Via dei Tulipani
Via dei Tulipani

«E’ solo una sentenza di primo grado. Ma è una sentenza di condanna. La Seconda Sezione del Tribunale di Foggia, presieduta dal dottor Carlo Protano, ha ieri sera condannato a sei mesi di reclusione l’ing. Custode Amato, dirigente del settore edilizia privata del Comune di Cerignola, per aver omesso atti del proprio ufficio, non procedendo alla demolizione della famigerata recinzione posta sulla altrettanto tristemente famosa via dei Tulipani». A scriverlo in una nota mattutina è Franco Metta. «L’ing. Amato è stato condannato anche al risarcimento dei danni in favore dei tre cittadini residenti nella via che si sono costituiti parte civile con l’assistenza degli avvocati Rosa Mennuni, Loredana Lepore e Franco Metta».

«L’entità del risarcimento sarà determinata in sede civile – continua il cicognino -, ma il Tribunale, accogliendo una espressa richiesta dei legali di parte civile, ha condannato l’ing. Amato a pagare una provvisionale esecutiva (un “acconto” sui danni, da pagarsi immediatamente, anche in costanza di appello) pari a tre mila euro per ciascuna parte civile. Condannato Amato anche al pagamento delle spese processuali e delle competenze degli avvocati di controparte».

Il ‘fatto’ politico «La vicenda della recinzione abusiva di via dei Tulipani – prosegue Metta – è annosa e negli anni è diventata il simbolo della illegalità diffusa nella nostra città. Una recinzione sicuramente abusiva, che invade la strada, restringendola pericolosamente, che impedisce il passaggio sicuro di automezzi e pedoni, una opera dannosa alla sicurezza pubblica e privata, tollerata, mantenuta in piedi, “protetta” per motivi inconfessabili. Calpestato il diritto dei privati, l’interesse della collettività e anche un bel po’ di norme. Una recinzione da abbattere nel giro di poche settimane è rimasta lì ed è ancora lì dopo sei anni. Ma i cittadini di via dei Tulipani, ed il loro legale storico avv. Rosa Mennuni, non si sono fatti mai demoralizzare: nonostante tutto hanno insistito, protestato, denunciato ed ora cominciano ad ottenere i primi frutti. Così come qualche dirigente comincia a comprendere che “dirigere” importanti settori della amministrazione comunale non significa soltanto rimpinguare C.U.D. milionari (di cui presto si dovrà pur parlare), ma anche rispondere ai cittadini in termini di efficienza e di rigore. E’ la parabola di questa città. Preda della più diffusa illegalità, compiaciuta dai poteri amministrativi; ma vivaddio da qualche tempo pugnace, combattiva, non più disposta a tollerare. E qualcuno comincia a farne le spese».

16 COMMENTI

  1. …è solo l’inizio!!!! W la legalità! rompiamo il c….a chi non rispetta il prossimo,chiunque esso sia! W Cerignola e i sani Cerignolani!!!

  2. Comunque il risarcimento è di € 5.000,00 per ciascuna parte, più € 3.000,00 per le legali.

  3. La verità e che la zona Fornaci è diventata orrenda.
    Si poteva costruire con ordine e con criterio invece ognuno ha edificato di testa sua. Altro che piano regolatore.

  4. Cerignola è tutta abusiva e piena di omertosi questa è la pura verità.
    MI VERGOGNO DI ESSERE CERIGNOLANO POPOLO DI LECCHINI.
    E mo Valentino e mo Giannatempo e mo la Gentile e mo Tonti e mo Mett e mo e mo e mo ma accdemc e avast.

  5. di illegalità c’è tanto a cerignola, ma purtroppo il nostro tacere porta ad aumentare dell’illegalità, e qualcuno non ha fatto mica la scoperta dell’acqua calda…
    E non dico altro, perchè è meglio cha taccio, perchè di illegalità ne compiono sapratutto chi dice di predicare in modo giusto..

  6. le sentenze si accettano. poi si vedrà in secondo grado, terzo grado, ecc… oggi una sentenza condanna l’ing. Amato, è giusto così. io sono e sarò vicino all’ing. Amato in questo momento e sempre. Solo chi conosce, e soprattutto vive ogni giorno, la solitudine delle responsabilità, chi è veramente uomo in questi momenti fa sentire la sua voce. io sono dalla parte dell’ing. Amato. Voglio solo ricordare, con le debite misure per carità, che in questi giorni abbiamo commemorato un fatto accaduto venti anni fa. Falcone e Borsellino. Uomini controversi allora, Uomini soli nelle responsabilità. Uomini lasciati soli dalle istituzioni. Cerchiamo di non dimenticare. Che gli asini raglino, e le iene ridano.

