A conclusione della festa patronale possiamo tirare le somme. Quest’anno la Deputazione ha recepito la proposta di Amministrazione comunale, Pro Loco e “Cerignola nostra” inserendo nel programma dei festeggiamenti la rievocazione storica del ritrovamento del quadro della Madonna di Ripalta. Ha voluto così dare alla festa un taglio culturale. Il 6 settembre, nel palazzo Coccia, gentilmente messo a disposizione dalla famiglia Carbone che ringraziamo pubblicamente, gli organizzatori e il Sindaco hanno accolto le delegazioni delle Associazioni di Milano, Antonietta Dambrosio e Cesare Cagnazzi, di Roma Arnaldo Resse e Torino Dino Gigantiello. Il numeroso pubblico presente ha potuto assistere alla proiezione di spaccati di filmati delle feste di quelle città e alla mostra fotografica. Il 7 il corteo di cui si è parlato ampiamente, seguito dallo spettacolo musicale sponsorizzato dall’Agenzia di Antonio Detoma che ringraziamo, e il giorno 8 la suggestiva e lunga processione, tra due fitte ali di folla. Il concerto bandistico di Cerignola, il fuoco e poi il concerto dei Tiro Mancino. Durante la presentazione della II edizione della rievocazione storica, Giuseppe Patruno ha evidenziato l’assenza delle televisioni private della zona che invece sono subito presenti quando trattasi di eventi di cronaca nera e non parlano minimamente di quelli positivi. Si sono occupati della festa solo le testate locali. Vanno ringraziati Daniela Giordano, Vito e Gennaro Balzano, Mimmo Siena e Stefano Campese de Lanotiziaweb, Antonio Tufariello de La Gazzetta del Mezzogiorno, Michele Cirulli di Marchiodoc, Dorella Cianci, Rosaria Albanese, Federica Libertino di Cerignolacittà, la redazione de L’Attacco, l’addetto stampa del Comune Pasquale Carbone e tutti gli altri. Dietro l’organizzazione altre persone che vanno ringraziate: Giovanni Montingelli, Francesco Radi, Michele e Tommaso Cianci, Giovanni Antonacci, Grazia Quacquarelli, don Ignazio Pedone e i ragazzi dell’Associazione Anspi di Orta Nova, Saverio Luisi di Canosa, Gino Pellegrino, Franco Paparella, i figuranti e soprattutto i bravi attori Piero Desantis, Francesco Guglielmi, Massimo Traversi, Patti Zaccaro, Giuseppe Galantino, Michele Avello, Milena Berardi, Beppe Rendine, Titti Bufo, Francesca Spione poi Francesco Chiappinelli. Si potrebbe fare di più, ma purtroppo bisogna fare i conti con i contributi erogati da privati che non sono molti; basterebbe che tutti contribuissero con una minima offerta e che alcuni imprenditori facessero un maggiore sforzo per rendere più bella la nostra festa, si perché la festa è di tutti i cerignolani.

  • DEDDY

    La festa della Madonna di Ripalta non è + quella di una volta…. le luminarie sono orrende e vanno diminuendo di anno in anno…. il duomo non viene illuminato come prima…. i fuochi d’artificio prima erano 3 e duravano 1 ora….ora solo 1 da 5 minuti (orrendo)…. le famose bancarelle vuote (causa 400 euro a stand)… ecc….unica nota positiva hanno chiuso le voragini in via Puglie altrimenti il carro sprofondava…. e non parlatemi di crisi economica perchè la deputazione i quattrini li ottiene…….!!!!!!

  • Antonio Russo

    Mi permetto di dissentire in toto!!!! Prima di tutto come giustamente cita l’articolo ci sono pochi soldini!!! E ciò che si fa lo si fa tra tanti slalom e poi i fuochi sono durati 15 minuti cronometrati e di seguito! Per quanto riguarda l’essere piaciuto o meno sono gusti personali!

  • valerio

    I fuochi d’artificio erano orrendi, per davvero. Sono decisamente più belli quelli della Festa della Madonna del Carmine.
    Il concerto dei Tiromancino è stato invece spettacolare. Quasi due ore di musica ininterrotta, e soprattutto di gran qualità.
    Complimenti a chi ha scelto loro per il concerto di chiusura della festa patronale.

