Prenderanno il via alle 10, mercoledì 25 aprile, le celebrazioni del 67esimo Anniversario della Festa della Liberazione dal nazifascismo organizzate dal Comune di Cerignola.

A quell’ora, infatti, partirà dal Palazzo di Città un corteo con le autorità, l’ Anpi, le associazioni culturali e di volontariato, i partiti politici e i cittadini. In Corso Roma verrà deposta una corona d’alloro davanti alla casa natale di Teodato Albanese, martire delle Fosse Ardeatine, così come avverrà in via Anna Rossi per i caduti del 25 settembre 1943 ed in Corso Garibaldi, a Palazzo Carmelo, al monumento ai caduti in guerra.

La manifestazione si concluderà al cimitero comunale, dove verranno deposte corone d’alloro ai caduti di valle cannella e dei mari Egeo e Ionio.

“E’ un appuntamento che celebra la vittoria di chi si sacrificò per riconquistare la libertà e fondare nel nostro Paese una democrazia, basata sul rispetto dei diritti umani, senza distinzione di razza, di idee, di sesso e di religione – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo-.La Festa della Liberazione deve essere una festa di tutti, come ha ricordato più volte il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La libertà rappresenta un patrimonio collettivo, ma non è un bene gratuito che esiste automaticamente o una condizione che si mantiene da sola. Va difesa giorno per giorno, custodita preziosamente, perché garantisce alle persone di vivere nel miglior modo possibile. Una massiccia partecipazione popolare alle celebrazioni del 25 Aprile, dunque, costituisce un mirabile sforzo di raccoglimento unitario  di cui oggi, più che mai, ha bisogno l’Italia”.