Al termine delle prime due giornate di gare alle Olimpiadi di Londra del 2012, l’Italia ha già messo nel carniere sette medaglie (due ori, tre argenti, due bronzi): un bottino certamente insperato in così poco tempo. Dopo il record di sabato, in cui gli azzurri hanno conquistato cinque podi, registrando un primato mai verificatosi prima, con l’oro nel tiro con l’arco a squadre più l’argento nella pistola 10m di Tesconi e la fantastica tripletta nel fioretto femminile, ieri altri due successi. Il napoletano Diego Occhiuzzi ha vinto l’argento nella sciabola maschile, piegato in finale dall’ungherese Szilagyi; una felice sorpresa proviene invece dal judo femminile, grazie a Rosalba Forciniti: la calabrese ha conquistato il terzo gradino del podio nella categoria 52 kg. Ieri però è stata anche la giornata delle delusioni, in particolare nel nuoto: Federica Pellegrini ha concluso solo al quinto posto nella finale dei 400sl (non la sua distanza preferita, ad onor del vero), mentre Fabio Scozzoli è giunto settimo nell’atto conclusivo dei 100 rana uomini.

Le gare di oggi Le speranze di medaglia nel terzo giorno di competizioni sono riposte in Giulia Quintavalle, campionessa olimpica uscente nella categoria 57 kg di judo femminile. Nel tiro a segno, è in finale Niccolò Campriani nella carabina 1o metri con il miglior punteggio; nel tiro con l’arco impegnati nel singolare la Lionetti ed il fresco campione a squadre Marco Galiazzo tra gli uomini.

La Puglia ai Giochi Sono dieci i rappresentanti pugliesi alle Olimpiadi londinesi: gran parte di essi hanno già gareggiato, come la succitata Pia Carmen Lionetti, arciere di Barletta. Il foggiano Luigi Samele è riserva nella squadra di sciabola maschile nella scherma, non ha invece avuto molta fortuna Eliana Nardelli (di Candela) nel tiro a segno. Luigi Mastrangelo è il centrale titolare nella nazionale di volley, mentre grandi speranze vengono affidate nel tennis, con Flavia Pennetta e Roberta Vinci: la brindisina giocherà il secondo turno del singolare oggi contro la Pironkova ed è impegnata anche nel doppio, in coppia con Francesca Schiavone. La tarantina Vinci, eliminata nel singolare, va in cerca di una medaglia con Sara Errani nel doppio: le ragazze sono al numero uno del ranking mondiale, anche se potrebbero affrontare nei quarti di finale le sorelle Williams, avversarie davvero temibili verso il podio.

1 COMMENTO

Comments are closed.