  • roberto

    ed io dissento in toto le sue parole Signor Russo!!!!e’ una vergogna che l’amministrazione comunale dia 15.000 euro per i tiromancino(senza voler toglierer nulla a questo stupendo gruppo)e tutto il resto va lasciato allo sbando!!!!chi ha vigilato sugli stand???
    ma ci rendiamo conto che li hanno affittati a uomini di colore che vendevano MONCLER/GUCCI/ADIDAS/HOGAN ovviamente tutto falso e nessuno vigilava???e i poveri negozianti che si sbattonop per paghare le tasse????
    FACCIAMO RIDERE!!!!!SIAMO RIDICOLI!!!!!!!!!!

  • peppino

    per quanto mi riguarda posso dire che lo sforzo fatto dagli organizzatori per la manifestazione rievocazione del ritrovamento del quadro della MADONNA NOSTRA è stato notevole è si è visto… per il resto tutto o quasi ha lasciato a desiderare. l’anno prossimo concentrate tutto sulla manifestazione del 7 settembre così si risparmia e la gente è più contenta

  • cinico

    Ragazzi i fuochi, le luminarie non hanno significato, invece e’ stata importante sia la rivisitazione del quadro della Santissima che il concerto dei Tiromancino qiesti ultimi rei di aver fatto un grande concerto

  • tonio

    Complimenti bellissima festa!!!
    Ma Ch Piacr………….

  • rita

    La buona riuscita????????? Ma quando maai.. Io abito tra dove mettono le bancarelle adesso e le giostre.. Non si è sentito un bel niente di festivo!!! La festa per me è andata non male, malissimo!!!!

  • Athos

    Personalissima opinione:
    IN: rievocazione del quadro e tiromancino (finalmente un po di musica di qualità).

    OUT: Tutto il resto.

  • Mimmo

    Carina la rievocazione storica della MADONNA… tutto il resto e propio noiaa ….. Le illuminarie sono importantissime altrimenti e come se a Natale non ci sono luci in giro e in casa ok… vi segnalo lamentele da molta gente che aveva l’ esigenza di sedersi in piazza duomo ok al prossimo anno organizzatevi meglio 10 mila sedie ok…poi per tutto via roma e corso aldo moro fino al convento la gente cammina come gli ubriachi a destra a sinistra frontale di lato piedi schiacciati passeggini paralleli … e se diamo un verso a doppio senso al cammino pedonale ke ne dite … i miei parenti mi hanno detto ma ke a ma vnot a fèè….. comunque il 7 / 8 / 9 settembre non è la festa della madonna è la festa dei panini e delle giostre ….. e la SANTISSIMA ?

  • Dissento anche io dal commento del sign. Russo! Una festa orrenda! Luminarie zero, fuochi zero! Bene il cantante. La deputazione non ha soldi? Le offerte dei cittadini dove vanno? Soldi degli sponsor dove vanno?

  • Luca

    Io voglio solo dire che sono un padre di tre bambini che vivo alla giornata.. e una vergogna vedere tante persone con pacchi di biglietti omaggio alle giostre… io pagavo per i miei figli per quello che potevo .. mia moglie mi aveva chiesto dove prendono tutti questi biglietti? allora o risposto a lei che io non sono nessuno in questa città di merda…

  • DEDDY

    Sono d’accordo con Athos e Giuseppe…..

  • Caro LUCA, io come te ho pagato per far divertire i miei 2 figli, anche io vedevo questi che tiravano fuori blocchetti interi e mi chiedevo la stessa cosa! Pero’ ho notato che erano tutti delinquenti…. Capisci a me! Purtroppo si vive così non ci possiamo fare nulla si vive nell’ipocrisia totale non ammettendo che questo e’ un paese corrotto. Comunque ne devi andare fiero si lavora alla giornata ma noi camminiamo a testa alta. Ti saluto

