Si è tenuta stamane, alle ore 8.30 presso la Cattedrale di Cerignola, Duomo “Tonti”, la cerimonia di affidamento del Corpo di Polizia Municipale della città, alla Madonna SS. di Ripalta, protettrice di Cerignola. La Cerimonia, giunta già al suo settimo anno, è stata celebrata da Frà Luigi Lavecchia. Un momento assai toccante, al quale hanno partecipato tra gli altri il Sindaco, Antonio Giannatempo, l’Assessore alla Sicurezza, Franco Reddavide, il Comandante di Polizia Municipale Giuseppe Mandrone, tutti gli agenti in servizio nel centro ofantino, e non ultimi i vigili in pensione.

Una folta schiera di pubblico, nonostante l’ora, ha assistito al rito: dai relativi coniugi e parenti dei protagonisti, ai tanti concittadini che hanno voluto far sentire la propria vicinanza a un corpo preposto all’ordine urbano, sempre nell’occhio del ciclone della critica (spesso ingiusta), sia civile che politica. L’apprezzamento del pubblico si è notato, oltre che dagli applausi, dagli innumerevoli complimenti rivolti ai vigili presenti, poiché, evidentemente, hanno potuto osservare gli agenti sotto altra luce; hanno avuto occasione di coglierne l’aspetto umano (poco considerato solitamente), i sentimenti, le paure, le difficoltà a cui questi uomini, prima ancora che vigili urbani, quotidianamente devono far fronte. E’ un atto di affidamento alla nostra Madonna di Ripalta che viene solennemente letto durante la cerimonia. Un gesto col quale i Vigili Urbani chiedono alla Mamma Celeste protezione e sostegno per assolvere con fede e impegno i compiti demandati.

Un momento di riflessione per la città di Cerignola, doveroso visti gli ultimi sviluppi in tema di Sicurezza nel paese. Dopo un’estate davvero impegnativa per le forze dell’ordine in città, con gli Agenti di Polizia Municipale che, oltre a far fronte alla malavita e alla inciviltà, hanno dovuto fronteggiare una carenza d’organico, ancora troppo importante anche dopo le ultime assunzioni, si passa ai buoni propositi, vero motore dell’evento. Mancano le risorse economiche, e il buco Gema non ha fatto altro che ampliare un deficit strutturale per questa città. Assumere vuol dire, preventivamente, stabilire dei fondi da impiegare per retribuire nuovi agenti. Oggi, ci si aspetta di far cassa tramite la nuova convenzione con AC Foggia per la sosta a pagamento, e con le multe per le infrazioni commesse. Alla luce di questa situazione, sembra quasi sarcastico affidarsi a qualcosa di ultraterreno, ma è giusto che certe tradizioni non vengano dimenticate. Il futuro, in fondo, lo si affronta facendo tesoro del passato, positivo o negativo che sia.

  • mangiapane a tradimento…..

    Un vero miracolo sarebbe farli xxxxxxxxxxxxxxxx Madonnina nostra salvaci tu!!!

  • Saviotore

    La forma del post precedente e’ un po’ brutale ma, la sostanza e’ quella!

  • Salvatore

    Mi associo al primo commento di “mangiapane a tradimento”, il commento calza a pennello, è un fedele ritratto xxxx Torno raramente a Cerignola, lavoro e vivo molto lontano, dall’altra parte del mondo, ma quando sono a Cerignola e vedo certe cose, mi rattristo moltissimo. I vigili urbani sono fra quelle cose che mi rattristano moltissimo.

  • felice

    ieri sera vicino al vecchi municipio c’era un’auto parcheggiate in doppia fila mentre i vigili tutto facevano tranne di redarguire il titolare di quell’auto. capisco le tante problematiche ma e’ vergognoso l’atteggiamento menefreghista che avete mamma mia

  • Redazione

    Dopo commenti, oltre che offensivi, anche anonimi, si chiude. Grazie ancora,
    Redazione