Formazione dell'Audace Cerignola - Stagione 2012
Formazione dell’Audace Cerignola – Stagione 2012

E’ finita sul risultato di 1-1 l’interessante partita tra Audace Cerignola e Atletico Mola, valida per la terza giornata di Eccellenza: una bella partita, nella quale i padroni di casa hanno giocato in maniera superiore ai quotati avversari, tornati in parità grazie ad un generoso rigore. La novità unica in formazione è rappresentata da Russo, impiegato da Pizzulli sull’out sinistro nel 4-4-2 disegnato dal tecnico bitontino; difesa con Vurchio in porta, Corcelli, Ingrosso, Colangione, Colucci; centrocampo con De Santis e Riontino in mezzo, Piscopo e appunto Russo; Lasalandra affianca in avanti Caggianelli. Al 4′ minuto appena, il Cerignola rompe gli indugi: Riontino calcia dai 18 metri di destro, il portiere ospite De Palma respinge coi pugni; l’incontro si fa poi molto tattico, l’Atletico nonostante il 4-3-3 non affonda, anzi, agisce di rimessa quando può. Tra la metà del primo tempo e la mezzora, gli ofantini collezionano azioni pericolose in serie, dove le maglie di casa arrivano sempre con un attimo di ritardo per colpire in modo letale: Russo non trova la deviazione vincente (24′); Lasalandra mette un’ottima palla al centro, la difesa ospite si rifugia in corner (27′); Caggianelli, su assist del capitano, prova il colpo di tacco ma è troppo debole (29′); ancora Lasalandra (grande prima frazione la sua) al 32′ calcia in controbalzo, con la sfera che termina a lato. Il Mola si fa vedere al 42′ con Serri, il cui diagonale teso e potente viene bloccato in due tempi da Vurchio. Poco dopo, una nuova percussione in area di Lasalandra è fermata con le cattive dall’ex Ciardi: calcio di rigore sacrosanto, ma passano almeno due minuti prima della battuta, per consentire di riparare la rete della porta biancazzurra. Sul dischetto di presenta De Santis, impeccabile nella trasformazione: palla a mezza altezza da una parte, portiere dall’altra. Il primo tempo legittima quanto offerto dalle due squadre, con il Cerignola che si è fatto di gran lunga preferire rispetto agli avversari.

Secondo tempo pirotecnico L’avvio di ripresa è vivacissimo: neanche un minuto e De Santis serve in ripartenza Lasalandra, che costringe alla respinta in angolo De Palma; al 48′ Zotti dà un saggio della sua bravura indovinando il corridoio per Serri che riprova il fendente, con la retroguardia ofantina a sventare. Grande opportunità per il raddoppio al 50′ per il baby Russo, ancora in contropiede, ma il suo pallonetto è di poco alto sulla traversa, mentre prima Zotti e poi Serri mettono i brividi all’Audace: da corner e su tiro a giro la sfera lambisce il palo. L’incontro è avvincente, si rispettano le attese di bel gioco con frequenti capovolgimenti di fronte ed in uno di questi, al 69′ Corcelli atterra nei pressi dell’area piccola il neo entrato Sallustio. Il penalty sembra quantomeno generoso e dagli undici metri Zotti non sbaglia ed è 1-1. Al 73′ un’altra tegola sull’Audace, quando De Santis è espulso dal fiscale arbitro lucano Burgi per doppia ammonizione; tuttavia i foggiani non si perdono d’animo e caparbiamente si gettano in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio. Conte (subentrato a Caggianelli) raccoglie una corta respinta di De Palma e centra lo specchio, il numero uno barese rimedia al precedente errore. L’ultima emozione la regala Lasalandra, con una punizione deviata dalla barriera che dà l’illusione del gol. Un risultato che lascia più di un rimpianto in casa gialloblu, per non aver raccolto quanto meritato al termina di una prestazione gagliarda al cospetto di una della più accreditate candidate al salto di categoria, un po’ deludente oggi, forse per aver giocato in settimana i supplementari in Coppa. Cerignola che resta nelle zone medio-alte di classifica a 5 punti: prossimo incontro a Molfetta, contro la Libertas.

La protesta dei tifosi Giornata intensa nel rettangolo di gioco ed anche fuori: alle 14.45 la tifoseria organizzata si è raccolta in piazza Duomo ed è poi confluita davanti al “Monterisi”, facendo il suo ingresso dopo circa un quarto d’ora di gioco. Sistematisi nella tribuna laterale sinistra, i tifosi hanno anche oggi dato seguito alla loro contestazione, dura ma pacifica, indirizzata a vario titolo ai dirigenti attualmente in carica, partendo da De Cosmo per passare a Losito e Dinisi. Sia durante la partita, sia al termine, i supporters non si sono risparmiati nei cori contro la società, mantenendo fede all’intenzione di non sostenere la squadra sul campo.

  • cinico

    Ma cosa andate a vedere sto Cerignola che da 50 anni non riesce a fare un minimo salto di categoria! Poveri illusi!

  • cari ragazzi io proporrei questa nuova formazione e sicuro le vinciamo tutte , portiere metta difensori distefano cavallo centrale dinisi centrocampo conte reddavide mandrone morano lemma attaccante prima punta de cosmo aiuto attaccante giannatempo, grande cerignola sicuro vinceremo tutti i campionati ed arriveremo in serie a

  • Nescio Nomen

    A sentire le motivazioni degli ultras sembra che, il calcio a Cerignola, dopo anni di palcoscenici importanti, sia per per colpa degli attuali dirigenti sprofondato negli abissi! Sbaglio o il calcio a Cerignola in 100 anni di storia, oltre la serie D non è mai andato? Le proteste fini a se stesse non portano a nulla! Se si volesse fare qualcosa di concreto per il calcio, a mio avviso, oltre a contestare bisognerebbe portare anche delle alternative, ovvero, semmai c’è ne fosse una, qualcuno interessato a rilevare la società. Buona giornata e forza Audace.

  • io

    purtroppo non e’ per colpa di queste persone,ma questi sono quelle persone che l’anno scorso a dicembre hanno finito i soldi e non hanno pagato piu’ nessuno,sono gli stessi che hanno fatto giocare l’under 18 contro il s.apolo bari e sono quelli che ci hanno detto che a loro non interessava nulla e che ai play off avrebbero mandato l’under18 perche’ non avevano soldi,sono qulli che non si sono presenti alò campo per far tagliare l’erba,decosmo e’ quello che al consiglio comunale,ed e’ tutto scritto e regstrato,ha detto ,io non c’entro nulla con l’audace ,sono solo il commercialista del presidente,e invece fa interviste in tv e giornali,resentandosi come d.g.,e’ lo stesso che xxxxx le persone,e potrei contuanre,credimi ,all’infinito……….

  • ultras84

    SPIEGATEMI PERCHè QUESTO CHE TUTTI VOI DEFINITE COME IL CANCRO DI CERIGNOLA, ALLA FINE PRENDE SEMPRE
    PIU’ VOTI DI TUTTI.

    CHE FA , XXXXXX PER VOTARE ?
    (SI LO SO, CHE LO FA)

  • io

    si ,si compra le persone che lo accerchiano con un biglietto da 5 euro per la partita?figuaretevi che cosa va promettendo in giro