I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cerignola hanno tratto in arresto in flagranza di reato FRISARI Mauro, classe 1979, censurato originario di San Ferdinando di Puglia, per il reato di furto con destrezza. L’attività di polizia giudiziaria è scaturita da una segnalazione al 112 che riferiva di un furto commesso a bordo di un pullman di linea delle Ferrovie del Gargano sulla tratta San Giovanni Rotondo–Cerignola. I Carabinieri ricevuta la notizia si dirigevano verso la strada che avrebbe dovuto percorrere il pullman intercettandolo sulla via Manfredonia, nella zona industriale di Cerignola; bloccavano il pullman, salivano a bordo ed apprendevano che una giovane donna cerignolana mentre viaggiava a bordo del pesante mezzo si era addormentata e qualcuno ne aveva approfittato sottraendole il portafogli ed un telefono cellulare. I Carabinieri, avendo accertato che il pullman partito da San Giovanni Rotondo non aveva effettuato fermate intermedie, decidevano pertanto di perquisire tutti i passeggeri fino a trovare addosso a FRISARI il denaro della donna pari a 135,00 euro, che era stato riconosciuto dalla donna per via di alcuni segni che vi aveva fatto sopra le banconote, mentre nascosto tra un sedile e la lamiera della carrozzeria del pullman i Carabinieri ritrovavano anche il telefono della donna privo però della scheda sim. Il portafogli con i documenti della derubata non veniva ritrovato. Stante l’evidenza dei fatti FIRSARI veniva condotto in caserma dove veniva dichiarato in stato di arresto in flagranza di reato per furto con destrezza. Il denaro ed il cellulare venivano restituiti alla legittima proprietaria.

L’uomo veniva tradotto in regime di arresti domiciliari presso propria abitazione. Il giorno seguente i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cerignola si recavano presso la sua abitazione per effettuare un controllo e, non trovandolo, iniziavano a girare per le strade di San Ferdinando di Puglia fino a quando lo individuavano mentre era intento a rientrare a casa. L’uomo veniva bloccato dai militari e condotto in caserma dove veniva dichiarato in stato di arresto per evasione e successivamente tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

  • luca

    complimenti ai carabinieri,bravi,e un grazie a chi ha segnalato e li ha chiamati.
    luca
    Queste notizie ci consolano!!

  • Ma xke parlate kosi voi nn sapete kosa spinge la gente a fare questi gesti forse parlate kosi xke nn avete mai avuto l’acqua alla gola

  • IO MI RIVOLGO AL SIGNORINO ANTONIO ,IN QUESTI TEMPI L’ACQUA ALLA GOLA C’è L’ABBIAM TUTTI , ALLORA DA DOMANI ANDIAMO TUTTI A RUBARE PORTAFOGLI DI POVERA GENTE E COSI’ CHE SI RAGGIONA?NO MIO CARO VORREI RICORDARTI CHE X FORTUNA QUESTO è UN PERIODO CHE GLI AGRICOLTORI CERCANO RAGAZZI X TAGLIARE L’UVA OPPURE RACCOGLIERE POMODORI SE SI HA VOGLIA DI LAVORARE IL LAVORO LO TROVI ,POI UN ULTIMA COSA VORREI AGGIUNGERE VISTO CHE TU APPROVI UN GESTO SCHIFOSO ALLORA IO TI DICO MI AUGURO CHE QUESTE PERSONE LO RUBINO A TE.

  • luca

    bravo Cerignolano!!!andasse a lavorare sta gentaglia!!

  • Mario MONTI

    Luce spenta in fondo al tunnel…..

  • NON GIUDICATE,NON CONOSCETE LA SUA STORIA.MI DISPIACE TANTISSIMO,NON MERITAVA.X FARE QUESTO GESTO ESTREMO AVRà AVUTO I SUOI MOTIVI,SICURAMENTE HA SBAGLIATO,MA SCOMMETTO CHE LO FANNO MARCIRE IN GALERA,INVECE AI VERI CRIMINALI LI RILASCIANO XCHè HANNO SOLDI E POSSONO PERMETTERSI DI PAGARE LA CAUZIONE.E’ UNO SCHIFOOOO!!!

  • ef

    La gente parla per dare aria alla bocca
    Non tutta è gentaglia ognuno commette degli errori nella vita e quindi LUCA e CERIGNOLANO prima di parlare pensate a quello che dite e cmq la sta pagando anche troppo cara per quello che ha fatto e cmq nn penso abbia avuto vicino delle persone che lo volevano aiutare se no nn sarebbe arrivato a questo punto. e Anonima hai ragione per le tue parole.

  • Per Ef:Mi fà piacere che la pensi così…Infatti….purtroppo doveva essere aiutato,mi spiace tantissimo,non è una persona negativa,anzi.Mi capitò x caso di conoscerlo dopo che gli chiesi un informazione,il quale fù molto gentile,educato e rispettoso.Così parlando del più e del meno mi raccontò un po’ della sua vita..gli diedi consiglio di farsi forza e affrontare nel migliore dei modi la sua triste situazione.Gli faccio tanti auguri di cuore,sperando che qualcuno lo sostenga e lo aiuti a superare questo periodo.Alla sua ex compagna gli dico soltanto di vergognarsi e mettersi una mano sulla coscienza,xchè c’entra lei tantissimo in questo.Vergogna x averlo ridotto così.In bocca al lupo Mauro!