I relatori della conferenza Ayurveda, un ponte tra Oriente e Occidente nella sala convegni delle Terme di Margherita di Savoia.
I relatori della conferenza Ayurveda, un ponte tra Oriente e Occidente nella sala convegni delle Terme di Margherita di Savoia.

Ayurveda, un ponte tra Oriente e Occidente. A promuovere, attraverso l’antica arte dell’Ayurveda, il legame tra le opposte e lontanissime parti del mondo, è l’associazione cerignolana Kama, scuola di arti e discipline olistiche per la salute di Brigida Russo.
L’Ayurveda intesa come scienza di vita è stato il tema della conferenza tenutasi ieri nella sala convegni delle Terme di Margherita di Savoia.
Scopo dell’incontro, l’introduzione ad un corso per operatori ayurvedici della durata di 120 ore suddivise in due settimane (dal 3 al 10 e dall’11 al 18 settembre prossimi), che si svolgerà presso la SPA del centro termale margheritano.
Presenti alla conferenza il dottor Ermanno Rossitti, responsabile nazionale settore DBN-DOS, discipline bio naturali e olistiche per la salute dell’ASI (Alleanza Sportiva Italiana), il prof. Diego Navarro, medico specialista in Radiologia, presidente della SMA Italia (Società Medica Ayurvedica), il prof. Antonio Battista, Direttore Medico del Presidio Ospedaliero, Ospedali Riuniti di Foggia. Ad illustrare gli aspetti professionali della professione di operatore ayurvedico, Ida Cagno, direttore tecnico ASI-DBN DOS e presidente della Accademia Discipline Bionaturali- Samadhi.
Oltre un miliardo e duecento mila persone nel mondo utilizzano questa antica arte della salute sia come cura che come stile di vita, solo in Italia, ogni anno, dieci milioni di italiani ricorrono a questo tipo di cure. I numeri in continua crescita, frutto di una risposta positiva da parte degli utenti sta spingendo sistema sanitario nazionale a valutare l’idea di affiancare alla medicina tradizionale altre forme di medicina complementare, la cosiddetta ‘medicina alternativa’.
«L’ayurveda erroneamente viene identificata con la ‘medicina indiana’ – spiega Brigida Russo, responsabile formazione dell’associazione Kama – ; essa è molto di più, in quanto prende in considerazione l’uomo nel suo insieme di corpo, mente e spirito. Il termine Ayurveda è formato da due parole: ayus (vita) e veda (conoscenza). Può essere infatti definita ‘la scienza della lunga vita’. Il corso che proponiamo racchiude un percorso di conoscenza che è a prescindere dal massaggio che insegneremo. Il corso avrà il compito di affiancare alla pura tecnica una conoscenza della vita. L’Associazione Kama avrà inoltre l’onore di ospitare tra i docenti il dottor Vaidya Swami Nath Mishra, uno dei più noti medici ayurvedici indiani operanti in Italia, esperto in diagnosi del polso. Concludo ringraziando tutti coloro che hanno partecipato alla conferenza e il sindaco Antonio Giannatempo, intervenuto con la sua presenza a sostegno della nostra iniziativa».

  • Io

    Una ricerca approfondita, anche solo su internet, in merito ai pro e ai contro della pratiche ayurvediche, specialmente riguardo alle loro origini a al loro “funzionamento”, potrà essere utile a tutti per farsi un’idea personale al riguardo.
    In particolare, specialmente a chi crede (ma non solo), consiglio di approfondire il punto di vista della Chiesa.

  • teresa eduardo pedone

    Questo commento stronca il mio precedente entusiasmo per la notizia!
    Daccordo, leggerò quanto consigliato, ma senza farmi indottrinare da niente e da nessuno 🙂 !

  • Io

    Cara Teresa, ti consiglio in particolare questo link

    http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli/pericoli_medicina_alternativa.htm

    E’ lungo, lo so, ma penso possa essere interessante leggere anche solo la testimonianza ivi riportata del medico che praticava anche la dottrina in oggetto.

    Sicuramente trarrai le tue conclusioni senza alcun indotrinamnto, proprio come vuoi tu. 😉