  7. Conosco poco la vicenda di via dei Tulipani, di conseguenza mi astengo dal commentare il fatto e la sentenza. Non posso fare a meno di manifestare, però, tutta la mia solidarietà all’ing. Amato. Chi, come me, ha l’onore di pregiarsi della sua amicizia non può che rimarcare l’assoluta integrità morale e civile dell’uomo.

  8. ragazzi ricordatevi che la legge e’ uguale per tutti non dobbiamo essere solo noi a rispettarla! anche chi lavora al comune !

  9. xkè non si comincia a licenziare personaggi grotteschi che presiedono certi incarichi?

  10. MA SAPETE PERCHE’ L’INGEGNERE E’ STATO CONDANNATO E I CICOGNINI HANNO ADDIRITTURA FESTEGGIATO LA SERA NEL LORO COMITATO E IO ERO QUASI PRESENTE? PERCHE’ L’INGEGNERE DOVEVA ESSERE DIFESO DA METTA E SICURAMENTE SAREBBE STATO ASSOLTO.
    QUINDI CICOGNINI DI COSA GIOITE E COSA FESTEGGIATE USATE LA GIUSTIZIA SOLO COME VI CONVIENE E METTA FAREBBE BENE A STARE ZITTO, LUI CHE IN TRIBUNALE E IN VARIE PARTI HA DIFESO E HA FATTO METTERE IN LIBERTA’ PERICOLOSI MAFIOSI E IN VARI COMIZI QUANDO GLI FACEVA COMODO HA PARLATO DEI SUOI ASSISTITI COME DEGLI EROI .
    E RICORDATE ANCHE AMICI ULTRAS DI CERIGNOLA CHE DOPO LA PARTITA CON QUELLI DI CAVA PERSA AI RIGORI LA SERA NEL COMITATO ERANO TUTTI CONTENTI E SAPETE PERCHE’ ? PER ANDARE CONTRO DE COSMO E C. PER METTA ANDAVA BENE ANCHE LA SCONFITTA DEL CERIGNOLA .MI CHIEDO E CHIEDO A VOL MA COME POSSIAMO E DOVE ANDREMO A FINIRE SE DOMANI DOVESSE MALAUGURATAMENTE PER LA CITTA’ DIVENTARE SINDACO
    CI SARANNO SOLO RITORSIONI E VENDETTE COMINCAINDO DA QUELLI DEL TERZO PIANO DEL COMUNE CHE LUI VORREBBE RIVOLTARE COME UN CALZINO?

  11. certo che il paragone tra Amato e Falcone e Borsellino mi fa proprio vomitare……signori io penso oche la cosa e’ sotto gli occhi di tutti, andate in via dei tulipani e guardate con i vostri occhi se e’ normale che tutte le recinzioni sono a una certa distanza mentre questa e’ in mezzo alla strada.

    per il tipo che si firma luigi voglio dirgli che all interno del mov. pol. la cicogna ci sono moltissimi tifosi del cerignola calcio e che il giorno della partita con il cava hanno quasi perso il comizio per seguire la squadra, la sconfitta ha pesato anche per loro e nessuno ha festeggiato……qualunque cerignolano che festeggi la sconfitta della squadra della propria citta’ non merita di essere cittadino.
    quindi se devi dire cavolate firmati se hai coraggio….

  12. per fortuna ci sono persone che commentano intelligentemente: ciro caggiani, mannagg e qualche altro… qui ricordiamoci che qualcuno ha OMESSO qualcosa…. e quello e’ un reato! e deve essere pagato come tale! ok? le amicizie le simpatie tenetevele da parte!

  13. Quando si costruiscono abusivamente 2 piani, si chiede giustizia e, purtroppo, molte volte in punta di piedi, visto il “livello” del vicino e, chi dovrebbe punire questi abusi, senti rispondere: “è tutto in regola” … Sapendo che sta mentendo … Di chi bisogna aver fiducia? L’esempio dovrebbe arrivare dall’alto, ma anche loro sono collusi … Che si fa?

Comments are closed.