Due interessanti progetti pongono in primo piano il Liceo Classico di Cerignola, Nicola Zingarelli, all’inizio dell’anno scolastico 2012-13. Il primo si chiama “Pon giovani, sicurezza per lo sviluppo: la legalità è partecipazione: i giovani del sud incontrano il Pon sicurezza”, attraverso il quale l’Istituto ha ottenuto finanziamenti per la creazione di un’emeroteca aperta al territorio, in collaborazione con l’I.T.C. “D. Alighieri”, e le Istituzioni Provinciali. Il progetto sarà presentato nel corso della sessantaquattresima edizione del Prix Italia a Torino, uno degli eventi più importanti del panorama internazionale e mediatico, sotto l’alto patronato del Capo Dello Stato e del Ministero dell’Interno il prossimo 16 Settembre. Ne abbiamo parlato con la Prof.ssa Dora Vasciaveo che accompagnerà Ivana Damiano, Angela Marcovecchio, Giuseppe Renna, Benedetto Terenzio e Luigi Tufariello nel capoluogo piemontese. «L’invito a partecipare ci è arrivato direttamente dal Ministro dell’Interno Cancellieri, che terrà una lectio magistralis proprio nel corso della cerimonia d’apertura. Partiremo sabato 15 Settembre per Torino. Attraverso questo progetto, abbiamo ottenuto dei finanziamenti per creare questa Emeroteca che sarà a disposizione del territorio, i cui lavori ricominceranno a breve». L’altro progetto riguarda le lingue straniere. Anche in questo caso il PON Puglia, dal titolo “We Live in the World” per la Sede di Cerignola, “Know The World Around Us” in collaborazione con il Liceo Classico di Stornarella: la scuola sta partecipando con 34 ragazzi ad uno stage a Dublino, della durata di 4 settimane. L’ultima si svolgerà a Cerignola. Il modulo è in linea con le recenti riforme nazionali della scuola secondaria superiore, che hanno evidenziato l’importanza di promuovere la competenza nelle lingue straniere, attraverso l’incremento dell’orario di insegnamento settimanale (peraltro da anni attivato nell’Istituto), e tramite l’introduzione dell’insegnamento in lingua straniera. Ancora la professoressa Vasciaveo a illustrarci le fasi finali: «I ragazzi rientreranno dopodomani per proseguire all’interno della scuola; il percorso con una insegnante di madre lingua, per preparare al meglio l’esame finale, è previsto per la metà di Ottobre. La scelta di Dublino è dettata dalla esigenza di confrontarsi con realtà differenti dalla nostra; le notizie provenienti dalla capitale irlandese ci dicono che i ragazzi sono entusiasti e che si stanno preparando al meglio per l’ultima fase». Una iniezione di fiducia importante per una città come Cerignola, attorniata da tanti problemi ma che con la scuola è in grado di farsi apprezzare e rispettare in Italia e nel Mondo. 

  • Benedetto Terenzio

    Prix Italia di Dublino????!!!!

  • Redazione

    E’ stato un semplice refuso nel titolo…hai ragione. Ora è stato corretto,grazie per la segnalazione. Redazione.