Lo scorso 31 agosto su codesta testata giornalistica pubblicavamo un comunicato stampa del Movimento Politico La Cicogna a firma Franco Metta. Fulcro tematico dello scritto era la questione dei lavoratori della Coop. San Francesco, ovvero la liquidazione dei pagamenti per gli stessi. Oggi il dott. Adriano Saracino, dirigente dei servizi finanziari del Comune di Cerignola replica, dicendo la sua, a Metta. Di seguito la nota di Saracino.

Mi vedo costretto nuovamente ad intervenire sulle illazioni e strumentalizzazioni del consigliere Metta sulla questione che vede coinvolto il sottoscritto e i lavoratori della Coop. S. Francesco d’Assisi. Non ho mai né con il Sindaco né con la Giunta utilizzato i termini indicati dal consigliere Metta. Sarebbe curioso invece conoscere quale sia la sua fonte visto che purtroppo LUI non era presente in Giunta.

L’incontro con i lavoratori della Coop. S. Francesco d’Assisi ha avuto livelli molto accesi e pesanti nella fase iniziale, che logicamente non è stata ripresa, e l’uso strumentale di un video non mitiga assolutamente la forte tensione che si è venuta a creare su un pianerottolo del Comune di Cerignola come si nota nello stesso filmato.

E’ evidente, tra l’altro, che se qualcuno pensa di poter leggere nella mente delle persone ed interpretare i pensieri altrui forse ha sbagliato mestiere perché il sottoscritto, nell’incontro avuto con i lavoratori, si è riferito esclusivamente a chi parla senza cognizione di causa e artatamente  fomenta e aizza (come è visibile dal filmato) i lavoratori contro il sottoscritto e l’Amministrazione.

Le decisioni del Sindaco e gli atti adottati saranno gli unici testimoni della ennesima strumentalizzazione.

f.to  dott. Adriano Saracino

  • Rita

    “Lo scorso 31 agosto su codesta testata giornalistica pubblicavamo un comunicato stampa del Movimento Politico La Cicogna a firma Franco Metta.”
    Come aggettivo dimostrativo, poichè “codesto” (-a, -i, -e) indica qualcuno o qualcosa vicino a chi ascolta, meglio sarebbe stato dire “questa testata giornalistica”, che invece indica qualcuno o qualcosa vicino a chi parla.
    La testata giornalistica è vostra o di chi vi legge??
    L’italiano, quale materia oscura………:D

    • il professore di vesuviano

      RITA=10 REDAZIONE=0

    • Redazione

      In riferimento allo spazio:
      questo (-a, -i, -e) indica qualcuno o qualcosa vicino a chi parla: es. Ho letto questo libro;
      codesto (-a, -i, -e) indica qualcuno o qualcosa vicino a chi ascolta: es. Mi passi codesta tazza?;
      quello (-a, quei, quelle) indica qualcuno o qualcosa lontano da chi parla e da chi ascolta: es. Guarda quell’aquila che plana nell’azzurro. (FONTE WIKIPEDIA)
      Precisato ciò, siamo qui a dirle che, anche se non troppo usato rispetto a questo e quello, il codesto fa parte della lingua italiana, e non è affatto usato in modo errato nell’articolo. Infatti, codesta è riferito alla testata, e non ai due personaggi o alle loro note. Detto ciò noi siamo aperti a ogni forma di critica costruttiva, perché siamo umani e possiamo sbagliare. Non siamo saccenti, noi, né pretendiamo di essere professori di lingua italiana.
      Ergo, la sostanza del pezzo non cambia, sia col codesta che col questa.
      Grazie per la sua lezione, ci mandi il suo onorario per posta… magari lì riuscirà a mettere, alla voce mittente, nome e cognome veri!
      Buona giornata, Redazione

  • Rita

    la sostanza non cambia nemmeno usando “quella”………nessuna lezione, spiace vedere che la lingua è poco conosciuta anche da chi dovrebbe conoscerla per mestiere.

    • Redazione

      Meglio così, ci fa enormemente piacere constatare la sua pacatezza, ora. Purtroppo, e forse ci siamo sbagliati, abbiamo ritenuto che ci fosse una ‘velata’ polemica nel suo precedente commento. Se così non è, ci scusiamo. Purtroppo, ribadiamo ancora una volta, un errore (se così vogliamo chiamarlo) può capitare a tutti, anche a chi mastica giornalmente la grammatica.
      Buona navigazione e grazie per la sua precisazione…
      Redazione

  • maros

    Resta il fatto che la politica è una gran porcata.
    Utilizzare riprese fatte furtivamente dimostra quanto siamo caduti in basso.
    L’Avv. Metta se vuole essere eletto Sindaco di Cerignola deve alzare il suo livello altrimenti lo voteranno in pochi.
    Le elezioni si avvicinano e purtroppo nel ns. paese non se ne salva uno.

