Ha solo tre anni, Arianna, la bimba di Cerignola, aggredita domenica pomeriggio dal cane di famiglia. La piccola ha riportato un’evidente ferita alla guancia. E’ stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico di ricostruzione e guarirà in poco meno di un mese.

Stando alla ricostruzione dei fatti, fornita dai familiari presenti, la bimba stava giocando in una campagna di proprietà dello zio. Improvvisamente il cane, un esemplare di taglia media, l’ha aggredita ferendola al volto. Sul posto era presente solo la mamma, una casalinga di 36 anni, che ha subito afferrato la figlia trasportandola presso il locale nosocomio “Tatarella”. I sanitari, alla vista della ferita giudicata di elevata gravità, ne hanno disposto il trasferimento d’urgenza presso l’Ospedale Riuniti di Foggia. Qui la piccola è stata sottoposta a un intervento delicatissimo di chirurgia plastica atto a suturare la ferita. Le sue condizioni, fortunatamente, non destano preoccupazione. Non è da escludere che nelle prossime ore siano avviati accertamenti per rilevare la responsabilità di custodia del cane e di sorveglianza dello stesso.

33 COMMENTI

  1. e l’ospedale di cerignola che ce l’abbiamo a fare se non per curare le urgenze???? mah…………

  2. …”l’ospedale di Cerignola che ce l’abbiamo a fare se non per ..” = “A-ME”…(<— "TUTTO..!!!") = "n"iente di sistematicamente SOSTANZIOSO-EFFICACE alle BISOGNOSE-I…CITTADINE-I.
    ** UN esempio: ..che succede alle BAMBINE-I colpiti da
    FEBBRE ALTA , ecc. per ALLERGIA ?
    C'E' forse una adeguata risorsa professionale-
    strumentale per DIAGNOSTICARE il tipo di ALLERGIA,
    ecc..?
    NOOOOOO….si MANDA altrove !!!
    ** e si MANDANO ALTROVE anche i reparti, ecc….tanto,
    MANCA anche il personale !!!
    ** anche i cosidetti "colletti bianchi locali"..si curano
    ALTROVE !!!
    ** PERO'…"prima e durante le votazioni…!! "

  3. La questione non è però l’utilità dell’ospedale di Cerignola, bensì l’aggressione subita dalla piccina. Tutti i cani domestici sono normalmente “pascolati” nei parchi pubblici e per i marciapiedi (e le tracce sono ben evidenti) e, quando questi animali si avvicinano ai bambini o a delle donne che li temono, i loro proprietari ridacchiano e qualcuno esordisce con la solita frase: “Non ti preoccupare, non fa niente”. Peccato che non tutti riescono a stare tranquilli quando un cane ti arriva come una saetta addosso. La realtà è che le reazioni degli animali non le conosce nessuno, tantomeno i padroni. E non mi raccontate delle campagne di sensibilizzazione verso i cani fatte a scuola da qualche associazione. Servono solo a far invogliare qualcun altro a prendersi in casa questi animali. La sensibilizzazione dovrebbe essere fatta ai proprietari dei cani, i quali dovrebbero munirsi di bustina e paletta e, cosa importantissima, portare a guinzaglio i cani e, non so, se è ancora valido l’obbligo della museruola. Inoltre le campagne a favore dei cani dovrebbero spiegare che, quando ci si accorge che lo sghiribizzo di avere un cane in casa sta passando, non bisogna abbandonarli per strada o lasciarli da soli tutta la giornata chiusi in casa ad abbaiare e piangere di continuo. Per quanto possano essere addomesticati, i cani sia di piccola che di grande taglia, possono essere imprevedibili: sono animali e gli istinti sono quelli di sbranare e sbrandellare uomini vivi (e figuriamoci bambini e donne indifesi).

  4. in parte sono d’accordo con te in parte no! è vero che bisogna portare il cane a guinsaglio, e con la museruola è vero della paletta e bustina, ma qui parliamo di un cane tenuto in campagna come dice il comunicato, poi bisogna comprendere cosa abbia scatenato l’aggressione! Un cane morde se: ha paura o e feroce credo che un acne feroce non lo si lasci libero quando vi sono altre persone, e qui si capirà sulla responsabilità del proprietario, ma non tirare in ballo le iniziative delle associazioni che neanche conosci, tutto quanto si fa serve per sensibilizzare il rapporto uomo animale non adottare perchè a cerignola le associazioni raramente adottano un cane!

