranno nel tennis tavolo quindi non li curate fra massimo un paio di anni non ci saranno più e andranno a vendere le felpe al mercato.

  18. Ma la casa che fa incazzare e che si credono esperti e protagonisti. non hanno un minimo di onestà nel riconoscere che sono solo un associazione amatoriale e che se emergono in qualche categoria e solo grazie a persone estranee ai loro giri persone destinate ad andar via appena capiscono chi sono davvero gli udassini. fiero di non esserlo. immaginate cosa sarebbe l udas senza valentino e senza l allenatore di basket. niente ….appunto

  19. immaginate cosa sarebbe il milan senza ibra, la juve senza pirlo, il barca senza messi, il real senza ronaldo, il ragù della domenica senza carne, la zuppa di pesce senza il pesce…il risotto senza il riso…!!!! più fatti e meno pugnette 😛

  20. essere fieri di qualcosa che non si è? è un controsenso perchè non implica l’essere fieri di qualcos’ altro !!! al di là di questo, la pallavolo a cerignola è storicamente udas…dalla storia al movimento, all’onesta, alla capacità e alle competenze. il basket non è mai stato di nessuno (SE CI SOFFERMIAMO AD ALTI LIVELLI)…il tennis tavolo è sempre stato udas, così come la partecipazione polisportiva ai tornei nazionali di corsa, atletica, nuoto e tante altre discipline. gli altri chi sono? non hanno mai fatto parlare di loro. è bastato, all’udas, riprendere in mano il pallino sportivo per una stagione (che deve ancora finire) per dare nuovo entusiasmo al movimento sportivo cerignolano…rendetevene conto…poveri illussi. attenti a non affondare nel mar MEDITERRANEO

  21. Carissima Lory, volevo solamente ricordarti che fino allo scorso anno l udas non aveva nessuna voce in capitolo, anzi non esisteva in nessun campionato, tranne in quello della serie D Maschile; e a questo proposito ti posso tranquillamente dire che la tua amata associazione è sempre emersa nei momenti in cui la società andava bene come nel caso di quest’anno, mentre la Mediterranea a differenza ha sempre portato avanti i sui atleti anche nei momenti in cui la società ha avuto problemi…Per questo consiglio a te come anche alla tua associazione di darvi degli obiettivi e portarli avanti visto che di fatto non siete mai stati in grado di portare avanti un obiettivo per due anni…Prima di scrivere certe cose fatevi un esame di coscienza.

  22. udassini siete orrendi cm persone, voi nn siete nessuno!! siete arroganti, maleducati, incompetenti, siete solo buoni a calunniare la gente che, per fortuna, nn è cm voi. quanta cattiveria e invidia avete dentro… YAK

  23. MI DISPIACE AMMETTERLO MA QUESTA VOLTA I SOSTENITORI DELLA MEDITTERRANEA NON HANNO TUTTI I TORTI!!! AHIME’ MI TOCCA AMMETTERLO

  24. Consiglierei alla redazione di bloccare tutti i commenti di tutti gli articoli…perchè non si è in grado di confrontarsi civilmente.. è uno schifo totale….nulla di costruttivo..esistono solo cattiveria pura e arroganza.

Comments are closed.