Chiesa Cristo Re - Don Bosco_Cerignola

Nel mese di Maggio arriva puntuale, come ogni anno, la «Festa della Comunità» (da domenica 20 maggio a domenica 3 giugno), manifestazione organizzata e promossa dalla Comunità Salesiana di Cerignola unitamente alla Comunità Educativa Pastorale composta da giovani ed adulti che collaborano con i Salesiani a favore dei ragazzi e delle famiglie del quartiere dove è situata la parrocchia di Cristo Re. Ma cos’è la Festa della Comunità? È un’occasione  in cui, a conclusione di un anno vissuto insieme, la Comunità dell’intera Opera Salesiana (e non solo), si incontra per rendere grazie al Signore per i benefici e i doni ricevuti, facendo festa a Maria Ausiliatrice, la madonna di don Bosco, con una serie di attività formative, ludico-sportive, culturali, promosse ed organizzate dalle varie realtà presenti nell’Opera (Oratorio Cento Giovanile, Parrocchia ed Istituto). Il calendario è ricco, come ogni anno, di iniziative:

Domenica 20 Maggio – Festival della Canzone Oratoriana (scuole elementari e medie) – Serata Gastronomica – Durante la serata spettacolo dell’illusionista Pietro Totaro, giovane cerignolano

Martedì 22 Maggio – Festa di Santa Rita – ore 19.00: Santa Messa Solenne – segue la Processione  – a conclusione spettacolo di fuochi pirotecnici

Mercoledì 23 Maggio – Veglia di Preghiera per Maria Ausiliatrice animata dalle Figlie di Maria Ausiliatrice (presso la cappella dell’Istituto FMA)

Giovedì 24 Maggio –  Festa di Maria Ausiliatrice – ore 18.30: Santa Messa Solenne – segue pellegrinaggio con la statua di Maria Ausiliatrice dalla Parrocchia di Cristo Re all’Istituto FMA

Sabato 26 Maggio – Compagnia Teatrale di “Nunziet” presenta: Ce pensa mammà (commedia dialettale in due atti)

Domenica 27 Maggio – XXVI Stradonbosco (gara non competitiva per le vie del quartiere) – Festival della Canzone Oratoriana  (giovani ed adulti) – Serata Gastronomica – Durante la serata spettacolo dell’Associazione Brancaleone di Barletta

Da Lunedì 28 a Giovedì 31 – 2° torneo «beato Giovanni Paolo II» – Triangolare di Calcetto: Oratorio Centro Giovanile vs Centro Formazione Professionale “Mons. D. Pafundi” – 1° Memorial di Calcio in ricordo di “Nunzio Galantino”

Venerdì 1 Giugno – Festival della Canzone Oratoriana (concerto a cura dell’animazione musicale) – Serata Gastronomica – Si esibiranno inoltre:  gli allievi del laboratorio di classico e moderno e del laboratorio di hip-hop e moderno

Sabato 2 Giugno – Oratorio in Villa – Pomeriggio di Animazione nella Villa Comunale (Giochi – Stand – Attività ricreative)

Domenica 3 Giugno – Serata conclusiva (degustazione piatti tipici- karaoke e danze – giro sui gonfiabili – passeggiata a cavallo- fuochi pirotecnici – estrazione della lotteria)

Come si evince dal programma, sono giorni ricchi di impegno, che vedono come protagonisti soprattutto i giovani. Ma sono anche occasione per manifestare il senso di appartenenza alla realtà parrocchiale ed oratoriana, attraverso una presenza attiva e collaborativa dell’intera Opera Salesiana, allargando l’invito all’intera Comunità cittadina.

9 COMMENTI

  1. evviva don bosco bravo don rino carignano con la sua tenacia assieme a disponibilita simpatia e protezione x i suoi ragazzi conquista tutti anche i genitori grazie don rino continua cosi

  2. grande don bosco per i suoi valori che ci ha insegnato a tutti noi oratoriani grande pero una domanda per chi gestisce gli oratorio ed in particolare quello di cerignola .siamo rimasti gli unici a non avere un campo sintetico per far giocare i nostri figli.smettiamola che i soldi non ci sono ,fatevi un esame di coscienza sono ormai passati troppi anni rimodernatevi .don bosco unico salesiano….

  3. condivido quello che ha detto sig marco .una processione non si puo partecipare . come portantino nemmeno ,la processione di santa rita .non ne parliamo assomiglia che devono andare ha qualche sfilata di moda .poi pregassero almeno fanno solo fotomodelli e fotomodelle se i santi potessero parlare.grazie….

  4. Caro Marco,
    vedo che non sei a conoscenza di Chi sono i Cavalieri di don Bosco. Non sono dei portantini, ma cristiani praticanti che seguendo una catechesi elementare, si formano come “buoni cristiani ed onesti cittadini (dB)”. I “portantini” sono gli addetti al carico delle valigie in stazione. In caso si abbia voglia di associarsi nei Cavalieri di don Bosco, le porte sono SEMPRE aperte a TUTTI, nessun “fotomodello” escluso!! In attesa che s. Rita interceda, aspettiamo nuovi membri! 😉

  5. caro cavaliere della tavola rotonda in oratorio sono stato per quasi tutta la mia vita,ed io sono cristiano cattolico onesto che ha praticato un percorso di circa 25 anni in oratorio,ed il mio pane quotidiano erano le chiavi di don luigi CONVERTINi le giocate con don paolo verdi con don luigi LADISA detto don GINO don VANNY ecc ecc e fino a circa 3 anni fa i cavalieri della tavola rotonda non esistevano perchè eravamo i portantini di santa RITA ,poi siamo fuggiti perchè ,gli stessi.
    piano piano si sono impossessati loro della santa di tutti i cristiani ,sembrerà pure ma l’altro giorno di cavalieri della mia parrocchia non ne ho visti , erano cristiani di altre parrocchie

  6. Caro Marco,
    purtroppo molti come te, pensano che la chiesa di Cristo Re sia un castello medievale da proteggere dall’assalto di “nemici” esterni al quartiere, al cui interno vi sono i santi che solo i “parrocchiani” possono portare in processione. Oggi non è più così. Non è bello poter vedere che tra i Cavalieri di don Bosco, ci siano cristiani provenienti da qualsiasi ambiente, senza barriere di ceti sociali? Questo dimostra che archiviando il passato, ancora oggi la Comunità Salesiana di Cerignola può offrire TANTO alla nostra città e che anzi noi da buoni cittadini e parrocchiani, siamo chiamati maggiormente a supportare e promuovere ciò che di buono fanno.

Comments are closed.