  5. Rispondo a la Verità fa male…. Oggi chi possiede un cane è tenuto a dichiararlo e inserirgli un microchip.I cani fanno i loro bisogni per la strada per incuria dei loro padroni…Che sono gli stessi che buttano i rifiuti ovunque e che rendono invivibile il nostro paese. La mia domanda è questa: chi lascerebbe da solo il proprio figlio con un cane anche se conosciuto???Adottare o crescere un cane è un impegno notevole che richiede tempo pazienza e ..denaro..Ma coloro che vivono l’esperienza di allevare un cane nel rispetto del prossimo,sicuramente hanno tanto da raccontare..Ricordiamoci che qualcuno qualche settimana fa ha fatto un’azione ignobile decapitando un cane che stava allattando…Questo episodio di aggressione è un caso isolato che forse poteva essere prevenuto con un pò più di attenzione!L’inciviltà dei padroni dei cani è tutt’altra cosa..

  6. Io ho avuto un cane di razza husky e vi posso assicurare che aveva piu’ paura lui dei bambini e non il contrario e non ha mai avuto reazioni “strane” con i miei figli piccoli.
    Mentre i miei hanno un piccolo volpino che io ho sempre tenuto molto lontano dai miei piccoli perche’ non mi fido delle sue reazioni.
    Quindi non dipende ne’ dal padrone e ne’ dalla taglia ma purtroppo mi dicono perche’ i cani aggressivi gli hanno allontanati troppo presto dalla loro mamma. Comunque anche ai miei figli dico sempre di non avvicinarsi mai ai cani che non conoscono prevenire e’ meglio che curare.
    un imbocca al lupo per la piccola Arianna.

  7. Tutti i cani sono aggressivi se vedono che chi hanno di fronte è debole. Per non parlare di quando sono in gruppo. E poi pensate che tutti vaccinino o inseriscano il microchip? Non credo che tutti i padroni siano così scrupolosi! La maggiorparte sicuramente, ma tra questi c’è sicuramente qualche pecora zoppa. Altrimenti perchè ci sono tanti randagi in giro e nessuno può risalire al padrone? Qualcuno ha commentato poi che se allontanati presto dalle mamme sono più aggressivi. Ebbene, immaginate di lasciare liberi di giocare i vostri figli al parco e arrivi qualche cane di questi traumatizzato (che sia domestico o randagio).
    Mi sono recato raramente al pronto soccorso, ma ogni volta che c’ero si è presentato un caso di persone morse da cani (giardinieri, vicini, podisti) e vi assicuro che o sono vaccinati o no, le persone morse dovranno seguire una terapia piuttosto fastidiosa e dolorosa.

    Quindi voglio cogliere l’occasione per dire ai padroni dei cani: pensate qualche volta anche agli altri e in particolare ai vostri simili.
    Mi fa ancora male aver sentito quella notizia di quel camionista di 56 anni sbrandellato dai cani mentre montava la motrice. E di quell’anziano che a Milano, mentre aspettava gli amici per andare al ristorante, ha avuto la stessa sorte di quel camionista. E di quell’uomo di Barletta trovato sbranato nel suo fondo agricolo. E così via. Sono cani o lupi?

    • ma che ste ba dec? hai studiato scienze ALLA SCUOLA? sei fatto il comportamento degli animali addomesticati? ma soprattott? a me sciout alla scul?

    • cara “verità fa male” nn ti rispondo tecnicamente a tt quello ke hai scritto xke credimi nn ne vale la pena…ma ci tengo a dirti ke x qnto sei ignorante nn riusciresti ad educare neanche un canarino figuriamoci un figlio o tanto meno un cane…

  8. La pet educational non è inventata dalle associazioni, bensi’ studiata da tanti psicologi. Cani che sbranano persone sembra tu stia raccontando una favoletta. E’ vero che i padroni dei cani devono pulire le deiezioni dei loro amici a 4 zampe, e vero che la tolleranza fra uomo e animale è d’obbligo, e vero che i cani nei parchi vanno portati a gunzaglio.
    Ma è anche vero che a Cerignola non c’è un solo parco adibito allo sgambamento dei cani.
    Il problema del randagismo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! lascia stare troppo complicato per una persona che la pensa come te.
    Speriamo solo che la piccola si riprenda presto, speriamo che qualcuno aiuti lei ad approcciarsi bene con i cani (questo lo scopo della pet educational.

