IdV
IdV

Pubblichiamo di seguito una nota dell’IdV Cerignola, dal titolo “Anarchia Automobilistica”. Ecco il documento completo.

E’ possibile che continui l’anarchia automobilistica nelle vie di Cerignola? Tutti i giorni vi sono macchine in divieto di sosta e i Vigili che devono sanzionare chi è in divieto perché non  lo fanno? Perché tutto questo è permesso? Ai turisti questo non fa certo una bella impressione! Poi ci lamentiamo se non viene nessuno! Che senso ha mettere i cartelli  di sosta vietata 0-24 se poi chi deve fare le multe non le fa? Allora risparmiamo! Non mettiamo più i cartelli e lasciamo che chiunque parcheggi in ogni dove! E’ inutile che poi arrivino i Vigili per  far spostare auto e motorini! Questo è sbagliato; bisogna sanzionare subito chi è in divieto perché i cartelli parlano di divieto di fermata: dunque a rigor di logica chi solo si ferma per far scendere una persona dovrebbe essere multato, figurarsi poi chi si ferma per delle ore intralciando la strada. Se queste persone prendessero una multa al giorno, probabilmente dopo un po’ imparerebbero a parcheggiare dove è consentito. E’ più grave intralciare la strada dove si rischia di fare incidenti che parcheggiare nelle zone blu senza ticket o con ticket scaduto, dunque che i Vigili facciano le multe seguendo un po’ di logica, la sicurezza di tutti è più importante che battere cassa con i ticket parcheggio! In parecchie strade le auto vengono parcheggiate in curva o sugli angoli degli incroci intralciando la circolazione. La situazione è la stessa da molti anni senza che nessuno che ne sia preposto si prenda la briga di fermarsi e fare multe a chi è in divieto. Ci sono difficoltà a gestire la macchina Comunale? Contro la brutta abitudine, ancora molto diffusa, di lasciare l’auto in divieto di sosta, il comandante della Polizia Municipale faccia qualcosa! Cominciamo con la sosta sul marciapiede e le auto in sosta non regolamentare. Tale situazione  è incompatibile con il decoro urbano. La presenza di automobili sul marciapiede è un ostacolo ed un pericolo per la circolazione pedonale, specie per i bambini, le mamme con i carrozzini e i portatori di handicap.                                                                                                                                                                       Lungo Viale USA – Viale Maria Santissima Ausiliatrice – Via Borsellino – Viale di Ponente vige il regime di divieto di sosta per le 24 ore. Questa disposizione è periodicamente violata durante la giornata ma, soprattutto nelle ore notturne. Alcuni automezzi sostano sui Viali per tutta la notte fino alla mattina successiva. Tale sosta non autorizzata intralcia le operazioni di carico e scarico delle merci che si realizzano nelle prime ore della giornata ed impediscono la regolare pulizia di quei tratti di strada che, alla fine, sembrano delle vere discariche. Che immagine diamo a chi è di passaggio? Il Partito dell’Italia dei Valori chiede di sapere se siano state impartite, o se s’intenda impartire, disposizioni agli agenti di Polizia Municipale per il rispetto del divieto di sosta, al fine di non ostacolare la circolazione stradale e le attività commerciali.

  • Saviotore

    La nota dell’Idv, prima che agli agenti di polizia municipale e, quindi al capitano dei vv.uu., andrebbe indirizzata al sindaco che ne e’ il diretto responsabile in quanto primo cittadino. Questa non e’ una citta’ per persone per bene. Basta leggere il primo post sull’argomento per capire come siamo messi male. Questa incresciosa situazione di malcostume non e’ mai stata affrontata e risolta perche’ il disinteresse(o menefreghismo)alberga in chi dovrebbe per primo rispettare leggi ed ordinanze. Se il governo dell’ente locale non si interessa delle casse comunali(vedi Gema, etc)figurarsi se deve impelagarsi alla risoluzione dei divieti di sosta. Bisognerebbe, a questo punto, porsi una domanda: perche’ gli agenti di pm, pur notando da sempre le auto in divieto di sosta e non solo, non spiccano sanzione alcuna? Non e’ un mistero. La risposta sta in una parolina magica: quieto vivere(?).

  • OMEN

    La verità è altra? No! Bisogna che qualche volta si rendono pratici ed operativi i regolamenti CDS. In altre Repubbliche Bari, Foggia, Trani, Ancona, Milano, Roma, Orbetello, Maiori, Minori, Candida etc. etc. Quando un mezzo di trasporto viene “annotato con irregolarità al codice della strada” si lascia un biglietto di informazione, sul quale viene indicato che lo stesso è stato segnalato, per rendere più snello e meno costoso l’iter della sanzione, si invita il “responsabile” presso ilo Comando Municipale con i relativi documenti, si effettua un controllo…………….
    Molto meglio della multa che giunge “alla sagres”.
    Una infrazione è un atto di inciviltà, perchè non si deve avere il “coraggio” di contestarlo al trasgressore?

