Pubblichiamo di seguito una nota del Pd di Capitanata nella quale la Senatrice Colomba Mongiello si schiera a favore dei braccianti agricoli, contro la politica parlamentare in materia. Ecco il documento completo.

“Il Parlamento deve cancellare la norma che introduce i ‘buoni lavoro’ e annullare, o ridimensionare fortemente, il taglio alle indennità di disoccupazione”. La senatrice Colomba Mongiello ha personalmente espresso “solidarietà e vicinanza” alle migliaia di lavoratori che questa mattina hanno partecipato alla mobilitazione dinanzi a Palazzo Madama, organizzata da Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, per protestare contro alcune previsioni della riforma del lavoro Fornero “condivisibili e condivise dalla gran parte delle forze politiche, di maggioranza e minoranza, consapevoli dei deprecabili effetti che avrebbero sul sistema del welfare di una categoria di lavoratori già debole a causa della fisiologica precarietà dell’impiego stagionale”.

Dopo aver ottenuto l’unanime e negativo pronunciamento della Commissione Agricoltura, di cui e’ componente, sull’estensione al lavoro agricolo dei voucher previsti per quello di tipo occasionale, la senatrice del PD ha depositato come prima firmataria ed a condiviso diversi emendamenti che saranno discussi dalla Commissione Lavoro “non appena la Commissione Bilancio si pronuncerà sulle compatibilità economiche delle modifiche proposte, particolarmente di quelle che annullano o mitigano l’effetto dei tagli sulla mini ASPI.

Il maggior rigore dell’INPS e l’efficacia dei controlli, anche di carattere penale, hanno già ridotto del 50% il peso finanziario dell’indennità di disoccupazione, portandola a livelli fisiologici. Entrambe queste azioni possono e devono essere rafforzate, innanzitutto per punire chi truffa lo Stato e danneggia i lavoratori onesti, così da ridurre, se non annullare, il previsto taglio del 27% di un ammortizzatore sociale che si vorrebbe negare al 50% degli operai agricoli.

Si annuncia un vero e proprio braccio di ferro tra il Governo, responsabilmente concentrato sulle esigenze di bilancio, ed il Parlamento, che ha il dovere di ascoltare con grande attenzione e comprensione le istanze dei sindacati – conclude Colomba Mongiello – che questa mattina hanno manifestato a tutela della dignità e della sopravvivenza di migliaia di braccianti”.