Rino Pezzano
Rino Pezzano

Pubblichiamo di seguito una nota del Consigliere Provinciale Pd, Rino Pezzano, sulla questione Amica Spa e sulla gestione del comparto rifiuti in Capitanata. Ecco il documento completo.

Ora che l’emergenza occupazionale e ambientale provocata dal fallimento della società foggiana AMICA SpA è arrivata sul tavolo della Regione Puglia tutti possono comprendere con quale irresponsabilità e sciatteria sia stata affrontata l’intera vicenda dai vertici dell’Amministrazione comunale di Cerignola e del consorzio di bacino ATO FG4.

Inseguendo chissà quale obiettivo, il sindaco Antonio Giannatempo e il vice sindaco Roberto Ruocco hanno cercato di far passare una complessa procedura autorizzativa ed un articolato progetto industriale come un banale contratto di fitto.

Al contrario, Michele Emiliano ha impegnato i vertici dell’AMIU in un’approfondita analisi tecnico-gestionale e, in parallelo, condiviso con le organizzazioni sindacali la strategia da attuare per garantire il servizio pur in un contesto aziendale molto difficile senza alterare gli equilibri organizzativi e finanziari dell’AMIU.

E’ bene che gli amministratori cerignolani tornino a concentrarsi sul futuro di SIA, la società operativa del consorzio, i cui conti sono strutturalmente in rosso e il servizio non brilla certo per efficienza ed efficacia; particolarmente per la differenziata, stabilmente al di sotto del 10% da anni. A questo proposito, si aspetta ancora di capire se le dimissioni dell’amministratore unico sono state ritirate o sono ancora sul tavolo del presidente del consorzio come tutti i problemi irrisolti da anni.

L’auspicio è che il presidente Nichi Vendola e l’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente Lorenzo Nicastro si approccino a questo problema con la dovuta e sollecita attenzione al destino di 370 lavoratori ed alle esigenze di oltre 150.000 cittadini del capoluogo. Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli sta compiendo un sforzo enorme nel tentativo di riorganizzare e razionalizzare il servizio, che necessita del sostegno operativo e concreto delle istituzioni coinvolte nelle procedure a partire proprio dalla Regione Puglia.

  • ognuno pianga i suoi mali

  • SIMPSON OMEN

    Una grande prova d’orgoglio quella del Consigliere Provinciale, che fino a due anni fa sedeva esattamente dove stanno oggi gli antagonisti, c’è qualche elezione in vista?
    Rivolgersi al Presidentissimo che attualmente “naviga” a tre corsie, con il terrore che qualcuno gli impedisca la scalata facilissima delle primarie, considerando che gli altri “concorrenti” sono già poca cosa.ma il pericolo per noi italiani è rappresentato dalla “scandalosa ipotesi di un Monti Bis”. Alcuni politici SPALLATI hanno già ventilato una proposta in tal senso, senza tenere conto della volontà degli elettori, i quali a loro dire sono coloro che esprimono con il consenso la “volontà popolare” che qualche furbone vuole evitare.
    ALFANO, BERSANI, CASINI, con tutta la Corte dei Miracoli dai quali sono circondati devono comprendere che il popolo può esprimere in piena autonomia un Candidato, anche senza la loro indicazione, quindi è arrivato il momento di farsi da parte.
    I RE, I SOMMI, LE AUTORITA’ COSTITUITE, GLI ILLUMINATI, GLI OPPORTUNISTI, si sono nominati da loro, tanto che molti di loro al mattino quando si alzano volgendo uno sguardo al cielo verso il sole sono stati intercettati che esclamavano ad alta voce rivolti allo stesso:
    “TU ED IO SIAMO SOLI”.
    Quindi per i problemi di Amica S.p.A. e tutto quello che ci sta intorno questo immondezzaio, al momento: rifiutiamoci!!!!!!!!!!!!