Nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto al gravoso fenomeno di riciclaggio di veicoli rubati, molto diffuso in quest’ambito provinciale, questa Sezione Polizia Stradale, congiuntamente a tutti i Reparti distaccati ha intensificato e posto in essere una serie di controlli su alcune località sensibili situate soprattutto nella zona di Cerignola, territorio in cui questo fenomeno è particolarmente diffuso.

Proprio in occasione di una di queste attività, nella giornata del 08 agosto u.s., una pattuglia del Distaccamento di Cerignola, durante un servizio di controllo del territorio effettuato sulla strada provinciale 77, nei pressi della progressiva chilometrica 23, in agro del comune di Cerignola, all’interno di un sito privato notava la presenza di alcuni teloni di colore verde che celavano oggetti voluminosi la cui presenza, in base all’ubicazione del sito, destava forte sospetti meritevoli di ulteriori verifiche e approfondimenti, per cui effettuavano il controllo del caso procedendo alla rimozione dei teli.

Nella circostanza la pattuglia operante aveva modo di accertare che i teli verdi celavano numerosissimi motori a cambi meccanici appartenenti ad autovetture di varie marche e modelli – di media e grossa cilindrata, tutti di recente costruzione e dal rilevante valore commerciale, che venivano opportunamente inventariati e sequestrati per gli ulteriori accertamenti tecnici del caso.

Poiché gli organi meccanici non erano tutti dotati di elementi identificativi in quanto dolosamente asportati, si ha fondato motivo di ritenere che tutte le componenti sequestrate appartengano, di fatto, a veicoli rubati. Questi elementi potranno sicuramente essere confermate dagli accertamenti tecnici che verranno eseguite da personale specializzato della Squadra P.G. di questa Sezione Polizia Stradale, di cui si fa riserva di dare ulteriori informazioni.

Nella circostanza è stato deferito alla locale A.G. per il reato di cui all’art. 648 e 648 bis C.P. il proprietario del suolo in questione, B.F. di anni 62, di Cerignola.

Sono in corso ulteriori indagini volte a verificare l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti nella vicenda.

Si riporta, qui di seguito, l’elenco dei componenti sequestrati e le riproduzioni fotografiche effettuate in occasione dell’intervento sul materiale sequestrato.

Nr. 2 organi motori e nr. 2 cambi meccanici FORD;

nr. 4 organi motore TOYOTA;

nr. 1 motore RENAULT;

nr. 4 organi motore e nr. 4 cambio gruppo AUDI-VOLKSWAGEN;

nr. 2 organi motore PEUGEOT;

nr. 4 organi motore e nr. 1 cambio meccanico BMW;

nr. 2 organi motore OPEL;

nr. 2 organi motore FIAT;

nr. 1 organo motore CITROEN;

nr. 1 organo motore KIA;

nr. 1 organo motore MASERATI;

nr. 1 organo motore gruppo LANCIA-ALFA;

nr. 2 organi motore SMART;

nr. 1 organo motore MAZDA;

nr. 2 cambi meccanici FERRARI.

Il valore complessivo della merce rinvenuta e sequestrata si aggira sui 50.000,00 euro.

11 COMMENTI

  1. Che dire??? Sempre le solite parole di rito… “il lupo perde il pelo ma non il vizio” (il cerignolano).
    Complimenti alle forze dell’ordine.

  2. Ma per quale motivo non scrivono il nome completo e non fanno vedere le foto cosi’ vediamo e sappiamo chi sono e li scanziamo

  3. Avvolte, mi è veramente difficile capire.
    Questo tipo di attività secondo voi a cosa porta????
    Questa attività è esattamente l’anticamera della Magagna!!!!!
    Tutti ma dico tutti, compresi personaggi in divisa, bene o male ci siamo recati in una autodemolizione, per far cosa ?? comprare tramezzini o panini???
    Per acquistare pezzi che arrivano dal cielo!!!!!
    Gli addetti ai lavori, e mi riferisco ai signori che decidono dall’alto, devono regolarizzare e riorganizzare un po’ tutto ciò che diventa automaticamente l’anticamera di tutti i mali.
    Esistono determinate attività, create apposta per incentivare la delinquenza, e far scattare la macchina infernale.
    Altrimenti Preture, avvocati e tante altre attività non esisterebbero, vi pare?????? Questa è la vita!!!! Siamo dei semplici burattini, nelle mani di squali, macchine quasi perfette.

