IdV
IdV

Pubblichiamo di seguito una nota stampa del Circolo Italia dei Valori Cerignola, nella quale si ritorna sulla questione immigrati e sulle carenze di questa amministrazione. Ecco il documento completo.

E GUARDA CASO, IMPROVVISAMENTE SI SONO RESI CONTO TUTTI (O QUASI) CHE A CERIGNOLA C’È UN PROBLEMA: GLI IMMIGRATI.
Cosi si leggeva su La Notizia Web qualche giorno fa precisamente il 31/08/2012: “Pubblichiamo di seguito una nota del Circolo Italia dei Valori di Cerignola, sulla situazione degli extracomunitari in città. Ecco il documento completo. Il circolo dell’Italia dei Valori di Cerignola  vuole denunciare pubblicamente il continuo aumento delle condizioni di degrado riscontrabili in alcuni quartieri
della città. I cittadini dei quartieri Addolorata, Carmine, Assunta e Terra Vecchia […]”
Ed improvvisamente a distanza di meno di una settimana il Sig. Sindaco e seguaci dell’amministrazione chiedono un tavolo tecnico. Non che si voglia forzatamente il merito di aver smosso le acque, ma vorremmo far notare che, comunque e costantemente, anche se non in amministrazione, non ammanicati e non sudditi di chi che sia, l’IDV veglia sull’operato dell’amministrazione. Che nessuno dica che lo si fa per questo o quell’assessorato, “per fortuna noi non ci siamo” in questa amministrazione giullaresca e cabarettista. C’è chi fa chiasso da una parte e si preoccupa dello sport, chi dice che dovremmo accogliere a braccia aperte gente che fa paura e che dovremmo dargli prima dei diritti anche se le nostre regole non le rispettano, non è razzismo signori, ma semplicemente cercare di rendere un po’ più vivibile la nostra CERIGNOLA. Non è detto che chi fa tutto questo caos e crea sporcizia ed ansia a chi abita in quelle zone note a tutti debba essere per forza identificato come straniero; prendiamo la cosa in valore assoluto: c’è qualcuno che (italiano o meno) crea scompiglio, rovista nei rifiuti, sosta in branco con il gomito un po’ troppo in su e spesso finisce le chiacchierate in discussioni piuttosto accese ed arriva anche alle risse. Perché un figlio o figlia, una persona anziana o anche un uomo di prestanza fisica che non ha problemi a difendersi da solo deve aver paura di dire a questi individui “comportati bene”? Perché facendo questo si deve rischiare la pelle? Siete proprio sicuri che serviva addirittura un tavolo tecnico per questo? Non bastava semplicemente “DISIMBOSCARE” i nostri vigili urbani dalle comode poltrone degli uffici, chiedere collaborazione alle forze dell’ordine e (considerato il fatto che l’accattonaggio è vietato in ITALIA) controllare queste persone? Italiano o no, tornado ad alcuni commenti letti proprio su “LA NOTIZIA WEB”, basta chiedere l’elemosina davanti ad una qualsiasi chiesa o supermercato per aver infranto la legge ed aver commesso un reato (ed essere rispedito in madre patria).
E riprendendo anche la proposta dei giovani del PD, controllare (basta fare qualche visura catastale) le case a piano terra e le eventuali residenze (all’anagrafe ci sono presenti come residenza in alcune di queste case di non più di 50mq anche 20/30 residenti), in che stato possono eventualmente vivere in tanti in quello spazio? E’ altresì vero che bisognerebbe dare il buon esempio! Ma quanto si può dare il buon esempio se si è esasperati? Le persone che abitano in quelle zone è così che si sentono: ESASPERATI ED ABBANDONATI. E come dice una canzone diventata famosa di recente “NON E’ L’INFERNO, MA HO ANCORA IL SOGNO CHE TU MI ASCOLTI E NON RIMANGANO PAROLE”, l’ITALIA DEI VALORI ha deciso di ascoltare e di non far più rimanere solo parole gli appelli di aiuto della
nostra città.

  • michele

    Sono di Cerignola e vivo in Lombardia per lavoro. Per la festa patronale sono sceso in puglia con mio figlio per fare conoscere le nostre usanze ma sono rimasto amareggiato per a presenza eccessiva di stranieri.