  • marshall

    qui non e’ colpa dei vigili o del comandante ma del buon senso e rispetto delle leggi.La colpa e’ del governo che taglia fondi ai comuni e alla sicurezza.un comune come il nostro di 60.000 abitanti e come territorio 3° agro piu’ grande d’italia dovrebbe avere piu’ impiego di unita’ di polizia,carabinieri e vigili etc…non prendiamocela sempre con le forze dell’ordine ma con chi ci governa e con noi che ma dovremmo iniziare a rispettarle di piu’ le regole.io per primo a cerignola la cintura non la metto se vado fuori la metto.Io penso che non sia normale!!!

  • Cittadino Obiettivo

    Per marshall: Ma perchè dici che non è colpa dei Vigili? ma le multe, le puoi fare tu o io?, non credo, e poi sai quante volte mi è capitato di passare per queste strade ad intenso traffico automobilistico, che il più delle volte si crea proprio grazie ai tanti incivili che parcheggiano come e quando vogliono nelle sudette strade in ambedue i lati, con divieto 0-24 da un lato, e sapessi quante volte mi è capitato di incrociarmi sempre nelle suddette strade con volanti dei Vigili Urbani, Polizia di P.S. Carabinieri, Guardia di Finanza, e nessuna di queste pattuglie si è mai degnata di fermarsi e far rispettare il divieto di sosta 0-24. La verità e che qui a Cerignola molti si rassegnano alla indisciplina totale, grazie ai tanti organi preposti a far rispettare le regole, che non fanno il loro santo dovere. E’ uno schifo totale, abbiamo toccato il top dell’inciviltà, della maleducazione civile e stradale, oltre a tante altre cose che non funzionano, e che non intendo elencarle perchè sono al di fuori dell’argomento in questione.
    E’ ora che le forze dell’ordine, e la politica ci facciano sapere se dobbiamo essere noi cittadini a far rispettare la segnaletica del divieto di sosta, e quindi a far rispettare le regole facendo da uomini della giustizia, o dobbiamo fare i giustizieri? che ce lo facciano sapere, perchè abbiamo toccato un livello di invivibilità tale che anche alle cosidette persone civili e perbene la pazienza è terminata. Nella speranza che da subito si faccia qualcosa su questo problema, altrimenti prima o poi, a qualcuno può andare in escandescenza il cervello, e con esso la pazienza ormai esaurita, e potrebbe succedere qualcosa di brutto, e prima che sia troppo tardi, lo esigono tutti i cittadini corretti e civili, se ci siete battete un colpo.

  • Monica

    Condivido quanto detto dal Cittadino Obiettivo, ed aggiungo che grazie al Comandante dei Vigili Urbani, con la sua famosa intervista su STRISCIA LA NOTIZIA, non ha fatto altro che far capire, agli indisciplinati che girano motorizzati per Cerignola, grandi e piccoli, uomini e donne, che tanto la si può far comunque franca, bellissimo messaggio per tutti gli incivili e maleducati della strada, andrebbe rimosso quanto prima, perchè se un comandante, non è capace di far rispettare le più elementari regole civili, che cambi mestiere, c’è bisogno di gente col polso, e lui si è dimostrato il contrario in questi anni del suo mandato. Ma non ci sono persone in giro per l’Italia, che possano sostituirlo, facendo in modo che si riporti un pò di rispetto per le regole della strada? Se e quando questa amministrazione Giannatempo lo troverà, allora ricominceremo a rivivere. Poi con tutti questi stranieri che non sanno, o fanno finta di non sapere cosa sia il rispetto delle regole o leggi civili e democratiche, allora il quadretto è completato, manco se di grossi problemi noi a Cerignola non ne avevamo, questi ci hanno finito di sistemarci nel peggiore dei modi, che li mandino a casa se non hanno un lavoro, altrimenti un giorno ce li ritroveremo dentro le nostre case a rubare, e magari finiti AMMAZZATI, se non hanno reddito VIAAAAAA dalle scatole, abbiamo i nostri figli grandi ormai senza lavoro, VIAAAAAA dalle scatole, stì zingari, nomadi, che non hanno nè arte nè parte, e chi li difende è il vero razzista, oppure ha degli interessi personali.