    • ti invito a venire al parchetto! 🙂 ti faccio vedere quanto siano tranquilli quei cani! Razze pericolose non ce ne sono! i cani aggressivi che forse avrai visto sono quelli che a volte passano con i padroni ma vanno subito via! fidati…dei cani che trovi lì puoi stare tranquillo!

  9. rispondo a la verità fa male…. è chiaro che non hai dimistichezza con i cani: dici che i cani sono tutti aggressivi dove lo hai letto? sei etologa? sei una comportamentalista di animali? sei un veterinario? dipende tutto da chi conduce ed educa l’animale, il cane è la fase finale di un processo educativo, i corsi di addestramento sai che si fanno ai proprietari e non ai cani?
    Ti informo che al nord che sono molto più evoluti stanno inserendo il patentino per la conduzione dei cani è gratuito ma lo devi conseguire atrimenti sei di multa, consiste appunto in corsi tenuti da un equipe di medici veterinari e altri esperti sulla conduzione del cane. Questo e quello che le associazioni presenti sul territorio si sforzano di far capire alle Amministrazioni locali. Allora se il pesce puzza dalla testa……………..chi paga le conseguenze??????? IL CANE!!!!!!!!!!!!!!

  10. X LA VERITà FA MALE
    CONOCRDO CON LIBANO E CON CHIARA..HAI CITATO VARI EPISODI DI CANI CHE SBRANANO PERSONE…MBè POTREI CITARTENE ALMENO IL DOPPIO DI PERSONE CHE AMMAZZANO,VIOLENTANO,PICCHIANO BAMBINI,ANZIANI E LORO COETANEI…FIDATI,NON LO DICO SOLO PERCHè HO UN CANE A CUI TENGO TANTISSIMO, MA SE TI FERMASSI UN Pò A RAGIONARE PRIMA DI PARLARE CAPIRESTI CHE LA VERA BESTIA è L’UOMO NON IL CANE…

  11. OVVIAMENTE SONO VICINO ALLA BAMBINA SPERO SI RIPRENDA PRESTO MA RIPETO IO PIù CHE ACCUSARE IL CANE ACCUSEREI IN PRIMIS I GENITORI (PERCHè IO ANCHE SE VIVO IN CASA CN IL MIO CANE E LO CONOSCO BENISSIMO, STO SEMPRE ATTENTO QND ENTRA QLCNO AI VARI MOVIMENTI CHE MAGARI IL CANE POTREBBE INTERPRETARE IN MODO STRANO), E POI ANCHE IL PADRONE DEL CANE

  12. Rispondo a La Verità fa male……..sei di un’ingnoranza senza fine!
    Basta non c’è altro da aggiungere!

  13. Visto che avete iniziato ad offendere, vi rispondo non a tono o quasi. I veri ignoranti sono tutti i proprietari dei cani e non chi deve essere costretto a subire le vostre manie. Ignorante è chi non sa addestrare il proprio cane, ignorante è chi non vuole ammettere che i cani sono aggressivi, ignorante è chi pensa più ai propri cani e non ai propri simili, almenocchè non siate diventati pure voi animali. Noi che non ci cresciamo i cani siamo costretti a sentirci cani che abbaiano in continuazione, passeggiate a zig zag tra strade e parchi, peli di cani sui nostri panni stesi all’interno dei nostri balconi, urine che colano dalle soglie dei balconi, ecc. ecc.
    Ogni volta mettete in ballo l’ignoranza e con la scusa continuate a fare i c…. vostri. Mi dispiace, non oserei mai uccidere o maltrattare un animale, ma per come ragionate voi proprietari, perenni sapientoni e intelligentoni (visto che noi siamo gli ignoranti), forse qualche pena ci vorrebbe a voi. Fatevi un esame di coscienza e non pensate che gli altri non ragionano. Siamo in maggioranza, ma purtroppo siamo succubi delle vostre manie animaliste.
    NON SIAMO NOI CHE NON CI CRESCIAMO GLI ANIMALI GLI IGNORANTI. NOI CERCHIAMO DI CRESCERE I NOSTRI FIGLI. FATELO ANCHE VOI E NON PENSATE AD ANDARVI A DIVERTIRE CON IL VOSTRO CANE AL PARCO DOVE CHIACCHIERATE TRANQUILLAMENTE FREGANDOVENE DI CHI DEVE UTILIZZARE IL PARCO: I B A M B I N I.