  4. Le notizie di cerignola le scrivono mizz mizz e sempre con le iniziali dei nomi e senza foto, mentre se si tratta di rumeni ecc ecc mettono nome cognome e paternità e 3/4 foto… Siete senza pall.!!

  5. cavolo chiedete se hanno il d’avanti della clio ultimo tipo, mi serve il paraurti con fanali e cofano e i 2 parafanghi laterali e nel prezzo se mi da anche il copri motore di sotto, forza cerignola che devo aggiustare la macchina(scherzo)
    Adesso vi dico una cosa seria, ma riguarda tutti, non solo me, se vogliamo blokkare questo riciclaggio di auto e semplice, ma riguarda tutta la popolazione di cerignola, basta non andare ad acquistare piu’ pezzi usati, ma con questa crisi a tutti noi fa comodo, e allora siamo tutti delinquenti, perche’ tutti sappiamo la provenienza dei pezzi quando andiamo ad acquistare, Ragazzi chi di voi non e andato almeno una volta ad acquitare uno sportello ho un paraurti allo sfascio che magari lo avete trovato anche a colore e’ avete risparmiato anche la verniciatura, adesso i commenti saranno io no, tanto non ci credo. io ho acquistato 2 sportelli alla mia clio ed erano anche a colore con soli 100 euro, e’ 70 a montarli adesso ho di nuovo l’auto presentabile, e’ vi sto parlando da buon cittadino, ma quando li ho acquistati non mi sono chiesto che provenienza avevano ma non gli e lo nemmeno chiesto, per me conveniva e’ ho fatto l’affare. adesso mi criticate, ma se la polizia davvero vuole scoprire veramente se i pezzi nei sfascia carrozze sono di provenienza illecita e’ facile, anche se loro tolgono i codici da vicino ai pezzi, basta prendere i registri e’ vedere quante auto hanno comprato per modello,perche’ il sistema e’ facile (es) uno sfascio acquista un audi a3 cioe’ dichiarata poi ne acquista 10 rubate e’ smonta i pezzi e’ la prima cosa che fa sparire e’ il motore perche’ porta i numeri non lo butta ma lo mette in qualche altro posto perche’ se va un controllo riescono a risalire a quel’auto.ma non si sono mai chiesti che se sulle carte c’e’ registrata un audi a 3 perche ci sono 30 sportelli di quella macchina anche di colore diverso, allora che loro ogni tanto fanno vedere alla popolazione che sono presenti, ma in realta’ e’ un ipotesi che ce qualche poliziotto che li fa comodo chiudere un okkio,vuol dire che mangiano anche loro,
    come parecchi meccanici di cerignola che sono abusivi e non pagano le tasse, ce ne uno al primo ponte di cerignola campagnia che e’ un drogato esercita senza licenza ed e’ stato arrestato parecchie volte ma nessuno lo fa chiudere, e la polizia lo sa che eserciata il meccnico, mentre io che pago le tasse mi fecero il controllo dell’olio bruciato e non stavo in regola al 100 per 100 mi fecero un verbale, mentre a quello che lo butta nei campi non gli cagano nemmeno il cavolo, ma se l’esempio del cittadino e la polizia,noi dovremmo prendere e sempio da loro, poliziotti fate bene il vostro lavoro se no’ diventate una barzelletta, e poi vi vediamo su mudu’,scusate ma mi sono sfogato

  6. Giorgio, hai ragioni da vendere, grazie per meglio aver fatto comprendere che è la volontà di vivere decentemente che manca, come con questa crisi, anche, spesso, la possibilità, specie per chi da vivere si trova relegato a sopravvivere. Comunque, se vi può consolare (ma ci dovrebbe allarmare) se venite a Torino a Porta Palazzo, la domenica mattina, trovate le ruote delle biciclette che giacciono senza, legate ai pali in città. Le soluzioni ci sono, moltissime ed efficaci e non sono certo il gruppo di alpini col manganello, poliziotti, vigili, carabinieri che tutti assieme, stanno a 20 mt. disinteressandosi di tutto, fuorchè della collega in divisa, se carina. Eleggendo ladri, ci troviamo inutili e finte leggi e corriamo verso la prossima grande guerra dei poveri, nella quale i ricchi continueranno a guadagnare. Cambiare noi stessi è molto più difficile che imporre qualsiasim cosa agli altri, sempre agli altri… ma continuiamo a provarci…

Comments are closed.