Sen. Colomba Mongiello
Sen. Colomba Mongiello

La senatrice Pd Colomba Mongiello riflette attraverso due note stampa su problemi importanti come la siccità e sull’importanza del censimento agricolo in relazione al mercato del lavoro nel comparto. Di seguito le due missive.

“L’agricoltura italiana si arricchisce di competenze professionali e sensibilità sociali ed ambientali, ma il Sud continua a far fatica rispetto all’area settentrionale del Paese e paga lo scotto maggiore in termini occupazionali“. E’ il commento della senatrice Colomba Mongiello agli esiti del censimento dell’agricoltura condotto dall’ISTAT nel 2010 e presentato oggi alla stampa.

“Il censimento dimostra una vera e propria rivoluzione del mercato del lavoro e l’assoluta attualità del tema della disoccupazione agricola come della migliore regolamentazione dei voucher, giacché l’ISTAT certifica la contrazione di oltre il 50% della manodopera assunta con contratti di lavoro non stagionali; mentre si rileva un positivo incremento delle assunzioni di cittadini stranieri, che rappresentano ormai un quarto dei lavoratori non familiari.

Le ridotte dimensioni aziendali medie registrate nel Sud dell’Italia continuano a penalizzare sotto il profilo commerciale aziende che producono qualità, come dimostra la concentrazione in quest’area del Paese di oltre il 60% delle produzioni biologiche, e stanno operando un’interessante ricambio generazionale e di genere ai vertici aziendali, con una maggiore presenza femminile proprio nel Mezzogiorno.

Tocca alla politica, in tutti gli ambiti istituzionali, promuovere e valorizzare l’innovazione e la multifunzionalità aziendale – conclude Colomba Mongiello – per ridurre i gap territoriali e accelerare il positivo processo di ristrutturazione e riqualificazione del comparto”.

Siccità nel Foggiano

“La siccità sta assumendo i contorni di una vera e propria calamità naturale i cui effetti si riverberano particolarmente sulla produzione del pomodoro, già messa in crisi dalla crisi del prezzo della meteria prima”. La senatrice Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura, annuncia la presentazione di un’interrogazione al ministro delle Politiche agricole, sottoscritta da tutti i senatori del PD che compongono l’organismo parlamentare, per “sollecitare un intervento anche di istituzioni e agenzie statali a supporto di quelle regionali e territoriali alle prese con le difficoltà sempre più gravi affrontate dai produttori”.

“Ogni anno arriviamo a luglio e scopriamo le difficoltà strutturali di un comparto che non riesce a darsi una programmazione di medio-lungo periodo in ciascuno dei segmenti della filiera – afferma Mongiello – Ragione per cui, proprio nel settore del pomodoro, il Partito Democratico ha proposto, già due anni fa, la costituzione del distretto interregionale in cui mediare gli interessi e organizzare la filiera. Ne deriverebbe, tra gli altri benefici, una più efficace programmazione irrigua che certamente ridurrebbe i rischi oggi emersi con la prolungata siccità.

Lo sofferenza della diga Capacciotti, inoltre, ripropone il tema dell’implementazione delle infrastrutture irrigue – conclude Colomba Mongiello – e l’interrogazione mi permetterà di chiedere lumi al ministro sui fondi appostati per la diga di Piano dei Limiti e ancora inutilizzati”.