E’ terminato in parità il campionato mondiale di dama tra il cerignolano Sergio Scarpetta ed il campione uscente, Ron King delle Barbados. Sulla distanza delle ventiquattro partite, lo score finale ha visto due vittorie per parte e venti pareggi: il titolo è rimasto al campione centroamericano (confermatosi per il ventunesimo anno consecutivo), ma lo sfidante esce a testa altissima da questo lungo match. Nella sala convegni dell’hotel Parco delle Rose di San Giovanni Rotondo, dal 16 luglio fino a ieri, la sfida è sempre vissuta sul filo dell’equilibrio: il primo allungo di King alla decima partita, nella quale sembrava avesse posto una seria ipoteca sul titolo, ma il docente ofantino ha pareggiato i conti alla tredicesima. Il campione si riporta in vantaggio alla sedicesima, nuovo recupero alla ventesima; nelle ultime quattro partite Scarpetta prova ad organizzare l’assalto finale, non riuscendo a prevalere sul fortissimo avversario. Per Sergio questa avventura termina con la consapevolezza di poter puntare al titolo in futuro, con l’obiettivo adesso rivolto alle Olimpiadi della mente, in programma a Lille, in Francia, per ottenere il massimo risultato.

7 COMMENTI

  1. Che la redazione promuova una vera e propria gara di partecipazione a sostegno sfegatato del nostro bravissimo ed impareggiabile Scarpetta. E’ bravo….issimo. Ce la fara’ a portare l’oro a casa. E per il nostro campione: hip, hip, hurra’!!!!!!!!!

  2. TE VE’ST , TEVE’ST SCARPETTA , SI STAT BRAV, MA A COD CA S CHIAM KING-KONG LA VIVA MUCCA’L, ALLA PROSSIMA SCARPETTA AUGURI.

  3. bravo!!! ha tenuto testa al ca,pione e non ha proprio nulla da rimproverarsi. Davvero Complimenti.

Comments are closed.