Nella giornata di ieri, sono arrivate altre due medaglie per l’Italia alle Olimpiadi di Londra: l’oro della squadra femminile di fioretto e l’argento del due di coppia nel canottaggio uomini. Il dream team italiano della scherma, composto da Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo ed Ilaria Salvatori, ha letteralmente sbaragliato le avversarie nella prova a squadre, confermando la tripletta già ottenuta nell’individuale; superata la Gran Bretagna nei quarti e la Francia in semifinale, surclassata la Russia 45-31 in finale. Con il nuovo massimo alloro, la portabandiera di questa edizione olimpica, Valentina Vezzali, diventa la donna italiana con più medaglie a cinque cerchi: sei ori, un argento, due bronzi. «Adesso vorrei prendermi un momento di pausa e pensare alla famiglia, poi ricomincerò a pensare alla scherma con l’obiettivo di arrivare ai Giochi di Rio», il commento della 38enne jesina. Al settimo cielo anche le altre fiorettiste, con la neo campionessa Di Francisca che sottolinea l’unità con le sue compagne, la Errigo a sostenere che seppur favorite, la conquista della vittoria non è stata facile e la Salvatori infine che ringrazia per l’opportunità concessa anche a lei di salire in pedana. Al mattino era giunto l’argento dai canottieri Romano Battisti ed Andrea Sartori, che si sono arresi solo nel due di coppia all’inarrestabile progressione finale della Nuova Zelanda, che rimonta gli azzurri negli ultimi 250 metri. Il bilancio del medagliere italiano ora vede un totale di undici medaglie (quattro ori, cinque argenti, due bronzi). Tra gli altri risultati, buona la prova della barlettana Lionetti nel tiro con l’arco donne, fuori ai quarti contro la messicana Roman, poi vincitrice dell’argento; eliminato nel tennis il doppio femminile Errani-Vinci: la romagnola e la tarantina nulla hanno potuto al cospetto della potenza delle sorelle Venus e Serena Williams, che con il 6-1 6-1 passano alle semifinali.

Le gare di oggi Scende in pedana nella scherma la squadra di sciabola maschile: Montano e Tarantino potrebbero riscattarsi da una gara individuale senza acuti, che ha visto però l’argento di Occhiuzzi nell’individuale. Da seguire nel canottaggio la finale del due senza uomini, mentre torna in lizza nel tiro a segno (carabina a terra 50 metri) il toscano Niccolò Campriani, oro nei dieci metri. Intanto, oggi via alla competizione nell’atletica, dove non mancheranno di certo le emozioni, soprattutto nella grande sfida dei 100 metri uomini.

1 COMMENTO

  1. BRAVE ANZI BRAVISSIME!!!!!!!!!!!!!!

    QUESTO E’ UNO DEI TANTI LAVORI CHE DOVETE FARE!!!!

    E NON ROMPERE LE SCATOLE AD OCCUPARE POSTI DI LAVORO A NOI UOMINI!!!!

    DOVETE FARE SPORT -LAVORI IN CASA E A

    SCIAQUE’ I PA’N……CUME’ NA VO’LT.

    IAM BE’L IAM BE’L IAM BE’L

Comments are closed.