In data 22 Giugno 2012 l’Autorità di Gestione del PSR Puglia 2007/2013  ha approvato l’ampliamento dei territori ricadenti nel GAL Piana del Tavoliere ai Comuni di Stornarella, Orta Nova, Ordona e Carapelle, oltre che del nuovo Piano di Sviluppo Locale.

L’iter amministrativo di approvazione da parte dell’Autorità di Gestione ha comportato una riformulazione del Piano di Sviluppo Locale e del relativo Piano Finanziario del Gal Piana del Tavoliere, già elaborati dallo stesso GAL secondo una precisa strategia di inclusione dei quattro Comuni, proprio alla luce delle attività di animazione e concertazione condotte in questi territori. Il nuovo documento così riformulato, è stato, poi, consegnato presso gli uffici della Regione Puglia, lo scorso 4 maggio, affinché potesse essere valutato nuovamente da una commissione appositamente nominata. Il Gruppo di Azione Locale, già beneficiario dei Fondi Leader per la Programmazione 2007-2013, rappresentando, con i soli territori di Cerignola e Stornara, il 71% dell’intera popolazione dei cinque Comuni ed il 78% della Superficie territoriale, ha, di fatto, improntato e concertato la propria strategia di sviluppo coinvolgendo ed animando sin dall’inizio tutti i sei territori, nel pieno rispetto della logica bottom-up, che caratterizza l’approccio LEADER. In questo senso il GAL Piana del Tavoliere, nonostante la prima candidatura e aggiudicazione dei finanziamenti, che hanno visto, suo malgrado, l’esclusione dei quattro Comuni sopramenzionati, ha perorato costantemente l’inclusione di tutti i Comuni dei Reali Siti, per garantire a tutti gli operatori del Basso Tavoliere le medesime opportunità di sviluppo oltre che la costituzione di un NETWORK TERRITORIALE in grado di dare risonanza alle eccellenze locali, nell’ottica di una costante espansione. Per tutte queste ragioni il GAL è orgoglioso di comunicare ufficialmente l’inclusione di tutti i Comuni dei Reali Siti all’interno della propria strategia di sviluppo, oltre che la conseguente ricaduta positiva sull’intero territorio del Basso Tavoliere, che ad oggi ricopre il 100% della popolazione e della superficie territoriale. “E’ stata una vittoria dell’intero territorio” – afferma soddisfatto il Presidente del GAL Piana del Tavoliere, Valerio Caira, facendosi portavoce di tutto il Consiglio di Amministrazione – “grazie a questo ulteriore traguardo il territorio GAL è tornato alla sua iniziale compattezza ed omogeneità. Il Gruppo di Azione Locale è nato, infatti, per unire i comuni del Basso Tavoliere e svolgere una missione di sviluppo unitario e condiviso. In questo senso è stato fondamentale l’appoggio delle Amministrazioni Comunali, a prescindere dal quale gli operatori non avrebbero potuto beneficiare delle opportunità di finanziamento offerte dal Programma LEADER. In un momento storico in cui fare rete, costruire circuiti, sviluppare network socio-economici sono le parole chiave di una sana e vincente crescita territoriale, includere tutti i Comuni della Piana del Tavoliere nella Programmazione LEADER, risulta un naturale e logico step per favorire un positivo progresso dell’intero territorio. Da questo momento – conclude il Presidente Caira – proprio in vista della riapertura e della pubblicazione dei Bandi a valere sull’Asse III del PSR Puglia 2007-2013, il GAL potrà ricominciare ad attuare la sua iniziale vocazione di motore trainante di un territorio in grado di esprimersi nel pieno delle sue potenzialità solo se unito e coeso.”

1 COMMENTO

  1. MUOVETEVI A RISVEGLIARE CERIGNOLA, E MI RIFERISCO ALLE MALEDETTE VARIANTI – VARIANTI – VARIANTI -VARIANTI E VARIANTI NON CI PERDIAMO A CHIACCHIERE.
    AVETE L’OBBLIGO CIVILE E MORALE DI SBLOCCARE L’ECONOMIA DI CERIGNOLA SIAMO INTESI???
    PRIMA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE SUI PALCHI AVETE CANTATO FRONN E LIMON A RIGUARDO DELLE VARIANTI E DELL’AGRICOLTURA, TEMI MOLTO IMPORTANTI.
    PER LE VARIANTI DOPO GLI SCHIAFFI VELOCE VELOCE ZONA FORNACI.
    PER QUANTO RIGUARDA L’AGRICOLTURA LE CAMPAGNE BRUCIANO, COOPERATIVE ? NON SAPETE NEMMENO DI CHE STIAMO PARLANDO

Comments are closed.