  • CHE TE LO DICO A FA’

    Int’à Cerignol non se pot camminè cchiù, in t’à cchid stratl pou, non nè parlom proprio, è nà schifezz totol, ma che i pagom a ffè sti vigil, a che ce servon tant pur cha vedn i macn a diviot de sost, non se ne fregan nint, a stù punt e meghiè cà non ce stann, ammacor non i pagom,e sparagnam de pagarl ù stipendio. Facasser qualche cos i carabnir, vist ca i vigil non fann manc nà mult, int’à cchid stratl, ca pò sò circunvallazzion, e s’avessa caminè cchiù veloc, invece, se camin cume i tartarughe, ma che scifezz de paies.

  • ciro caggiani

    Monica condivido pienamente la tua prima parte, la seconda sugli extracomunitari non vedo cosa centri con l’argomento in questione. Quando vidi il servizio di Striscia, la prima cosa che pensai è che il Comandante dei Vigili non sapesse nemmeno cosa stesse dicendo. E’ una mia opinione, francamente non ho capito ancora di cosa sarebbe Comandante, visto che ogni giorno riesco ancora a stupirmi per ciò che vedo in giro per le nostre strade. Non voglio elencare episodi, li vediamo tutti, siamo arrivati al punto che qualsiasi muratore per comodità sua blocca una strada con una striscetta di nastro per i propri comodi lavorativi. Secondo me la colpa è di tutti, non solo dei vigili, è uno scaricabarile totale, ognuno da la colpa ad altri, è un po come rispondere se è nato prima l’uovo o la gallina. Non vedo soluzioni.

  • Gaetano

    Se ne sono accorti addirittura i politici che non si può camminare più a Cerignola? Io vedo macchine parcheggiate sui marciapiedi tutte le sere! Nonostante le corsie di parcheggio siano COMPLETAMENTE LIBERE. A Cerignola la gente si sente in diritto di poter parcheggiare su marciapiedi come se fossero il proprio parcheggio personale. In pieno Centro! E ogni volta che passa una pattuglia cosa fa? NULLA. Basterebbe SEMPLICEMENTE fare multe e rimuovere auto. PUNTO. Vai a Margherita di Savoia e lascia la macchina in divieto di sosta.. Vedi cosa succede! La civiltà e il senso di educazione lo si ottiene quando cominci a vedere la tua macchina rimossa perchè parcheggiata davanti a un portone di un abitazione!

  • Cittadino Obiettivo Voglioso di GIUSTIZIA

    Ma in Via Maria Santissima Ausiliatrice, come in Via USA o URSS, in Viale di PONENTE, Viale di LEVANTE, non è possibile che tutti i giorni si crea ingorgo di macchine , camion, autobus, con tanti problemi alla viabilità, e, le liti che in alcuni casi finiscono alle mani, non è possibile, ma le forze dell’ordine, che pur sapendo e vedendo situazioni del genere dove sono? cosa fanno?, il 27 di ogni mese però, sono sempre presenti alle casse per riscuotere lo stipendio, ma perchè non si fanno rispettare i divieti di sosta? Con questo menefreghismo, e Lassismo totale, non si và da nessuna parte. Bisogna FAR RISPETTARE LE LEGGI E LA SEGNALETICA, con i metodi BUONI O CATTIVI, e se non ci riuscite, abbiate il coraggio di dirlo a tutti quei cittadini di Cerignola, che nonostante tutto, si sforzano di rispettare ancora le leggi e la segnaletica, ma di questo passo, non credo durerà a lungo, nel senso che anche loro cominceranno a non rispettare più le regole, e poi, ci ammazzeremo?
    Diamoci una mossa, sopratutto per gli indisciplinati, prepotenti, incivili, e strafottenti. BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!NON NE POSSIAMO PIU’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!FATE QUALCOSA DI CONCRETO E DURATURO!!!!!!!!!!!!!!!!LE LEGGI CI SONO, SI DEVONO SOLO FAR RISPETTARE ED APPLCARE::::::::::::::::::::::::::::::…….

  • MONICA

    Carissimo cittadino obiettivo voglioso di giustizia, condivido il tuo commento, chi non vuole più ordine e rispetto per le regole stradali, civili, ma se non cambia innanzitutto, l’uomo con le sue cattive usanze, le forze dell’ordine, possono fare quel che possono, il resto dipende dalla persona se corretta o scorretta, certo c’è bisogno di un controllo più costante nel tempo, e a mio avviso più severo, perchè con certi maleducati l’unico mezzo idoneo è scrivere multe, e poi sempre multe,sequestro del mezzo, fino a quando non diventà normale il fatto che i segnali stradali si rispettano, come normale che sia, anch’io attendo con trepidazione, che tutto questo un giorno termini, con il risultato per una vita migliore, nel pieno rispetto delle regole, BUONA GIORNATA!!! CHMBA’