  • Cittadino Obiettivo

    Rumeni, Bulgari, Macedoni, Albanesi, Polacchi, Ucraini, Bielorussi, e tutti gli extacomunitari di colore, ormai tra poco ci cacceranno dalla nostra città. Se c’è la legge che dice che l’accattonaggio è un reato, e di accattoni nella nostra Cerignola, ce ne sono a iosa, come mai le forze dell’ordine stanno a guardare, cosa aspettano che ci scappa il morto per intervenire? Non sono razzista, ma le conquiste fatte dagli italiani, sopratutto in tema di igiene, non devono andar perse per colpa di tanti di questi che non si lavano a dovere, eppure una saponetta costa solo 50cent. e con un pò d’acqua, sarebbero meno puzzolenti, invece questi non c’è l’hanno proprio l’abitudine o l’esigenza, di lavarsi per bene prima di uscire di casa, mettendo in difficoltà l’intera comunità cittadina. E’ chiaro che ci sono le eccezioni che, bene o male cercano d’integrarsi con le nostre abitudini, sociali, morali e democratiche, ma sono una rarità. E poi di questi chi ha un lavoro, è benvenuto, ma chi non ha lavoro, e deve vivere di espedienti, che li caccino a calci nel xxxxxx, sennò i danni che provocano siamo noi a pagarli “E’ CHIARO” sopratutto ai Politici ed Istituzioni, fate rispettare le leggi con chiunque, sia Italliani che Stranieri.

  • ciro caggiani

    Cittadino Obiettivo ma figurati se qualcuno pensava che tu fossi razzista, parli come il fondatore del Ku Klux Klan. E come uno di loro ti mascheri.. di un nickname

  • Cittadino Obiettivo

    x Ciro Caggiani,
    Gent. sig. Caggiani, le ribadisco per l’ennesima volta che il sottoscritto non è razzista, semmai per come ne parla lei del problema stranieri, pare che abbia degli interessi a tutelare questa situazione incresciosa e pericolosa, che questi stranieri provocano con la loro presenza e con il loro modo d’interpretare e vivere la vita, nella nostra città. Comunque le ripeto il mio concetto sugli stranieri, sopratutto per quanto riguarda i Bulgari e Rumeni che risiedono nella nostra città: 1) per tutti quelli che hanno un lavoro fatto di retribuzione e contribuzione nulla da eccepire anzi, sono i benvenuti, purchè contribuiscono anche nel pagamento delle tasse locali, così come le paghiamo noi cittadini Italiani;2) che si adeguano al civile comportamento dei rispettosi cittadini di Cerignola, e che non prendono esempio dai più maleducati ed incivili presenti nel nostro territorio; 3) per tutti gli altri che, non hanno un lavoro, o che vivono di espedienti, che gli facciano far ritorno nella loro patria, poichè anche da noi cominciano ad esserci problemi di sopravvivenza, nel senso che tanti nostri concittadini con famiglie, sono senza lavoro, questo lei lo capisce, o si preoccupa e si dispiace più degli stranieri che non hanno nè arte, nè parte, che dei nostri concittadini, che non arrivano neanche a fine settimana, con quel poco che guadagnano?. Ma, se proprio le stà a cuore il problema degli stranieri, come quelli che rovistano nei cassonetti dell’immondizia, o che fanno elemosine, o che fanno piccoli e grandi furti, faccia una bella cosa, se li porti tutti a casa sua, li vesta, li faccia sciacquare, e gli dia da mangiare, così almeno, oltre a fare un’opera pia, li rende più accettabili rispetto a come sono adesso. Al contrario, le sue sono solo dichiarazioni inopportune e di interesse personale.
    Aggiungo che se si farebbe un’indagine, tra la popolazione dei cittadini di Cerignola, vedrebbe quanti la pensano come lei, e quanti sono d’accordo con quello che dico io.

  • MONICA

    Condivido in pieno il commento del sig. Cittadino Obiettivo, ed aggiungo che molti di questi stranieri, sono pericolosi per la quiete nei nostri quartieri, specialmente nei quartieri, dove la presenza di Rumeni e Bulgari, è più numerosa. E poi, non si può più andare più da nessuna parte, perchè sono così tanti che te li ritrovi dappertutto, davanti ai Supermercati, ai Bar, al Cimitero, ma basta con questa situazione, ma l’accattonaggio non è un reato?
    E allora cosa aspettano le forze dell’ordine ad arrestarli e mandarli via nella loro nazione. A me sembra che molti di questi stranieri, sono lo scarto della loro società di appartenenza, nel senso di nazione, e se non li vogliono più nella loro nazione, li dobbiamo sopportare noi? Che li rispediscano al mittente, e non si faccia da falsi moralisti, come il sig. Caggiani Ciro. Siamo stanchi di sopportare questa situazione, con tutti questi stranieri invadenti e incivili. Sono di gran lunga più civili e per nulla invadenti, le persone di colore, che non questi Rumeni/Rom, Bulgari ecc… A CASA, che li mandino a CASA loro.