    • e cmq se proprio lo vuoi sapere…se non c’è il divieto i cani posso tranquillamente stare! informati

  14. X LA VERITA’ fa’ male:
    uè ti hanno fatto arrabbiare!!!!!!!!!!!!!!!
    la verità fa’ male…………….
    Basta con le chiacchiere speriamo che la piccola torni felice!

  15. Il primo pensiero è per la piccola sicuramente. E’ al fine di prevenire certi eventi che bisogna ribellarsi e DIRE LA VERITA’, che FA MALE. Ormai le minoranze ci impongono le loro azioni e ci definiscono ignoranti solo perchè non la pensiamo come loro. I veri ignoranti sono loro che, pur conoscendo le leggi (mi auguro), se ne infischiano e questo solo perchè non c’è a Cerignola – come da altre parti – chi deve far rispettare le leggi. Voglio vedere se cominciava qualcuno a multare per le deiezioni non raccolte, per i non guinzagli, per le non museruole. Non perchè non ci sono i parchi per far lo sgambamento, dobbiamo subire noi altri. Compratevi la casa in campagna, così non disturbate nessuno e potete curare i vostri animali!
    Non volevo offendere nessuno, ma qua ormai figli non se ne fanno più e ci si cresce il cane. Altro che pianeta delle scimmie: fra poco ci sarà il pianeta dei cani!
    Tutti i commenti negativi che riceverò non avranno risposta, perchè saranno sicuramente offensivi e a pro vostro. E se mi ritenete ignorante, va bene così. Io non mi devo per forza piegare alle vostre idee.

  16. Non voglio minimamente entrare nella discussione pro-contro i cani, sicuramente il comportamento di alcuni “padroni” è sbagliato e scorretto, però a fronte di questi ce ne sono tanti altri che con il loro agire rispettoso convivono egregiamente con chi non ama i cani o gli animali cani. Comunque il cane responsabile dell’aggressione da me visitato non ha manifestato comportamenti aggressivi ed è stato posto in sequestro sanitario fiduciario. La bambina dovrà continuare la profilassi in attesa che come veterinario ufficiale dell’ ASL mercoledì sciolga la diagnosi. L’obbligo del patentino menzionato per i possessori di cani appartenenti ad alcune razze è completamente disatteso dal Comune che dovrebbe organizzare dei corsi e questo mi dispiace perchè probabilmente il proprietario avrebbe potuto riconoscere comportamenti scatenanti prima dell’aggressione. Preciso che la razza del cane coinvolto non è inserita nell’elenco dei cani c.d. “a rischio” prevista dal Ministero della Salute. Un augurio di pronta guarigione alla bambina. Dott. Michele Buttiglione Dirigente Veterinario Responsabile di Struttura ASL

  17. posso raccontare la mia esperienza: anche mia figlia all’età di 3 anni fu morsa in viso da un cane di media taglia. Non era un randagio e ne tanto i suoi padroni erano persone aggressivi. Si è solo trovata al posto giusto nel momento giusto. Portata subito all’ospedale è stato soccorsa (non proprio nei migliori modi) ma grazie a Dio non ha subito a livelli fisico, dei gravi danni. L’unico problema era solo il timore dei cani. Su consiglio del mio pediatra è stato preso un cucciolo di cane in famiglia per far superare il trauma e renderla più sicura. Adesso a distanza di un anno, mia figlia ha un piccolo segno sul labbro, un cucciolo di cane in famiglia e un amore grande verso i cani.Quindi i cani non sono tutti cattivi e divoratori di umani……anche i randagi se non vengono provocati non fanno nulla (ieri davanti al maxi gm un cane randagio ci ha inseguito fino alla villa ed eravamo 2 bimbi piccoli, un passeggino, un cane…….)
    Bisogna solo stare sempre vicino ai bambini

  18. parliamo solo di stronzate, pensiamo un po alla bimba a solo 3 anni, spero che si riprendi subito, tanti auguroni.

  19. Per Caterina:
    persona di grande sensibiltà ed inteligenza,senza parlare del pediatra,fantastico.

    Purtroppo chi non ha mai posseduto un cane non sa cova vuol dire essere amato.

    Saluti

Comments are closed.