  • Michele Biancardi

    IL galateo invece consiglia che qualora si voglia far notare un errore ,bisognerebbe chiamare il soggetto interessato in disparte.
    Ostentare la propria ”cultura”è molto più riprovevole di un banale errore linguistico.
    saluti

  • Michele Lapollo

    i lavoratori della coop. s. francesco d’assisi sono persone corrette,oneste e laboriose. Al contrario di saracino non hanno avvocati ne amministratori pubblici che lo difendono. La Provvidenza non ci ha mai abbandonato in questi 16 anni di cooperazione sociale. La vertenza nei confronti del comune di cerignola era stata anticipata al prefetto di foggia e ai sindacati provinciali. Ed è sembrato strano fin dal primo momento il rifiuto di saracino di presentarsi in giunta il 30 agosto. Questo è uno stralcio di lettera del 20 luglio prot.215/ml..che ho inviato al Comune e a saracino “…mi dovrei complimentare con Voi dell’”accanimento” e controllo sull’esecuzione dei servizi e lavori che le aziende forniscono al Comune, qualora lo stesso scrupoloso controllo fosse stato fatto anche nei confronti della società Gema….”…Mi vergogno come cittadino e imprenditore di essere governato da dirigenti pubblici dilettanti…non ci resta che pregare..Signore liberaci dal maligno.

  • neutro

    Saracino ha colto nel segno a quanto pare. Ma le cooperative non hanno scopo mutualistico? Perché Lappollo si appella imprenditore?

    • toni

      il problema è proprio questo, invito il sig. Saracino a dare una risposta a questo xxxxximprenditore dell’ultima ora

  • Alfredo

    Dott. Saracino se durante l’incontro con i lavoratori sono emersi elementi di reato lei, in qualità di pubblico ufficiale, ha l’obbligo di denunciarlo alla Magistratura penale.
    Quindi, s’è stato minacciato, denunci, altrimenti, è un “chiacchierone”!!!
    Ho visto il video, non c’è stato un attimo in cui ho temuto il peggio per la sua incolumità. Fosse successo a Foggia, di un dirigente come lei che non passa gli stipendi (ma che percepisce i bonus), non sarebbero rimasti neanche gli occhiali xxxxxxxx…
    Non esageri, xxxxxx…

  • Livio

    Caro Antonio, caro Sindaco, amichevolmente ti dico che, al posto tuo, se uno come Saracino, un Dirigente della “MIA” amministrazione, in pubblico, si fosse permesso il lusso di additarmi come uno che “parla, parla”…Dopo circa 6/7 minuti, con una pedata, stava già a “ruzzolare” tutta la scalinata del Comune.
    Apri gli occhi!

  • Lucrezia

    Oltre ai politicanti locali che si sono dati alla politica (la maggior parte,non tutti) solo per interessi personali e degli amici che poi li votano,dicevo che oltre ai politicanti,bisognerebbe fare un pò di pulizia di dirigenti ai quali bisogna associare la parola MERITOCRAZIA..Coloro che hanno poi uno o più conflitti di interesse,NON DOVREBBERO mettere piede nel Comune e se ci sono entrati e siedono su qualche poltrona nella stanza dei bottoni,dovrebbero essere trasparenti in tutte le loro azioni e se necessario togliere il disturbo se non sono al’altezza della situazione. Per quanto riguarda il Signor Metta,direi che è il Grillo della situazione,dà fastidio e sta calpestando i piedi di chi pensava di essere indenne nei loro sporchi affari.Quello che dice non sono cazzate,mi sembra che dica la verità documentata,se poi la verità fa male a qualcuno…è un’altra storia…Alle prossime elezioni sicuramente andrà al ballottaggio(cosa che non gli è riuscita per poco alle ultime elezioni),vedremo che cosa saprà fare con la sua squadra..sicuramente meglio di quella attuale,provate a fare un sondaggio alla popolazione chiedendo se sono contenti della Giunta Giannatempo….ahahahahah sarebbe bello saperlo..(anche se loro lo sanno..lo sanno!) a casa SUBITO…e VERGOGNATEVI del Vs operato incompetente e fatto da persone incompetenti.

  • la resa dei conti si avvicina!!!!!

    Brava Lucrezia, io spero che il popolo di Cerignola, apra gli occhi e la prossima non si faccia prendere per il culo l’ennesima volta, quindi i vari Giannatempo, Valentino, etc…..pdl e pd insieme, ……….non si presentassero alle prossime elezioni perchè non gli crede più nessuno………….ci hanno rotto a tutti i c….i!!!!! che levatura politica questi soggetti…..si del nulla.!!!!!!…………scetaven a fatghei!!!!!!!

    • enzo

      la resa dei conti è ancora molto lontana, ci vorranno ancora anni forse 2 e 1/2 e sicuramente non verrà quello che pensi tu, che sei un povero illuso

  • Pidiellina

    Dott.Saracino tutto qui?..Lei contesta il clima di tensione che si è creato con i lavoratori durante l’incontro..
    Vogliamo sapere altro..capiamo che chi non riceve il compenso per il proprio lavoro e si ritrova in difficili condizioni,certo non potava venire a ringraziarla!!
    Cosa ci dice invece per le altre questioni sollevate a cui non ha risposto?!!..
    Del video poco ci importa..sono altre le risposte che vogliamo sapere!..
    Quindi”riapparga”con qualcosa di più sensato!!
    Grazie.

