Arriva alla terza giornata il primo vero big match per l’Audace Cerignola, che domani sfiderà in casa l’Atletico Mola, matricola che è a punteggio pieno dopo due partite, in compagnia di San Severo e Quartieri Uniti Bari. La matricola biancazzurra, dominatrice lo scorso anno del girone A di Promozione, non ha badato a spese nel calciomercato ed ha rivoluzionato interamente l’organico che ha regalato l’approdo in Eccellenza. E’ cambiato l’allenatore (Fino al posto di Caricola), in più il presidente Divella ha portato nella sua squadra alcuni elementi reduci dal trionfo del Monopoli: il difensore Vittorio; i centrocampisti Fumai, Sangirardi e Martellotta. Il colpo sicuramente ad effetto dai biancoverdi è lui, Piero Zotti, un vero lusso per la categoria; il fantasista, con trascorsi professionistici a Potenza e Noicattaro, garantisce qualità e quantità con un tasso tecnico sopraffino, messo in mostra soprattutto sui calci da fermo, dove si manifesta la sua bravura. Altri pezzi da novanta giunti nella compagine neopromossa sono il forte esterno Serri (dal Fasano) e l’attaccante Uva, autore di un ottima stagione a Corato con più di dieci gol segnati. Il Mola non fa mistero di puntare alla promozione: i risultati sono fin da subito incoraggianti in tal senso: dopo il successo sul difficile campo di Terlizzi (con Zotti decisivo), sono arrivati i tre punti in casa con il Copertino.

Cerignola fiducioso Il Cerignola, ottenuta la prima vittoria in campionato a Racale, giovedì ha conquistato l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia con lo 0-0 casalingo con il San Severo. Un incontro nel quale Pizzulli ha effettuato un minimo turn over, lasciando a riposo Caggianelli e Colangione. Il match non è stato esaltante, ma è servito per vedere all’opera pedine che possono tornare indubbiamente utili, come Russo e Zonno. La formazione che scenderà inizialmente in campo non dovrebbe discostarsi molto da quella vista in Salento: da valutare le condizioni di Caggianelli, mentre Russo potrebbe candidarsi in caso ad una maglia da titolare, supportato dai soliti Piscopo e Lasalandra. La difesa è il reparto dove potranno esserci meno sorprese, così come a centrocampo è inamovibile la coppia Riontino-De Santis. Il Cerignola è conscio di trovare sulla sua strada un ostacolo duro da superare, un banco di prova che servirà a capire le potenzialità della squadra, anche se si tratta solo della terza giornata. L’incontro, il cui inizio è fissato alle ore 15.30, sarà diretto da un fischietto di fuori regione, il sig.Burgi della sezione di Matera.

I tifosi in corteo prima della gara I gruppi del tifo organizzato gialloblu (Ultras 1984 e Sick Boys) invitano l’intera tifoseria a partecipare al corteo che partirà da Piazza Duomo alle 14.45, per poi dirigersi verso il “Monterisi”. Una nuova iniziativa di protesta dei sostenitori ofantini, che vogliono sottolineare una volta ancora il proprio disappunto e malcontento per la società attualmente in carica. “Uniti per far sentire la nostra voce: via gli affaristi dalla nostra passione”: questo lo slogan che sarà il motivo dominante della manifestazione.