Federico Pizzarotti del Movimento 5 stelle è sindaco di Parma. Ha battuto di quasi venti punti  (60,23%-39,77%) Vincenzo Bernazzoli,  sostenuto da tutto il centrosinistra. «E’ la presa della Bastiglia, la Stalingrado sognata proprio da lui, da Beppe Grillo» ha scritto il Fatto Quotidiano. E’ (forse) l’addio alla vecchia politica e l’apertura da protagonista al nuovo. Alle parole ora devono seguire i fatti. Probabilmente si inaugura oggi la stagione più dura per Grillo: quella in cui dimostrare ‘come’ si può realmente trasformare in realtà le ‘parole a 5 stelle’. Pizzarotti dovrà fare i conti con la trasformazione della gestione rifiuti a Parma, con la (possibile?) riconversione del cantiere dell’inceneritore. Largo, con un grosso augurio, al nuovo!

6 COMMENTI

  1. Non posso che augurare un buon lavoro, proficuo per la città ed i cittadini, che dia l’esempio ad altre realtà, affinchè si dia una sterzata a questa mala politica.

  2. Come sempre avviene in questi casi ci si affida ai vicini o a quelli che vorremmo emulare ma non possiamo. Noi tuttii conservatori che non vogliamo perdere le nostre tradizioni, che vogliamo sempre essere vincolati al presente, ci gonfiamo il petto di coraggio, dopo che gli altri hanno scelto per noi.
    Non siamo riusciti a rifiutare la grande somma di denaro messa a disposizione di coloro che hanno vinto le elezioni “immeritatamente”, ci siamo venduti la pelle dell’orso ancor prima dfi individuarlo. Siamno dei personaggi dai quali bisogna prendere le distanze.
    La crisi del Comune di Cerignola: Permanente e Costante.
    Devono trascorrere altri tre anni, diopo ritorneranno glki altri …
    Continueremo l’alternanza……alla faccia di noi tutti Trinariciuti.

  3. Gianluca e gli altri non si deve guardare a Parma come caso isolato anzi, si deve cercare di smuovere le persone a fare lo stesso qui a Cerignola, il movimento 5 stelle sta nascendo ma ha bisogno di gente motivata e facce nuove non basta commentare gli articoli o guardare gli altri con invidia e ammirazione.
    Bisogna avere coraggio di alzarsi e rinnovare la politica vecchia e lobbistica di Cerignola si deve essere cittadini attivi non lamentarsi che qui non si può fare.
    Se si vuole si fa……eccome, guardiamo a Parma come esempio!

  4. Guardiamo Tosi ,Renzi ,Sindaco di Salerno e quanti esempi di buona amministrazione che già hanno dimostrato di fare bene .Pizzarotti valutiamolo tra un anno adesso è troppo presto noi non conosciamo il suo saper fare, dal palco ai fatti è tutta un’altra storia .Per quanto riguarda CErignola i politici che sono presenti nel nostro palcoscenico non valgono molto ,li valuto da quello che stanno facendo ,forse qualche volto nuovo della cicogna ? ma come Pizzarotti li sentiamo parlare ma non conosciamo il modo di amministrare,Metta dovrebbe fare come Grillo portavoce sul palco ma lasciare governare i suoi ragazzi ma purtroppo non sarà cosi.

  5. ARC EN CIEL ha ragione, a Cerignola non si è trovato nemmeno il coraggio di provare a cambiare almeno una volta con Metta, si poteva almeno provarci con uno al di fuori dai soliti partiti. Invece niente, figurarsi se si trova la forza di spingere un movimento come quello di Grillo (di cui sono fermamente partecipe). Troppa ignoranza, troppa svogliatezza, troppi interessi da curare e mantenere. Comunque spero si trovi la voglia di partecipare a un cambiamento che ormai è destinato a crescere per forza di cose.

Comments are closed.