Il lavoro del giovane regista Cerignolano Giacomo Giannelli, “Rosso Cireneo – figli della stessa terra”, sarà presentato in anteprima al prestigioso palazzo PÁRBESZÉD HÁZA – 1085 Budapest, Horánszky utca 20, oggi alle ore 17:30.
Scritto e realizzato dal talento nostrano, con la collaborazione dell’Associazione Culturale “Felice” e con il patrocinio delle città di Cerignola, Canosa di Puglia e Taranto, il progetto si divide in 3 parti: film, docu-film e libro che riportano sulla pellicola le tradizioni e le processioni pasquali pugliesi in una storia che vede il protagonista migrare dal Sud-Italia alla Spagna in continuo conflitto con le difficoltà del quotidiano e il mistero della morte.
A Budapest sarà la dott.ssa Judit Nahóczky storica e critica d’arte a presentare il regista italiano e i suoi lavori, seguirà un colloquio tra l’artista e il dr. József Nagy, collaboratore scientifico dell’Istituto di Italianistica dell’Universitá ELTE. All’evento, oltre al docu-film ‘Rosso Cireneo’ che racchiude i momenti salienti delle scorse processioni pasquali in Puglia, saranno proiettati anche gli altri lavori di Giacomo Giannelli e il pubblico avrà modo di fare domande ed esporre le proprie opinioni. La serata sarà tradotta in italiano e in ungherese e si concluderà con un aperitivo.

Dopo la proiezione a Budapest, seguiranno ulteriori proiezioni nelle principali città d’Italia. A dare credito al lavoro di Giannelli infatti, oltre all’Associazione Culturale ‘Felice’,  i Comuni di Taranto, Canosa di Puglia e Cerignola che hanno concesso il patrocinio, e le associazioni di cerignolani al nord.

Concluso il docu-film, si pensa ora alle riprese del lungometraggio che inizieranno  tra marzo e giugno 2013, in trattative per i diversi ruoli anche nomi noti: proprio in questi giorni l’Attore Michele Lastella ha firmato la lettera d’intenti per il ruolo da protagonista, ma per la realizzazione del  film Rosso Cireneo servirà il supporto della cittadinanza intera, oltre alla fiducia delle aziende, piccole e grandi, disposte a credere in un progetto ambizioso. La produzione conta infatti sulla partecipazione economica di enti e privati: i più importanti brand, hanno capito che solo sponsorizzando la cultura si riesce ad avere un ritorno di immagine, oltrepassando i confini nazionali. Collegare il proprio brand ad un progetto cinematografico, vuol dire essere, di riflesso, nominati ogni qual volta il film va in proiezione o un giornale dà notizie sull’avanzamento del progetto. A Cerignola ad aprire per primi le porte all’iniziativa il Bar Roma e la SOS Vigilanza.

ROSSO CIRENEO – figli della stessa terra

SINOSSI:

Cristo Morto (Cerignola).

Addolorata (Bitonto).

Addolorata (Taranto).

I Cinque Misteri (Molfetta).

Desolata (Canosa di Puglia)

queste processioni rappresentano un significativo spaccato della Pasqua pugliese. Sorte, per certi aspetti da quelle spagnole, queste processioni pugliesi si sono fuse e legate al territorio che le ospita, caratterizzandosi per particolari drammatizzazioni.

1 COMMENTO

  1. Mi auguro sinceramente che il nostro concittadino Giannelli possa proseguire brillantemente la sua carriera e portare in alto il nome di Cerignola.
    La nostra città è piena di talenti di cui andar fieri e onorati, vedi la recente ed emozionante performance canora di Alessandra Di Girolamo alle selezioni per ” X Factor”. Dobbiamo solo valorizzare al massimo tali talenti.
    Buona fortuna a Giacomo Giannelli e a tutti coloro che hanno un sogno.

Comments are closed.