  • Pidiellina

    Dott.Saracino,sbagliare è umano,perseverare è diabolico e Lei sta dimostrando di commettere troppi errori in nostro danno.
    Si faccia da parte.

  • ciro caggiani

    Rita quello/a è sbagliato, non è la stessa cosa. Questo/a e codesto/a si differenziano tra loro per il modo più arcaico dell’uso della lingua. Tecnicamente si potrebbero differenziare i due aggettivi, solo nel caso in cui si parla o si ascolta. Qui si legge o si scrive, non è la stessa cosa, quindi tutto il tuo discorso non serve a nulla. E’ basato su indicazioni della grammatica italiana, antecedenti l’uso della telematica. Sii più moderna. Segui piuttosto l’ottimo consiglio di Michele Biancardi, il quale seppur Juventino ha scritto una cosa saggia.

    • Rita

      E’ chiaro che “quello” è sbagliato…la mia era solo ironia, una iperbole per sottolineare che la “scusa” trovata dalla Redazione (la sostanziale equivalenza tra questo e codesto) non era assolutamente pertinente. Non condivido la differenza “Tecnicamente si potrebbero differenziare i due aggettivi, solo nel caso in cui si parla o si ascolta. Qui si legge o si scrive, non è la stessa cosa”: quando si scrive le regole grammaticali non sono diverse da quando si parla! La modernità non riguarda certo l’uso della lingua, che non mi pare cambiato: se essere arcaici significa parlare/scrivere con appropriatezza, lo trovo un complimento e dunque ti ringrazio. Non replico ad altri commenti, che mi sembrano fuori contesto, direi da scuola materna…..

      • michele biancardi

        E’ ovvio che il commento ”da scuola materna ”è riferito al mio scritto precedente….
        Cara signora,il mio intento era proprio questo,farle provare la stessa sensazione di stizza e di fastidio che sicuramente hanno provato i ragazzi della redazione, quando sono stati (forse corretti) in pubblico da lei.

        ps Ringrazio l’amico Ciro (anche se milanista o interista).

  • ciro caggiani

    anche il mio discorso era totalmente ironico, non disponendo io di mezzi sufficienti per poterla mettere sulla tecnica grammaticale. Non è esatto dire che il tuo uso di scrittura è arcaico, lo trovo magari forbito. xxxxx

  • Mimmo

    Saracino ha anche la faccia tosta di parlare! xxxxxx
    Grazie anche a te, la GEMA ci ha fatto un buco da 10.000.000 di Euro. Sei l’emblema xxxxxx.
    Tu e quell’altro xxxxxxx!!!
    Sindaco, tu che sei stato offeso xxxx, cosa aspetti a cacciare questi xxxxx???? Caccia i xxxxxx!!!!!!!!!!!!!

  • oradaria

    E’ assurdo, xxxxxxx attacca i lavoratori di una cooperativa sociale che lavora per il comune e non viene pagata. Attacca xxxxx che dice verità facilmente dimostrabili ( tanto è vero che xxxxxxx stesso pensa del xxxxxxx quello che pensa xxxxx infatti dicei “lui parla parla” ne più e ne meno di sein sein) , detto ciò una domanda a xxxxxxx : se il comune non ha i soldi per pagare perchè non sospende i servizi? Perchè non chiude tutto invece di fottersi il sangue dei lavoratori? Seconda domanda alla sinistra : ma quando cazzo dite qualcosa su questi temi? ( per la redazione non mi cancellate la parolaccia essa è un intercalare che rafforza la domanda) Grazie

  • Tam Tam

    Dai commenti precedenti, mi sembra di stare in piazza, in mezzo ad una rissa, ma che sta succedendo? Calmiamoci, piuttosto invece di sfogarci virtualmente, passiamo ai fatti, ma comportandoci democraticamente.
    Quando determinate cose non vanno per il verso giusto, ci sono Uomini e Uffici Preposti per denunciare un illecito. Va bene? Scrivere parolacce e insultare attraverso testate giornalistiche non produce niente, vi dirò di più qualcuno dall’altra parte si fà un sacco di risate, e sapete chi? I VERI COLPEVOLI!!!!!!!
    ALLA FINE NOI SAREMMO I MUDU’ DELLA SITUAZIONE.
    FACCIAMO ATTENZIONE E PASSIAMO AI FATTIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    QUERELIAMO TUTTO CIO’ CHE E’ ILLECITO NELLA NOSTRA CITTA’. Buona giornata a tutti.

  • Redazione

    Grazie alle ‘belle parole’ di qualcuno chiudiamo i commenti.
    Grazie
    Redazione