Rino Pezzano
Rino Pezzano

Pubblichiamo di seguito una nota del Consigliere provinciale Pd, Rino Pezzano, il quale si complimenta con l’operato del comune di Orta Nova, nel contrasto al progetto reputato invasivo in ambito ambientale. Ecco il documento completo.

“Valorizzare le biomasse con la produzione di energia elettrica deve essere un’opportunità di reddito per gli agricoltori e non un’occasione di profitto industriale in danno del territorio”. Il consigliere provinciale Rino Pezzano esprime così “apprezzamento convinto” per la scelta compiuta dalla Giunta e dal Consiglio comunale di Orta Nova “negando il sostegno istituzionale ad un progetto evidentemente invasivo sotto il profilo ambientale e disallineato rispetto alla programmazione economica decisa a livello locale”.

“Sbaglierebbe chi pensasse che la decisione delle forze politiche ortesi, con il PD protagonista, sia frutto di una impostazione ideologicamente contraria alle centrali elettriche – continua Pezzano – Ciò che intendono affermare i governi locali più avveduti e meglio sintonizzati con le comunità è l’imprescindibile valore della sostenibilità ambientale e civica degli insediamenti industriali, di qualunque natura essi siano. Di qui la richiesta di soluzioni tecnologiche sempre più avanzate e innovative, di effettivi poteri di controllo comunitario, di stretta connessione con le aziende locali. Nel caso specifico della centrale di Carapelle si determinerebbe la necessità di importare scarti agricoli da altri territori: un paradosso per la seconda provincia d’Italia per produzione agricola. L’Amministrazione provinciale farebbe bene a tenere in gran conto la decisione del Comune di Orta Nova e delle comunità dei 5 Reali Siti – conclude Rino Pezzano – per evitare di ripetere le brutte e fallimentari esperienze vissute proprio in quel territorio nel recente passato”

3 COMMENTI

  1. Bravo Rino!
    ogni tanto ci ricordi il tuo slogan elettorale … RINO C’E’ …
    Meno male che dalla Provincia c’è qualcuno che ogni tanto dice qualcosa …

  2. spero davvero che presto aboliscano le province, così mandano a casa questi mangia pon a tradmind.

Comments are closed.