Tribunale Cerignola

“Dopo circa 204 anni la Capitanata sta per perdere un altro tassello importante della sua storia: il Palazzo di Giustizia di Lucera e le sedi distaccate, oltre alle sedi distaccate del Tribunale di Foggia. – Così il consigliere UDC e avvocato Miranda.
Potrebbero però non essere stati vani gli sforzi profusi dagli ordini forensi per cercare di salvare il tribunale lucerino e le altre sedi, infatti vi è ancora un’ultima partita da giocare a Roma, presso le rispettive commissioni parlamentari “giustizia” di Camera e Senato, che saranno tenute a fornire al Ministero un parere obbligatorio, anche se non vincolante, sulla questione, alla luce delle motivate proteste mosse a favore della sopravvivenza del tribunale di Lucera e delle sedi distaccate di quello di Foggia, comeCerignola, Manfredonia e San Severo.
A questo accorato appello mi unisco, in qualità di avvocato e Presidente dell’Associazione Qualità della Vita, poichè non è possibile, con un tratto di penna, decretare l’immediata cancellazione degli uffici giudiziari dauni, facendoli rientrare tra quelli valutati come superflui.
Ciò, tra l’altro, senza considerare il contesto in cui tali uffici giudiziari sorgono, spesso a rischio, in un territorio complesso quale è quello del Gargano.
Ecco perchè la soppressione, oltre che del Tribunale anche della Procura della Repubblica di Lucera, appare incredibile ed ingiusta!
I criteri utilizzati per stabilire quali siano le sedi da accorpare o da abolire non sono mai stati chiari – continua Miranda – si suppone dunque che si sia trattato solo di una superficiale manovra finanziaria, finalizzata ad arginare dei costi a scapito di un territorio come il nostro, già vessato da una crisi economica di dimensioni notevoli.
Come si fa a pensare di poter poi concentrare in un’unica struttura, come quella del Palazzo di Giustizia di Foggia, l’immenso carico giudiziario che deriverebbe da tali indiscriminate soppressioni.
A tal proposito basti solo pensare che il Palazzo di Giustizia di Foggia è già di per sè insufficiente a servire la macchina giudiziaria della sola città capoluogo, infatti sia la Sezione Lavoro che il Giudice di Pace sono collocati in un altro plesso.
Come si può, senza alcuno scrupolo, creare un tale disagio agli avvocati, ai magistrati ed all’utenza tutta, costringendo a percorrere chilometri e chilometri per discutere un processo o anche solo per adempimenti di cancelleria.
Ed ancora, qualcuno si è chiesto che fine faranno i circa settanta addetti tra cancellieri ed impiegati del tribunale di Lucera e di quelli della provincia, tra cui anche centri di non piccole dimensioni come Apricena e Rodi Garganico, e di quelli delle sedi distaccate del Tribunale di Foggia, comeCerignola, Manfredonia e San Severo?!
La realtà è che non si può pensare di includere nei tagli qualsiasi settore, considerando che la mannaia ha già toccato il settore sanitario sempre della stessa cittadina federiciana. Il Palazzo di Giustizia con la sua importantissima Procura, il quinto per estensione territoriale che copre la domanda di trentadue comuni, andrebbe davvero salvato.
Finchè si è in tempo i nostri rappresentati a livello regionale e nazionale devono fare il possibile perchè il rischio venga scongiurato – conclude Miranda – per evitare disservizi, inutili lungaggini dovute a carenze o insufficienze di personale, per evitare ritardi o ulteriori spese per adeguamenti strutturali, quando alla fine le strutture ci sono e sono sufficienti ed efficienti, nonchè fondamentali per un territorio particolarmente complesso anche dal punto di vista giudiziario come è quello di Capitanata”.

1 COMMENTO

  1. è UN TRIBUNALE IMPORTANTE è STRATEGICO , A CERIGNOLA è NEI DINTORNI …. SPERIAMO NON CHIUDA SE NO POI RISULTERà UN ALTRA STUTTURA VUOTA A CERIGNOLA…

Comments are closed.