L’Amministrazione Comunale di Cerignola aderisce alla manifestazione di protesta e sensibilizzazione contro le trivellazioni petrolifere al largo delle Isole Tremiti, che si terrà sabato 6 ottobre a Manfredonia. L’iniziativa è stata presa dalla “Rete di associazioni contro le trivellazioni nel Mar Adriatico e Mar Jonio”, che ha voluto coinvolgere tutte le istituzioni della Puglia, del Molise e dell’Abruzzo nonché quelle di tutta la Riviera adriatica, gli operatori turistici e più in generale tutti i cittadini interessati al problema.

A spingere perché anche Cerignola aderisse è stato il consigliere comunale Savino Laguardia, presidente della Commissione Salute, tra le voci più critiche in città contro l’entrata in funzione dell’inceneritore a poca distanza da Borgo Tressanti, nelle campagne cerignolane, per il quale “non dobbiamo vedere l’eventualità delle trivellazioni in mare come qualcosa che non può interessarci. Non possiamo dare il nostro avallo a una decisione calata dall’alto e che riteniamo sconsiderata. La perforazione in mare determinerebbe uno scempio paesaggistico in una delle perle della Puglia, conosciuta e amata in tutta Italia e non solo. All’economia turistica della zona, insomma, verrebbe inflitto un colpo mortale”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco, Antonio Giannatempo, secondo il quale “le trivellazioni alla ricerca del petrolio potrebbero avere una ricaduta negativa in termini economici non solo sulle Tremiti, ma sull’intera provincia di Foggia. Chi abitualmente trascorre le proprie vacanze alle Diomedee e chi avesse in mente di farlo potrebbe cambiare idea in presenza delle piattaforme petrolifere; se ciò avvenisse, sarebbe una iattura per tutto il territorio della Capitanata. Oltre che della bellezza del mare, queste persone potrebbero vedersi private anche dell’opportunità di conoscere numerosi altri luoghi interessanti, vicini alle Tremiti.  Pensiamo che non si possa non tener conto delle volontà dei governi locali e soprattutto delle popolazioni, assolutamente contrarie alle ricerche di petrolio in mare autorizzate dal Governo”.

“Non stiamo parlando di un territorio a vocazione petrolifera – aggiunge Laguardia – ma di un territorio che vive di turismo e di un’agricoltura capace di sfornare prodotti pregiatissimi. Queste risorse, le uniche di una  zona depressa, potremmo finire per perderle se dovessero fare davvero la loro comparsa le piattaforme”.

ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE ANCHE L’AGENZIA PER L’AGRICOLTURA

L’Agenzia dell’Agricoltura di Cerignola, nella persona del Direttore, rag. Michele Specchio, ritiene doveroso condividere energie e impegno per salvaguardare il patrimonio naturalistico e garantire la tutela dell’ambiente. Pertanto, aderisce e partecipa alla manifestazione pacifica “No Triv”, prevista il 6 Ottobre, a Manfredonia, di protesta contro le piattaforme petrolifere nel mare Adriatico.

 

  • LAGUARDIA FAI IL MATURO

    ogni tanto “consiglieri”come laguardia si fanno sentire,con la scusa delle proteste si va’ a passare una giornata di relax e di sole allo stupendo mare delle tremiti,un consiglio da cittadino pensa a nn fare il trasformista e dedicati seriamente a CERIGNOLA….

    • rino

      infatti sta scritto che vanno a Manfredonia!!

  • tam Tam

    A questi signori Politici di turno ci vorrebbe la TRIVELLA, e precisamente nella loro TESTA.

  • michele biancardi

    Alle Tremiti per protestare e per cosa?Forse se vi foste adoperati di più per agevolare il fotovoltaico a Cerignola, sareste stati Ambientalisti più credibili.
    A buon intenditor poche parole……

    saluti

    • rino

      avete letto sì o no? L’oggetto della protesta sono le Tremiti, ma la protesta è a Manfredonia. Chiaro?

  • Giuseppe

    La manifestazione è a Manfredonia???
    Così sapevo.

    • rino

      un altro! Così sta scritto e così è: Manfredonia. Non le Tremiti. 🙂

      • GIUSEPPE

        CARO RINO, IO AVEVO LETTO CHE LA MANIFESTAZIONE E’ A MANFREDONIA (ANZI LO SAPEVO PRIMA DELL’ARTICOLO), VOLEVO DIMOSTRARE CHE CHI SCRIVE SUI BLOG NON LEGGE GLI ARTICOLI !!!

        VEDI COME STIAMO COMBINATI MALE IN QUESTA CITTA’?
        CIAO RINO

  • che pena mamma mia….

    RINO E COMPANI MA ADO VATTACOIT AI FLESCN,MANFREDONIA O ISOLE TREMITI NON CONTA,,,SCIVOLATE PURE SUGLI SPECCHI E DIFENDETE L’INDIFENDIBILE,,,,I PROBLEMI PER CERIGNOLA SONO BEN ALTRI INNESCATI PER PRIMO DAL VOSTRO AMICO xxxxx LAGUARDIA, CA S N VE A PRUTSTE’ A….MANFREDONIA,,VA BENE ADESSO??….

  • concervello

    Perchè tanto clamore per il petrolio al largo delle tremiti? ci sono migliaia di fonti di inquinamento già attive e senza ritorno economico da qui alle tremiti?! IMBECILLITA’ allo stato puro…iniziate a risparmiare l’inquinamento che produrrete per andare ad una sterile manifestazione fino a Manfredonia oppure andateci a piedi o in bicicletta!
    Le eventuali piattaforme in ogni caso non circonderanno le isole in questione…!! e produrranno qualcosa!
    Provincia di Foggia? e quale sarebbe l’economia della Provincia di Foggia? le uniche economie che tirano un pò sono quelle di Cerignola, San Severo e Lucera, il resto è desolazione!