  • Cittadino Obiettivo

    Ogni anno durante la festa della Madonna di Ripalta, c’è sempre qualcosa di nuovo da notare e vedere, a tutti i critici della festa, io mi sento di dirgli, che organizzare tutto, dalla festa religiosa a quella dello spettacolo non è cosa facile, e poi la festa si fà in onore della nostra MADRE SANTISSIMA di RIPALTA, non è solo lo spettacolo civile a giudicare la buona riuscita della festa, anzi è semplicemente un contorno, e chi organizza, sicuramente non vuol fare brutta figura, per cui, si fa quel che si può, e tutto sommato a me è parsa una bella festa, vuoi perchè ho assistito ad una specialissima e bellissima S.Messa, celebrata da un nostro concittadino di nome Frà LUIGI LAVECCHIA, a me è bastata questa per essere felice. Comunque anche se non mi piace tanto il genere musicale dei Tiromancino, ma musicalmente parlando molto valida, sono rimasto contento nel vedere tante persone e ragazzi felici, del resto non si possono accontentare tutte le persone, poichè ognuno ha i suoi gusti musicali. Anche le luminarie sono state belle, certamente, visti i tempi di crisi, a mio parere si è fatto abbastanza, un consiglio per gli scontenti, il giorno 8-Settembre tutti alla S. Messa, dal 1° all’ultimo cittadino, e se potete, assistete alla S.Messa di Frà Luigi LAVECCHIA, vedrete poi non ve la sentite più di criticare, chi si prodiga per l’organizzazione della festa. Buone cose a Tutti.

  • gino

    Come al solito l associazione borgo antico quando si tratta di ringraziamenti è sempre zombata!”a cerignola”chiarisco!!!!!

  • Rocco Schiavone

    La festa della Madonna resta sempre una bellissima festa sacra. Per la rievocazione ho visto tantissima gente in piazza ad assistere alla sfilata.
    Dal mio punto di vista ci sono cose che meritano di essere riviste:
    – per le bancarelle non è possibile far pagare i commercianti che intendono esporre i propri prodotti e poi vedere lo scempio vicino alle giostre di venditori ambulanti di colore senza un minimo di autorizzazione.
    – Per le giostre, non si può portare i bambini a divertirsi e vedersi passare le auto e i motorini da tutti lati senza il minimo rispetto delle regole.

  • Stella

    La festa patronale xde ogni anno parte del suo fascino…3 critiche costruttive: 1) il prossimo anno valorizzate gli aspetti culturali, la rievocazione del quadro della madonna di ripalta è stato un ottimo evento,coinvolgente ed emozionante… 2) 15.000 euro x i tiromancino?!?!?!?!? ma stiamo skerzando, sn anni ke nn fanno delle hit ascoltate nelle radio,l’ultimo singolo noto a tutti?!?!?!?!? porto solo un esempio di migliore organizzazione…lucera è da noi distante solo 40 km e cn una popolazione di 35.000 abitanti, hanno contrattato FRANCESCO RENGA! un livello un tantinello superiore rispetto ai tiromancino…e nn parlo x gusto personale ma da competente nel campo!!! 3) illuminate la città!!! quest’anno era veramente spoglia….

  • luigidefeudis

    signor roberto lei sicuramente da come parla e argomenta fa parte di qualche movimento politico che sa fare solo demagogia:se lei ha notato ed e’ venuto a conoscenza di queste cose perche’ non ha informato la guardia di finanza che aveva l’obbligo di vigilare? e poi ti ricordi (non so se lei durante le feste esce per il corso ma non credo)cosa avveniva gli altri anni durante la festa patronale ?era uno schifo non si poteva camminare ora invece si e’creata una fiera come fanno negli altri paesi e si informi bene di quanto hanno pagato,faccia fare dal consigliere monterisi una bella interrogazione non comunale ma PARLAMENTARE e poi porti il tutto come al solito alla procura della REPUBBLICA che sta aspettando altre denuncie anzi un consiglio : mandate persone piu’attente

  • luigidefeudis

    POI SEMPRE PER ROBERTO: SI INFORMI BENE ANZI SI DOCUMENTI PERCHE’ IL COMUNE OGNI ANNO DA SEMPRE LO STESSO CONTRIBUTO ALLA DEPUTAZIONE E QUESTA A SUA VOLTA DECIDE IN MODO AUTONOMO CONLE ALTRE OFFERTE ,QUANDO E COME SPENDERE IL DENARO PERCHE’ NOI VOGLIAMO TANTE COSE,VOGLIAMO SEMPRE DI PIU’, MA ALLA FINE QUANDO SI CHIUDE IN PASSIVO CHI METTE I SOLDI CHI FIRMA GLI ASSEGNI? QUINDI PRIMA DI PARLARE BISOGNA RIFLETTERE SU TANTE COSE

  • valerio

    Definire Renga ‘un tantiniello superiore ai Tiromancino’ non si può proprio sentire! Zampaglione è un gran chitarrista, le canzoni possono anche non piacere ma non si possono discutere le capacità musicali di una band.