Domenica 16 settembre 2012 ci sarà presso il Palazzetto dello Sport di Cerignola il 1° Trofeo dell’Antica Daunia. La prima edizione registra la partecipazione di due società amiche che s’incontrano per festeggiare insieme lo sport e l’amicizia ma anche per cogliere l’opportunità di proiettarsi nel vivo della stagione agonistica ormai alle porte. Ad organizzare il mini-evento sarà la divisione tennistavolo dell’Udas Cerignola. La società ospitata sarà il Manfredonia, vincitrice del campionato D2 dello scorso anno. Sia il presidente della società del golfo, Antonio Tasso, che il dirigente Michele Cannone, responsabile del TennisTavolo per conto dei biancoazzurri ofantini, schiereranno 2 squadre.

La modalità di gioco sarà la stessa del campionato federale, la formula è chiamata “Swaythling” nella quale 3 atleti giocano contro altri 3 al meglio delle 5 partite tutte di singolo, non ci sono doppi. Al termine della manifestazione la società vincente porterà a casa il trofeo sul quale anno dopo anno sarà inciso il nome del vincitore come segno di tradizione e crescita sportiva. Questa manifestazione, come già detto, apre ufficialmente la stagione agonistica del TennisTavolo, che vedrà i giocatori udassini affrontare il difficile campionato di D2 regionale. Questa disciplina così affascinante, olimpica tra l’altro, è in costante crescita nel nostro territorio affamato di sport e sta avvicinando ormai da diversi mesi, famiglie intere nelle palestre, sottolineando l’importanza sociale dello sport e delle iniziative targate Udas Cerignola.

I convocati per l’Udas Cerignola:

Squadra 1- Voltarella Berardino, Mennuni Luigi, Cannone Michele, Perrella Antonio, Grillo Sabino.
Squadra 2 – Mennuni Nico, Corcella Gennaro, Famiglietti Michele, Meterangelis Bruno, Monaco Michele

 

  • cinico

    Per entrare a far parte di questa “famiglia” bisogna tirar fuori i soldi , quindi chi puo economicamente parlando entra in udas, direi che a questo punto la udas si trasforma in una setta per pochi, un ulteriore prova del degrado in questa citta, xxxxx!

  • Michele

    Caro Cinico,

    il tennistavolo è una disciplina sportiva sana, pulita ed accessibile a tutti.
    La prego, per coerenza, cambi il suo nickname da “cinico” a “disinformato”.

    Saluti,

    Michele Cannone

  • cinico

    Lei e’ uno deo tanti di quel “gruppo” che si chiama udas e che evidentemente non ha recepito il mio concetto.Non mi riferisco al caso specifico quale il ping pong ma a quello che udas osa chiamare “la nostra famiglia”. L’ udas non sara mai una famiglia se ogni bambino per partecipare agli sport regionali deve sborsare fior di quattrini.Rammento ai flamigerato signori che organizzano lo sport il questa benedetta citta che esiste il “centro sportivo italiano” dove per far parte servirebbe solamenye un certificato di salute e si puo tranquillamente partecipare a tutte le discipline sportive regionali. Scusate ma non se ne puo piu a cerignola bisogna pagare anche l’aria che si respira. Con questo mio sfogo non voglio colpevolizzare udas ma credo che il concetto di fare sport e famiglia in qiesto paese e’ contorto . un saluto e chiedo scusa se ho offeso qualcuno nelle mie affermazioni nel post ptecedente

  • Gianfranco

    Ho avuto il piacere di frequentare per 2 mesi circa , questo sport bellissimo, e io personalmente ho notato che tutto sembra fuori che si faccia per una questione economica. Ho trovato: sport bellissimo; ambiente sano e pulito; persone molto amichevoli;istruttori competenti e molto disponibili. Calcolando che questo sport, in questa societa’, e nuovo ed e in cresita. Pecio’, tempo permettendo, continuero a frequentare questo sport e ambiente. Sicuramente quella di domani sara’ una giornata dedicata allo sport ma sopratutto all’amicizia. Ciao e BUON DIVERTIMENTO